Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15

Discussione: 21 Novembre 1916

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    922

    Re: 21 Novembre 1916

    Data storica e da commemorare per Voi ex-nemici (scherzo e non vorrei innescar polemiche).
    Qua in Italia la notizia venne accolta come un presagio roseo (un anno prima di Caporetto......'stica)

    ciao
    marcuzzo
    Il mio avatar è la foto di Arthur Kueger, Feldwebel ferito a Stalingrado, mancato nel gennaio 2009

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    1,758

    Re: 21 Novembre 1916

    Citazione Originariamente Scritto da bunker43
    Voglio ricordare l'Imperatore raccontando come, da bambinetto, appresi della sua esistenza.
    Negli anni immediatamente seguenti la fine della II guerra, mio nonno mi portava spesso al giardino pubblico (el giardin publico per antonomasia a Trieste) dove, mentre io giocavo, lui si incontrava con alcuni reduci della grande guerra che avevano combattuto con lui nel reggimento di fanteria K.u.K. N° 47 (Leopoldo Re dei Belgi). Ovviamente allora io non sapevo proprio nulla di queste cose. Li ascoltavo incantato raccontare strane storie di guerra. Mi è rimasto nella memoria il volto di uno di questi vecchietti che, un giorno,mi mostrò una foto del "nostro Imperator". Mi colpì quella figura austera in uniforme militare che, nella mia fantasia infantile, trasformai in un personaggio di fiaba.
    Con il passare degli anni, conoscendo via via la storia mi tornò spesso in mente quella foto e da personaggio di una fiaba il "nostro Imperator" divenne il simbolo di un mondo di valori purtroppo passato.
    Ciao da Fabio
    Grazie anche da parte mia a tal proposito racconterò come lo ho scoperto io:mia bisnonna teneva un quadretto dell'imperatore appeso al muro e subito sotto teneva le foto mia e di mia sorella (erano gli anni '80 e lei aveva vissuto sotto l'Austria)...
    Ciao da Franz
    scavare è bello!
    E’ un mondo difficile: vita intensa, felicità a momenti e futuro incerto...

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    T.L.T.
    Messaggi
    2,297

    Re: 21 Novembre 1916

    Citazione Originariamente Scritto da marcuzzo
    Data storica e da commemorare per Voi ex-nemici (scherzo e non vorrei innescar polemiche).
    Qua in Italia la notizia venne accolta come un presagio roseo (un anno prima di Caporetto......'stica)

    ciao
    marcuzzo
    Nessuna polemica. E' la realtà*. Pensa però che il genetliaco imperiale, cioè l'anniversario dell'ascesa al trono di Francesco Giuseppe, è ancora festeggiato con cerimonie, cortei, bande e le immancabili sagre, non solo in Austria, (ad esempio a Millstatt, Muehldorf e Bad Ischl), ma anche a Giassico, vicino a Cormòns, in provincia di Gorizia, a pochi km da Trieste. E una volta all'anno a Gorizia e spesso anche a Trieste viene celebrata una messa per l'imperatore Carlo d'Austria.
    E avessi visto il bagno di folla che c'era quando è stato ripristinato il monumento dell'imperatrice Elisabetta. Era stato costruito grazie a una sottoscrizione popolare e dopo la guerra, per salvarlo dalla distruzione, era stato tagliato in blocchi e nascosto in qualche magazzino comunale.

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    T.L.T.
    Messaggi
    2,297

    Re: 21 Novembre 1916

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco
    Posto la foto del dipinto raffigurante l'Imperatore Francesco Giuseppe presente al Museo della Guerra di Rovereto.
    Gianfranco
    Grazie per la foto, Gianfranco.
    Io ho un ritratto a mezzo busto, con quell'abito da cerimonia.

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    62

    Re: 21 Novembre 1916

    La nostalgia del vecchio impero è ben rappresentata in una pagina,abbastanza famosa
    di Robert Musil autore del romanzo "L'uomo sena qualità*" dei primi anni '30.
    Il romanzo,di carattere decadentista,tipico di quegli anni è notevolmente pesante, ma diventa
    avvincente in un capitolo dedicato alla "cacania" cioè al vecchio mondo in cui tutto era K.u.K.
    che viene descritto,in modo nostalgico,in una pagina. Mi ricordo della conclusione che dice:
    nella cacania un genio poteva essere scambiato per babbeo,ma mai un babbeo sarebbe stato
    scambiato per un genio.
    Penso sia proprio questa faccenda dei babbei del mondo di oggi che fa cascare le braccia.

    Ciao da Fabio

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato