Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 61

Discussione: 24 ottobre 1917 inizia la battaglia di Caporetto

  1. #1
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794

    24 ottobre 1917 inizia la battaglia di Caporetto

    Giornata dolorosa per le armi italiane questa, ma è comunque importante ricordare le vittorie tanto quanto le sconfitte (anche se disastrose).


    Oggi 24 ottobre, è la ricorrenza dell'inizio della disfatta del Regio Esercito denominata "Caporetto" ( 24 ottobre 1917), è termino il 26 ottobre del 1917. ma è anche importante ricordare che da questa battaglia anche se si venne sconfitti, derivò successivamente la grandiosa vittoria di Vittorio Veneto che si celebrerà nei prossimi giorni (4 novembre 191, con la resa delle armi austriache.

    La parola "Caporetto" (un comune della Slovenia: Kobarid in sloveno, Cjaurêt in friulano, Karfreit in tedesco) da quel giorno, è divenuta sinonimo in lingua italiana e non solo di "sconfitta disastrosa".

    Per ricordare i tragici eventi della prima guerra mondiale, è stato costruito un museo, oggi meta di numerosi visitatori. Il sacrario di Sant'Antonio, costruito su un colle, custodisce le salme di 7014 soldati italiani.

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    889
    Prodigi importanti e ricordabili! Ci penseremmo alle vittime infelici dei due paesi confinanti che sono diventati amici buoni nel frattempo. Vittoria o disfatta--meglio sia l`atarassia in ogni situazione.....

  3. #3
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794
    Puoi spiegare meglio il tuo intervento? Non riesco a decifrare con precisione il suo significato.....
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    889
    Significa che significa.... Mi dispiace che non posso esprimere meglio, scusi --ma credo che in caso del destino e sostanzialmente non si sopravvalutarebbe ne la disfatta ne la vittoria. L`attarasia dell`animo simbolizza la vera aristocrazia. Troppo filosofico?--chissa....
    Saluti cordiali

  5. #5
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794
    Purtroppo la difficoltà di diversità di lingua non aiuta, è evidente che sei di lingua tedesca, la filosofia in questo contesto conta poco.

    Sono dell'idea che è importante ricordare ogni caduto di quella drammatica guerra, senza distinzione di nazionalità, ma è anche importante ricordare dal punto di vista storico, che il Regno d'Italia dopo quella debacle, risorse come l'araba fenice, con il cambiamento al vertice di comando si riprese, e questo avvenne, per la spinta patriottica è l'orgoglio nazionale che si diffuse a macchia d'olio, in particolare fra le truppe...........

    Questo sentimento nazionale, così diffuso e condiviso portò alla straordinaria vittoria di "Vittorio Veneto", perchè non dovrei essere orgoglioso della difesa sul Piave e successiva vittoria................ogni italiano vero è orgoglioso e fiero della sua Storia..............e io lo sono.

    Veniamo al termine "attarasia" simbolo della vera aristocrazia: "attarasia" è un termine filosofico dal Greco ἀταραξία (da α + ταραξις letteralmente "assenza di agitazione") che va ad indicare "la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni", quindi la perfetta tranquillità dell'animo, tanto è che da ataraxia in latino si tradusse in tranquillitas.

    La vera aristocrazia sia essa nell'animo o nel sangue, c'entra poco con il termine suddetto, chi non ha passioni nella vita sia esso nobile o plebeo è a mio parere un dead man walking, i nobili dell'epoca sia d'animo che di sangue non si liberavano delle loro passioni anzi l'opposto, tanto è che in tutto il Risorgimento sulle barricate molti erano nobili...........e tra gli austro-ungarici stessa cosa, amavano la loro Patria e il loro Imperatore Francesco Giuseppe e combattevano per difendere i loro ideali, quindi amore e passione per quel che facevano.................penso che l'attarasia non la si prendeva in considerazione, quindi il termine in questo contesto è fuori luogo.......

    Nobili, borghesi, cittadini di ogni ceto sociale vivevano e vivono quotidianamente di passioni...........senza passioni siamo nulla.

    Personalmente non mi libererò mai delle mie passioni........

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    1,391
    é importante ricordare quel giorno, i suoi caduti e ciò che ne conseguirà..............bravo squalone
    Sono anche su Facebook: German militaria collezionismo

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    889
    Bravo e grazie Squalone per la tua risposta amplissimo e condivisibile per me. Ci sono veramente dei molti argomenti intelligenti che posso seguire. Naturalmente sarà molto importante di ricordarsi di questo giorno, specialmente sarebbe essere importante per i nostri due paesi che hanno soffrito molto durante GM1. Non sono pazifista, no, no. Ma sostianzialmente e nonostante da visto d`oggi credo che troppo passione che si svilupperebbe troppo nazionalistica potrebbe anchè risultare in ostilità contro altri paesi. Questo sarebbe valido per tutti e specificamente per noi austriaci--questo è la mia opinione, se è permesso, scusate.Questo volevo esprimere, nient`altro. Anch`io amo la mia patria austriaca come voi la vostra. Inoltre non sono un "teutonico freddo" senza passione, ci siamo molto appassionati anchè. Per esempio e personalmente ho una passione grande per Italia. Amo molto la lingua italiana (lingua bella della cultura e musica) la cultura italiana e la paese e gente italiana brava!! Naturalmente sono di lingua austriaca--che cos`altro? (La quale differisce un po dalla lingua tedesca inoltre...ma questo "un po" sembra importante per la mia piccola paese.. )
    Saluti cordiali

  8. #8
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794
    Ottimo dopp era esattamente quello che volevo esprimere, io sono italiano e tu austriaco, il mio amore per la mia Patria mi spinge a volte a essere un po' di parte, ma penso che sia così per tutti coloro che amano davvero nel profondo la propria bandiera, il proprio paese etc; ma sono anche uno studioso di Storia e faccio ricerche, e la Storia va studiata con passione ma con distacco nazionalistico, altrimenti non è più Storia ma faziosità.........

    Ti chiedo scusa per la questione lingua, ho sempre pensato che la lingua austriaca e la tedesca non avessero nessuna differenza, e sono contento che oggi ho imparato una cosa nuova.

    Personalmente a me piace confrontarmi su temi difficili, come quello di oggi, ma con pieno rispetto degli ideali altrui, perchè il dolore e la sofferenza di una guerra sono comuni a ogni nazione belligerante, a differenziare le nazioni, sono le motivazioni che spingono a una guerra, ma tali motivazioni, posso essere combattute e incomprese, ma sempre rispettate............come nell'antico codice cavalleresco.

    L'avversario va sempre rispettato...............sempre, questa dev'essere la regola più importante in ognuno di noi.

    Beh io dell'Austria, adoro la Sacher Torten (si scrive così?), la musica di Mozart e altre cose ancora.............l'Italia ha una lingua affascinante, è l'unica ad esempio che si legge come si scrive, ha quasi mille anni, suoi padri furono Alighieri, Boccaccio, Petrarca e altri ancora...............l'intero territorio nazionale è una fucina infinita di Cultura, Storia e tradizioni culinarie incredibili.

    Tra i miei viaggi futuri, è previsto un viaggetto a Vienna, desidero vedere Schonbrunn................e non solo ovviamente.

    ChM
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    IMG_0001.jpg

    ... oggi possiamo solo raccotare gli eventi, non li possiamo mutare... il IV novembre 1918 noi abbiamo vinto.

    Saluti

    f.m.
    E' la somma che fa il totale.

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    889
    Questo è corretto veramente, c`è ne niente da cambiare! È un fatto storico immutabile. Anchè se amo Italia, questo fatto non è semplice sopportare sempre per un austriaco ma riesco bene. Un fatto che mi piace più e certamente l`amicizia tra i nostri paesi da allora...
    Saluti cordiali

Pagina 1 di 7 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato