Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 23

Discussione: 11-7-1916 "trench art" bombardamento austriaco aereo di La Spezia

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di Armata Sarda
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,619
    Davvero un pezzo favoloso!
    Le imbecillità in Italia fanno sempre rumore. (Indro Montanelli)

  2. #12
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    grazie a tutti dei commenti ragazzi!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  3. #13
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    girovagando su internet ho trovato la storia del grande pilota :

    Josef Siegel nacque a Bohnau (Repubblica Ceca, vicino al distretto di Svitavy) il 10 marzo 1883.
    Plurimedagliato (2 Goldenen Tapferkeitsmedaille,3 Silberne Tapferkeitsmedaille,"Feldpilotenabzeichen","Karl Truppenkreutz") fece parte delle "squadriglie" Flik 6,15,16,21,56J Flek 6, FLG1.Accreditato di 5 (6?) vittorie aeree.
    Nel 1904 si arruolò nell'Esercito austro-ungarico (98° Reggimento Fanteria).
    Dopo aver conseguito il brevetto di pilota nel 1914 venne impiegato con la Fliegerkompanie 15 (FliK 15) sul fronte russo.
    Gennaio 1915:acquisì il grado di sergente maggiore (Feldwebel).
    Nel giugno 1915 venne trasferito sul fronte serbo.
    Nell'agosto del 1915 passò di grado (Offizierstellvertreter).
    Nel marzo 1916 venne assegnato alla Fliegerkompagnie 21 (FliK 21) sul fronte italiano (Gardolo e Pergine).
    18 maggio 1916: su Hansa-Brandenburg C.I 26.06 abbattè a Verona un Farman.
    Una settimana dopo, sempre su Hansa-Brandenburg C.I, durante un volo di ricognizione nei pressi di Rovereto ottenne il suo secondo successo aereo.
    11 luglio 1916:azione solitaria senza scorta su Hansa-Brandenburg C.I con bombardamento del porto di La Spezia.
    Settembre 1916: fa parte della Fliegerkompagnie 6 (FliK 6) sul fronte albanese.
    12 ottobre 1916: abbattè un Ca.300 del capitano Ercole Ercole dell'11a squadriglia nei pressi di Zharnec (Albania).
    L'aereo italiano venne colpito ripetutamente dal Brandenburg C.I 68.04 di Siegel:
    Ercole rimase ferito ad un braccio mentre i suoi due membri d'equipaggio morirono. Nonostante i motori in avaria e la ferita subita, il capitano Ercole riuscì ad atterrare in territorio nemico, bruciare l'aereo, ammazzare un abitante del posto che lo aveva assalito e dopo circa una settimana di difficoltà e sofferenze a rientrare in territorio italiano. Al capitano Ercole venne conferita successivamente una medaglia d'oro (per precedenti suoi atti di eroismo era già stato decorato con medaglia d'argento).
    Nel mese di dicembre 1916 Siegel passò nella Fluggeschwader I (FLG I) e successivamente nella Fliegerersatzkompagnie 6 (FLEK 6 con base a Wiener Neustadt).
    Nella primavera del 1917 entrò nei ranghi della FliK 16 in Carinzia. .
    Il 23 settembre 1917 Siegel abbattè un Nieuport italiano zona Val Fella (Fella Tal) portando a quattro il numero delle sue vittorie.
    Poco prima della XII battaglia dell'Isonzo passò alla Flik 56J con sede a Seebach (Villach) pilotando sia Albatros D.III che Aviatik D.I.
    Il 30 dicembre 1917 prese parte assieme a Benno Fiala Ritter von Fernbrugg e a Karl Haselböckem nei pressi di Susegana al combattimento che portò all'abbattimento del Caproni Ca.3 4216, su cui volavano il capitano Maurizio Pagliano,il sottotenente Luigi Gori e i soldati mitraglieri Arrigo Andri e Giacomo Caglio. Il Caproni Ca.3 venne abbattuto da Benno Fiala, mentre Siegel tenne impegnata la scorta.
    Nel gennaio 1918, il Siegel si trasferì con la FliK 56J nell'aeroporto di Pianzano.
    Nel febbraio 1918 ottenne la sua quinta vittoria abbattendo un Sopwith Camel.
    Nel giugno del 1918 venne trasferito nell'aeroporto di Campoformido come istruttore di volo nei reparti di formazione dei nuovi piloti da caccia mettendo a disposizione la sua esperienza ai più giovani (Feldfliegerschule 1).
    Dopo la fine della guerra Siegel continuò a volare a livello amatoriale (voli promozionali- acrobatici).
    Morì in seguito alle lesioni riportate in un incidente automobilistico nel 1940 (1939?).
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    6
    Bel personaggio anche questo Ercole Ercole, ho trovato la motivazione della medaglia d'oro Medaglie d'oro 1 Guerra Mondiale , non ho trovato quella della medaglia d'argento

  5. #15
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    Citazione Originariamente Scritto da Gordon Pasha Visualizza Messaggio
    Bel personaggio anche questo Ercole Ercole, ho trovato la motivazione della medaglia d'oro Medaglie d'oro 1 Guerra Mondiale , non ho trovato quella della medaglia d'argento
    bella motivazione!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  6. #16
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    80
    Pezzo invidiabile e genuino.....

    Lasciami, almeno, inveire ( tutta invidia...) per la Buna Sorte nell'averlo recuperato!!!!!

    Bellissimo!

  7. #17
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    grazie Oslavia!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  8. #18
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Liguria
    Messaggi
    343
    Rapporti delle autorità locali sull'incursione

    BOMBARDAMENTO DEL 11.07.1916 b.jpg

    11/7/916
    Al Prefetto di Genova
    Stamane ore 8 aeroplano nemico pare giunto via terra ha gettato cinque bombe su R. Arsenale e propriamente sulle navi "Città di Milano" e "Washington", nei pressi dell’officina elettrica, a San Vito e nei pressi depositi legnami. Una di esse non è esplosa. Si deplorano quattro vittime e ventisei feriti dei quali tre gravi. Permane allarme. (aggiunto) Città mantiensi calma. Servizio pubblica sicurezza procede. (cancellato) Sono partiti da Reggio Emilia due aeroplani da caccia. Città mantiensi calma. Servizi difesa antiaerea e (cancellato) pubblica sicurezza secondo norme prestabilite (aggiunto) procedono bene.
    Il Sottoprefetto

    BOMBARDAMENTO DEL 11.07.1916 a.jpg

    11/7/916
    Commissario Sicurezza
    Presso Casa Reale S. Anna Valvieri
    Ore 8 stamane aeroplano nemico proveniente da Lagastrello - Aulla - S. Stefano ha gettato cinque bombe su Regio Arsenale delle quali una non esplosa - stop - si deplorano 7 vittime, 10 feriti - stop - danni materiali lievissimi.
    Sottoprefetto

  9. #19
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    una grande integrazione !!! dove le hai scovate harris?
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1
    Grazie Mille.... finalmente una testimonianza tangibile di questo avvenimento di cui cercavo notizia da un paio di anni!!!
    Sto facendo alcune ricerche sulla Grande Guerra a Massa, che rientrava nella Piazza Marittima di Spezia. Nel saggio che ho scritto riporto la notizia del bombardamentoche in molti m hanno contestato e che invece qu trovo confermata. Sono proprio contenta!

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato