Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 56

Discussione: 20/21 settembre Passo del Giogo

  1. #41
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    72

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    loupie questa tua ultima risposta è già* condita da spiegazioni più o meno condivisibili o perlomeno motivi in maniera più precisa è corretta il tuo pensiero ... non che lo condivida ... ma se tutti la pensassero come te (e non solo te) sai in quanti dei partecipanti che c'erano sarebbero potuti andare al Giogo ? zero o una decina al massimo perchè anche chi presente con la divisa corretta era non più ventenne e con qualche chilo di troppo ... rifletti anzi riflettete su questo.
    Se si mettono insieme tutte le vostre motivazioni e sulla base di queste si scrivesse l' ABC per poter partecipare a qualche evento rievocativo nel giro di qualche mese chiudiamo tutti baracca e burattini e non si fa più nemmeno un raduno , al limite si tornano a fare solamente le gitarelle domenicali in jeans per i collezionisti di jeep ... bella come soluzione ... forse alle motivazioni "storiche" si dovrebbe aggiungere il buon senso o meglio il senso pratico delle cose altrimenti si rischia solo di fare discorsi utopici che non portano a nulla . Da parte mia ben vengano consigli da storici e collezionisti se mi aiutano a migliorare la mia figura rievocativa ma la figura che io ho scelto e non quella che qualche "esterno" mi vuole appiccicare-imporre giustificandosi con la storicità* ... non vi preoccupate che quando anche in italia si arriverà* a riproporre battaglie rievocative in stile Waterloo o Gettysburg dove nulla è lasciato al coso i primo ad adeguarsi sarò io ...se vorrò partecipare
    QUANDO RITORNI IN PATRIA PARLA A NOME NOSTRO E RICORDA CHE ABBIAMO DATO IL NOSTRO OGGI PER IL VOSTRO DOMANI
    (scritto da un anonimo all'ingresso del cimitero provvisorio dei Marines sull'isola di Iwo Jima)

  2. #42
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    198

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Citazione Originariamente Scritto da Top Kick
    loupie questa tua ultima risposta è già* condita da spiegazioni più o meno condivisibili o perlomeno motivi in maniera più precisa è corretta il tuo pensiero ... non che lo condivida ... ma se tutti la pensassero come te (e non solo te) sai in quanti dei partecipanti che c'erano sarebbero potuti andare al Giogo ? zero o una decina al massimo perchè anche chi presente con la divisa corretta era non più ventenne e con qualche chilo di troppo ... rifletti anzi riflettete su questo.
    Se si mettono insieme tutte le vostre motivazioni e sulla base di queste si scrivesse l' ABC per poter partecipare a qualche evento rievocativo nel giro di qualche mese chiudiamo tutti baracca e burattini e non si fa più nemmeno un raduno , al limite si tornano a fare solamente le gitarelle domenicali in jeans per i collezionisti di jeep ... bella come soluzione ... forse alle motivazioni "storiche" si dovrebbe aggiungere il buon senso o meglio il senso pratico delle cose altrimenti si rischia solo di fare discorsi utopici che non portano a nulla . Da parte mia ben vengano consigli da storici e collezionisti se mi aiutano a migliorare la mia figura rievocativa ma la figura che io ho scelto e non quella che qualche "esterno" mi vuole appiccicare-imporre giustificandosi con la storicità* ... non vi preoccupate che quando anche in italia si arriverà* a riproporre battaglie rievocative in stile Waterloo o Gettysburg dove nulla è lasciato al coso i primo ad adeguarsi sarò io ...se vorrò partecipare
    concordo ... se fossero cosi selettivi saremmo stati in 4 massimo 5 a vestire US ww2 viste le taglie e le età*....questo pero non mi pare un motivo valido per escludere chi se lo sente nell'animo di partecipare come rievocatore sotto una certa uniforme di qualsiasi età* e stazza!
    Concordo anche io! un bellissimo evento e il prossimo anno sara anche meglio! YEAAHHH
    www.rangersbattalion.com

  3. #43
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Ciao, l'intervento di Loupie mi ha fatto venire in mente un'osservazione che avevo fatto nel lontano 1984 durante una Normandia. Eravamo partiti dall'Italia con 9 veicoli, di cui 8 Jeep ed avevo già* trovato da mugugnare perchè con enorme fantasia erano quasi tutte marcate 82AB 307. Potenza di una foto, scattata tra l'altro nei dintorni di Bastogne.
    Quando siamo arrivati lassù, durante una delle tante manifestazioni, furono parcheggiate in una piazza con altre 250 - 300 Jeep. Alla fine fu difficile ritrovarle perchè anche quasi tutti gli altri partecipanti stranieri avevano avuto l'inconsueta idea di marcarle 82AB 307.....
    Direi che è una dimostrazione che tutto il mondo è paese e che solo i paracadutisti hanno liberato la Normandia.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  4. #44
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Cosa aveva di così speciale il 307 AEB?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  5. #45
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Citazione Originariamente Scritto da Blaster Twins
    Cosa aveva di così speciale il 307 AEB?
    Una delle poche foto di veicoli dei paracadutisti che vengono riportate su quasi tutti i libri presenta una jeep che avanza nella neve durante la battaglia di Bastogne e che riporta proprio questa sigla. Con grande uniformità* tutti si ritengono autorizzati a riproporre questa jeep.
    Devo dire che anch'io nel 1982 avevo acquistato una Willys ed avevo pensato di marcarla così. Dopo quanto successo nel 1984 decisi di non restaurarla nemmeno ed infatti l'ho venduta così come l'avevo acquistata.
    Questo per confermare che, in fin dei conti non siamo altro che delle pecore, quello che fa uno lo fanno tutti. E per tornare ad argomenti già* abusati tutto il materiale giallo è dell'Africa Korps, tutto il materiale della marina apparteneva sicuramente agli U-boote, qualsiasi pezzo dell'aviazione era in dotazione solo ai paracadutisti, .... e così via.
    Non capisco questo bisogno di irregimentarsi tutti sotto la stessa bandiera! Cercate di distinguervi.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  6. #46
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    poggio di otricoli - terni
    Messaggi
    9

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    si sta parlando in modo sereno e costruttivo quindi è bello e giusto andare avanti.
    sono stati citati i reduci, bè io ho avuto l'onore di aver applicate le wings sulla giubba da Louis Napier, veterano 82a, e di aver avuto il volto dipinto prima del lancio da altri veterani,e infine di averli avuti sul c47 seduti accanto a me che mi incoraggiavano e a volte piangevano.
    ecco, quella divisa m42 standard è per me molto di più di un abito o di un gioco.
    il sig. Napier ha combattuto in italia saltando in sicilia e salerno e sbarcando ad anzio, per poi lanciarsi anche in normandia. cosa c'è di sbagliato nel ricordare, onorare e servire questa memoria?
    che poi sia un discorso mediatico è ovvio, chi attrae di più, un fante immerso nel fango o un parà* che si lancia sull'obiettivo?
    prima che parà* ero nel gruppo 88a di imola, proprio per coerenza con il fronte italiano, ma di pance e capelli bianche ne ho visti anche li, ma è un gruppo splendido e serio, formato da collezionisti e storici dilettanti che non hanno mai e dico mai PONTIFICATO su questo e quello.
    i curricula dei membri del nostro gruppo disegnano tutti noi come tali, storici, collezionisti e appassionati. quello che non serve è un pontefice maximo.
    nel lontano 1977 con un amico andavo a fare foto in uniforme in una zona di guerra appena a sud di roma. non lo sapevamo, ma era reenacment, fatto con una sana follia e competenza.
    e lo spirito è sempre quello, anche se la mia ford gpw è della 504!!!!
    al giogo ci siamo appartati per ovvia e giusta diversità* di teatro, come è stato detto, ma tra crucchi e alleati quanti erano realmente a posto in tutto?
    pochissimi.
    in ogni caso la democrazia che spesso viene citata consente l'uso della parola a tutti, ma questo non è una licenza di tiro a segno, anzi, la vera libertà* esiste solo dove per prima cosa viene il rispetto dell'altro.
    "......non sapevo che facessero pile di m...a così alte......."

  7. #47
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Ho letto con interesse ed attenzione tutti i passi di questa diatriba sulla fedeltà* della riproduzione storica nei convegni di Reenactement a tema. Ho trovato motivazioni sensate e motivate più o meno in tutti gli interventi ma alla fine ne sono uscito frastornato....
    Questo perché con tutto il discorrere sulle divise, taglie, decorazioni e gruppi combattenti mi sembra che si sia perso il motivo di base che spinge le persone a promuovere questo tipo di manifestazioni, sia come enti locali che come partecipanti.
    Personalmente ho assistito alla rievocazione della Liberazione di Firenze e l'anno scorso sono riuscito ad essere presente al Giogo: è il pubblico che interviene il motore principale di questa attività*. I visitatori poco conoscono delle realtà* dell'epoca e rimangono affascinati da una fisicità* che nella tv od al cinema non è possibile replicare.
    La cosa importante è avvicinare il "grande pubblico" alla Storia e spingerlo a porsi delle domande che normalmente alla fine di un film si dissolvono con i ricordi dei fotogrammi. Parlare con chi fà* reeenactement è emozionante, addirittura elettrizzante per i ragazzi più giovani e come ho potuto vedere sul posto sveglia e ravviva la loro voglia di conoscenza.
    Chi viene a vedere queste cose difficilmente è uno storico preparato sull'evento e non criticherà* l'organizzazione o gli intervenuti per "poca fedeltà* storica", questo lo potrà* fare solo l'oplologo esperto o lo storico puntiglioso ma all'atto della pratica si riducono ad un numero limitato di persone e in fondo non è a questi che si rivolge una simile manifestazione.
    Ben venga la correttezza storica e tecnica ma non cerchiamo il pelo nell'uovo perdendo di vista l'orizzonte più vasto che ci circonda!
    Oltre al "divertimento" di chi si veste ed attrezza per l'occasione vi è un'importante domanda che queste persone rivolgono al pubblico presente: "Avete mai toccato la Storia con la vostra mano?"
    Questa, secondo me, è la cosa più importante.

    Un entusiasta spettatore inesperto
    Riccardo
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  8. #48
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Citazione Originariamente Scritto da kanister
    Citazione Originariamente Scritto da Blaster Twins
    Cosa aveva di così speciale il 307 AEB?
    Una delle poche foto di veicoli dei paracadutisti che vengono riportate su quasi tutti i libri presenta una jeep che avanza nella neve durante la battaglia di Bastogne e che riporta proprio questa sigla. Con grande uniformità* tutti si ritengono autorizzati a riproporre questa jeep.
    Devo dire che anch'io nel 1982 avevo acquistato una Willys ed avevo pensato di marcarla così. Dopo quanto successo nel 1984 decisi di non restaurarla nemmeno ed infatti l'ho venduta così come l'avevo acquistata.
    Questo per confermare che, in fin dei conti non siamo altro che delle pecore, quello che fa uno lo fanno tutti. E per tornare ad argomenti già* abusati tutto il materiale giallo è dell'Africa Korps, tutto il materiale della marina apparteneva sicuramente agli U-boote, qualsiasi pezzo dell'aviazione era in dotazione solo ai paracadutisti, .... e così via.
    Non capisco questo bisogno di irregimentarsi tutti sotto la stessa bandiera! Cercate di distinguervi.
    Capito!!!Grazie!!!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  9. #49
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    659

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Complimenti per le foto!!! Deve essere stata una stupenda esperienza parteciparvi!!!

  10. #50
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    906

    Re: 20/21 settembre Passo del Giogo

    Citazione Originariamente Scritto da Centerfire
    Ho letto con interesse ed attenzione tutti i passi di questa diatriba sulla fedeltà* della riproduzione storica nei convegni di Reenactement a tema. Ho trovato motivazioni sensate e motivate più o meno in tutti gli interventi ma alla fine ne sono uscito frastornato....
    Questo perché con tutto il discorrere sulle divise, taglie, decorazioni e gruppi combattenti mi sembra che si sia perso il motivo di base che spinge le persone a promuovere questo tipo di manifestazioni, sia come enti locali che come partecipanti.
    Personalmente ho assistito alla rievocazione della Liberazione di Firenze e l'anno scorso sono riuscito ad essere presente al Giogo: è il pubblico che interviene il motore principale di questa attività*. I visitatori poco conoscono delle realtà* dell'epoca e rimangono affascinati da una fisicità* che nella tv od al cinema non è possibile replicare.
    La cosa importante è avvicinare il "grande pubblico" alla Storia e spingerlo a porsi delle domande che normalmente alla fine di un film si dissolvono con i ricordi dei fotogrammi. Parlare con chi fà* reeenactement è emozionante, addirittura elettrizzante per i ragazzi più giovani e come ho potuto vedere sul posto sveglia e ravviva la loro voglia di conoscenza.
    Chi viene a vedere queste cose difficilmente è uno storico preparato sull'evento e non criticherà* l'organizzazione o gli intervenuti per "poca fedeltà* storica", questo lo potrà* fare solo l'oplologo esperto o lo storico puntiglioso ma all'atto della pratica si riducono ad un numero limitato di persone e in fondo non è a questi che si rivolge una simile manifestazione.
    Ben venga la correttezza storica e tecnica ma non cerchiamo il pelo nell'uovo perdendo di vista l'orizzonte più vasto che ci circonda!
    Oltre al "divertimento" di chi si veste ed attrezza per l'occasione vi è un'importante domanda che queste persone rivolgono al pubblico presente: "Avete mai toccato la Storia con la vostra mano?"
    Questa, secondo me, è la cosa più importante.

    Un entusiasta spettatore inesperto
    Riccardo


    Sono anch'io dello stesso parere, non ci vuole una dose eccessiva di buon senso per comprendere quali sono gli aspetti realmente importanti della cosa.....poi, se vogliamo vivere da duri e puri siamo tutti liberi di farlo, anche questo è un bel modo per stimolare le risate altrui.
    Non prendere la vita troppo sul serio.....comunque vada non ne uscirai vivo...

Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato