Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: [IX SETTORE] Caposaldo Malamot - Centro di fuoco n°6.

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    San Francesco al Campo(TO)
    Messaggi
    4,463

    [IX SETTORE] Caposaldo Malamot - Centro di fuoco n°6.

    Posto questo report sulla Caserma Malamot e sul Centro N.6 che da ricerche effettute dallo scrivente risulta essere il Centro di Fuoco costruito alla quota più elevata dell'intero Vallo Alpino.Naturalmente ogni correzione o modifica alla mia affermazione sarà* gradita.[ciao2]a tutti da Gianfranco
    VALLO ALPINO
    CAPOSALDO MALAMOT
    Caserma Difensiva
    e
    Centro di Fuoco N.6

    Inserito nel I Sistema Difensivo-IX Settore di Copertura Moncenisio-Sottosettore IX/B Moncenisio il Caposaldo Malamot,composto dalla Batteria B2( 614a Batteria G.a.F)dai Centri di Fuoco N.1-6-7-8-9,dalle Postazioni T e P5,da numerosi ricoveri e dall`ottocentesca Caserma Malamot si sviluppava dalla quota di 2913 m. della vetta del Monte Malamot,ove erano posizionate l`omonima Caserma Difensiva e il Centro di Fuoco N.6 ai 2300 m.della Batteria B2.Il Caposaldo costituiva l`estremità* sx dello schieramento difensivo del Moncenisio,unendosi a N con il Caposaldo Pattacroce.Il compito del Caposaldo era quello di respingere tentativi francesi di aggiramento delle difese del Moncenisio.
    CASERMA MALAMOT
    Ultimata nel 1889, la quota di m.2913 a cui fu edificata ci fà* supporre che i lavori durarono alcuni anni,visto che la stagione lavorativa,a quasi tremila metri non poteva durare oltre i tre mesi.Costruita in cima al monte omonimo ed in prossimità* dell`allora linea di confine era armata con quattro mitragliatrici Gardner mod.1896 cal.10,35 mm di cui due posizionate nelle caponiere presenti sui lati N e S della caserma difensiva..Completavano l`armamento due ordini di fucileria con feritoie presenti su tutti i quattro lati del fabbricato.Il presidio dell`opera era affidato a 200 uomini comandati da 4 Ufficiali.La costruzione su due piani seguiva il profilo della cresta del monte dando così origine ai tre risalti che in pratica costituiscono il corpo della caserma.Pochi metri più in alto era posizionato l`osservatorio che attualmente è occupato dalla cupola metallica protetta da una tettoia in cemento,destinata ad osservatorio del Centro di Fuoco n.6.
    Della caserma non restano attualmente che i muri perimetrali,essendo ormai crollati i pavimenti e la volta.Fu sicuramente occupata durante il secondo conflitto mondiale dagli uomini di presidio alle opere del Caposaldo.Le precarie condizioni di stabilità* delle opere murarie sconsigliano di avventurarsi all`interno.
    CENTRO DI FUOCO N.6
    Con la sua ubicazione a circa 2900 m.di quota il Centro N.6 non solo è il più alto del Caposaldo Malamot,ma probabilmente è il Centro di Fuoco edificato a quota più elevata dell`intero Vallo Alpino.
    Costruito frà* gli anni 1932-1935,nella roccia sottostante la Caserma Difensiva, secondo quanto prescritto dalla Circolare N.200 il Centro di Fuoco N.6 era un`opera mista calcestruzzo-caverna,dotata di due ingressi,uno sul versante N sotto l`osservatorio e uno sul versante E della cresta della montagna ,alcuni metri sotto al livello del piano della caserma.Quest`ultimo aveva l`ingresso protetto da una porta-garitta che attualmente giace alcune decine di metri sotto nel ghiaione sottostante.Un impianto fotofonico ubicato nell`ingresso E garantiva al Centro N.6 il collegamento con il dirimpettaio Centro N.7.L`osservatorio,in cupola corazzata era posizionato in cima al Monte Malamot ed era collegato all`ingresso N tramite un pozzo dotato di scala a pioli metallica.La cupola corazzata era riparata dalle precipitazione nevose,frequenti a quella quota da una caratteristica tettoia in cemento.L`armamento era costituito da tre mitragliatrici in casamatta metallica con mimetizzazione esterna in scaglie di pietra.Due postazioni(A1 e A2) erano posizionate sul versante N del monte,dove incrociando il fuoco con il Centro N.7 garantivano la protezione alla strada militare di accesso alla Caserma Malamot.La terza postazione(A3) era invece ubicata sul versante S del monte e incrociando il fuoco con le armi del Centro N.1 garantiva la difesa del sottostante colletto del Lago Bianco interdicendo il transito a forze avversarie provenienti dal vallone di Savine.
    Purtroppo non potremo procedere alla visita degli interni del Centro in quanto completamente invaso dal ghiaccio che ha totalmente occupato i corridoi interni.Mi limiterò quindi a descrivere solo fotograficamente i pochi metri percorribili da entrambi gli ingressi.La presenza di un branco di stambecchi nella zona dell`ingresso E ci ha permesso di scattare alcune fotografie che mi sono piaciute tantissimo,ripagandoci così della delusione di non aver potuto procedere alla visita degli interni del Centro.
    L`ingresso N è posizionato sulla dx della strada in corrispondenza della torretta dell`osservatorio ed è facilmente individuabile.Per l`ingresso E invece bisogna costeggiare il lato S della caserma e giunti all`estremità* E della vetta iniziare a discendere percorrendo delle roccette disposte a gradini,dopo alcuni metri aggirare uno spuntone di roccia e un sentierino ci condurrà* all`ingresso.La vetta del Malamot è raggiungibile dalla diga del Moncenisio percorrendo la strada militare che in circa 8 Km ci condurrà* alla meta.Il tempo impiegato dallo scrivente è stato di circa tre ore e mezza.Si segnala che il transito è vietato ai mezzi motorizzati da apposita ordinanza.
    Lungo la strada sono ancora visibile i resti di vecchie postazioni di artiglieria,diversi ricoveri e in pratica si passa nelle vicinanze di tutti i Centri del Caposaldo eccetto il Centro N.1.La mancanza di tempo mi ha impedito di visitare tutti i Centri(occorrerebbe ben più di una giornata),l`intenzione comunque è di visitarli tutti,frazionando la visita in due escursioni.
    La visita appena descritta è stata effettuata dallo scrivente e dall`inseparabile moglie il 9 settembre 2007

    [attachment=46:38ao6ysx]2007102164133_Foto-n.1.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il Forte di Varisello visto dalla strada militare che sale al Malamot

    [attachment=45:38ao6ysx]2007102164319_Foto-n.2.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La Caserma Malamot sulla cima dell'omonimo monte(m.2913).Si possono notare i tre risalti della caserma e la costruzione dell'osservatorio.Praticamente invisibili in quanto perfettamente mimetizzati i due ingressi e le postazioni nord del Centro N.6

    [attachment=44:38ao6ysx]2007102164828_Foto-n.5.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Fine della strada.Siamo alla Caserma Malamot.Il Centro N.6 si sviluppa sotto i nostri piedi.

    [attachment=43:38ao6ysx]2007102165025_Foto-n.7.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il fabbricato posto a riparare dalle nevicate la cupola corazzata dell'osservatorio

    [attachment=42:38ao6ysx]2007102165214_Foto-n.10.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La Caserma Malamot vista dall'osservatorio.Si distinguono a dx il Lago Bianco e sullo sfondo il Rocciamelone(m.353

    [attachment=41:38ao6ysx]2007102165852_Foto-n.12.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il lato E della Caserma

    [attachment=40:38ao6ysx]2007102165955_Foto-n.14.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    L'interno della Caserma

    [attachment=39:38ao6ysx]200710217058_Foto-n.17.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La caponiera S vista dall'alto

    [attachment=38:38ao6ysx]20071021729_Foto-n.19.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Interno della Caserma

    [attachment=37:38ao6ysx]20071021739_Foto-n.21.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Resti di reticolato intorno alla Caserma

    [attachment=0:38ao6ysx]200710217435_Foto-n.22.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Targa della Ditta Costruttrice della Caserma

    [attachment=36:38ao6ysx]20071021766_Foto-n.23.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Incisione sulla roccia lasciata dai militari.Notare l'anno di esecuzione!

    [attachment=30:38ao6ysx]200710217737_Foto-n.24.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Anche in questa incisione notare l'anno di esecuzione!

    [attachment=35:38ao6ysx]20071021798_Foto-n.26.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Malloppo dell'ingresso N del Centro di Fuoco N.6

    [attachment=34:38ao6ysx]2007102171022_Foto-n.29.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il corridoio di ingresso.Vista la data,la neve presente sul pavimento non lascia presagire nulla di buono

    [attachment=33:38ao6ysx]200710217127_Foto-n.30.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Infatti dopo pochi metri il pavimento è una lastra di ghiaccio

    [attachment=32:38ao6ysx]2007102171434_Foto-n.32.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Nel locale ricovero lo spessore del ghiaccio supera il metro e mezzo.Infatti non riesco a camminare diritto,devo quasi accovacciarmi sulle ginocchia

    [attachment=31:38ao6ysx]2007102171721_Foto-n.33.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Sull'altro lato del locale la situazione non cambia...

    [attachment=29:38ao6ysx]2007102171838_Foto-n.34.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Per cui non possedendo doti di equilibrista e non avendo con me i ramponi decido di tornare indietro verso il pozzo dell'osservatorio

    [attachment=28:38ao6ysx]200710217216_Foto-n.35.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La base del pozzo dell'osservatorio

    [attachment=27:38ao6ysx]2007102172230_Foto-n.36.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Dal ghiaccio spuntano i resti della scala metallica che saliva alla cupola corazzata

    [attachment=26:38ao6ysx]2007102172426_Foto-n.37.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Uno sguardo verso l'alto all'interno del pozzo:totalmente ostruito dal ghiaccio.

    [attachment=25:38ao6ysx]2007102172554_Foto-n.40.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Resti della scala esterna di accesso all'osservatorio

    [attachment=24:38ao6ysx]2007102172732_Foto-n.41.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La costruzione in cemento,posta a protezione della cupola corazzata vista da E

    [attachment=23:38ao6ysx]200710217291_Foto-n.42.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La medesima costruzione vista dalla cresta W del Malamot

    [attachment=22:38ao6ysx]2007102173038_Foto-n.43.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La cupola corazzata dell'osservatorio

    [attachment=21:38ao6ysx]2007102173142_Foto-n.44.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La cupola corazzata

    [attachment=20:38ao6ysx]2007102173257_Foto-n.45.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La cupola corazzata

    [attachment=19:38ao6ysx]2007102173418_Foto-n.48.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La postazione A1 del versante N vista dall'esterno

    [attachment=18:38ao6ysx]2007102173543_Foto-n.51.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La postazione A2 del versante N vista dall'esterno

    [attachment=16:38ao6ysx]200710217379_Foto-n.54.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La postazione A3 del versante S vista dall'esterno

    [attachment=17:38ao6ysx]2007102173836_Foto-n.53.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il campo di tiro dell'arma A3.Si distinguono i laghi del Giaset e sullo sfondo i Denti d'Ambin(m.3371)

    [attachment=15:38ao6ysx]200710217414_Foto-n.58.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Nei pressi dell'ingresso E del Centro N.6 questo stambecco ci osserva più incuriosito che spaventato

    [attachment=14:38ao6ysx]200710217433_Foto-n.59.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Con tutta tranquillità*,dopo averci osservato se va nel suo regno:le rocce e i dirupi.Grazie Re dei Monti per questi meravigliosi attimi che hai voluto donarci

    [attachment=13:38ao6ysx]2007102174553_Foto-n.62.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il malloppo dell'ingresso E visto dall'alto

    [attachment=12:38ao6ysx]2007102174722_Foto-n.63.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Vista frontale dell'ingresso E.In alto il lato E della Caserma Malamot

    [attachment=11:38ao6ysx]2007102174910_Foto-n.64.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    In fondo al ghiaione la porta-garitta dell'ingresso E

    [attachment=10:38ao6ysx]2007102175324_Foto-n.65.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Il corridoio di accesso.Visibile la scala metallica che conduce ad un accesso secondario

    [attachment=8:38ao6ysx]200710217551_Foto-n.68.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La botola dell'accesso secondario

    [attachment=9:38ao6ysx]2007102175623_Foto-n.67.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    I tubi della fotofonica

    [attachment=7:38ao6ysx]2007102175720_Foto-n.75.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Resti della tubazione(arancione)dell'aria viziata destinataall'espulsione verso l'esterno

    [attachment=6:38ao6ysx]2007102175917_Foto-n.76.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    La tubazione dei gas di scarico del motore del gruppo elettrogeno

    [attachment=5:38ao6ysx]200710218154_Foto-n.77.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Fine del viaggio.Tutta la sezione del corridoio principale,dal pavimento alla volta è occupato da un muro di ghiaccio ghiaccio

    [attachment=4:38ao6ysx]200710218354_Foto-n.78.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Particolare del muro di ghiacci fra la volta e le pareti del corridoio.

    [attachment=3:38ao6ysx]200710218626_Foto-n.81.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Iniziamo la via del ritorno,come al solito mia moglie mi precede,mi è sempre difficile staccarmi dalle fortificazioni.

    [attachment=2:38ao6ysx]200710218827_Foto-n.82.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Abbiamo lasciato il regno degli stambecchi!

    [attachment=1:38ao6ysx]200710218949_Foto-n.84.jpg[/attachment:38ao6ysx]
    Siamo entrati nel regno delle marmotte.Ciao anche a te simpatica bestiola.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Gianfranco

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    2,593
    S U P E R !!
    [ciao2]
    Un cordiale saluto!

  3. #3
    Banned
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    763
    Iper reportage, fantastico!
    La zona mi manca, devo assolutamnte andare prima che nevichi!

    E' incredibile quanto ghiaccio ci sia dentro quell' opera (peggio che lo Chaberton).

    Belle anche lapidi e scritte!

    Sarebbe da recuperare la porta-garitta dell'ingresso E!

    [ciao2]

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,678
    Stupendo,ennesimo incredibile reportage.Complimenti!

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,089
    Bellissimo!!!Poi si vede pure una marmotta!!!Davvero sensazionale,Gianfranco.Non ho parole!!!Bravo!!!
    Ciao!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    334
    Sei grande, Gianfranco!
    Ottimo reportage!

    Per me quella opera e' uno degli esempi piu' belli delle "postazioni mimetizzate con cura maniacale"...

    Vladimir

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    San Francesco al Campo(TO)
    Messaggi
    4,463
    Ciao Matty,tranquillo che il Malamot e relative fortificazioni da li non scappano.Anch'io devo fare ancora qualcosa in zona ma difficilmente riuscirò quest'anno,a meno che prima della fine di ottobre trovo un fine settimana totalmente soleggiato.Riguardoa la porta-garitta di cui accenno nel report difficilmente sarà* possibile recuperarla in quanto sarebbe da trasportare(o meglio trascinare) per oltre 5 chilometri fino al punto in cui è parcheggiato l'utomezzo.Piuttosto se foste intenzionati a recuperarne una una perchè non ripiegate su quella del Centro XIII che giace a una decina di metri sopra la strada sterrata che costeggia il lago in direzione Varisello-Piccolo Moncenisio?La porta-garitta in questione è nei pressi del Centro 13B.Ti allego un paio di foto della porta-garitta in questione,cosìti potrai rendere conto della vicinanzadella strada percorribile con normali autoveicoli.[ciao2]Gianfranco

    Immagine:

    49,44*KB

    Immagine:

    35,56*KB
    Gianfranco

  8. #8
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    473
    Bellissime!
    Incredibile il mascheramento dell'osservatorio.

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Italien
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Genova e Massa Carrara
    Messaggi
    4,856
    Assolutamente fantastico... tutto quanto.
    LA MIA PAGINA "FORTIFICATA" SU FACEBOOK©: http://www.facebook.com/pages/Italien/323925510817

    Nel mezzo del cammin di questa vita, mostrassi alfin la truce metà oscura...
    ché la pazienza mia era finita, e lo baston calassi su ogne testa dura.


    Fatti non fummo, a viver come inermi... bensì pello inimico, far divorar dai vermi.


  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    come gli altri..sono rimasto stupito del bellissimo reportage..e dalle sensazioni ke emana.

    molti complimenti..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato