Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 54

Discussione: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai francesi

  1. #31
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    255

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    Comunque i soldati francesi che materialmente misero piede in Normandia durante lo sbarco furono molto pochi, mi sembra di aver letto da qualche parte che furono meno di un centinaio, quelli dal fronte italiano furono ritirati solo nel 1944 dopo la liberazione di Roma, quando arrivarono dalle parti di Siena, dopo aver fatto danni, per lo sbarco nella Francia del sud. Riguardo alla fucilazione di prigionieri concordo con te ma la Francia di Vichy diede un aporto notevole alla causa nazista, ad esempio deportando molti cittadini francesi nei campi di sterminio solo perchè di fede ebraica, tieni precente che anche Petain fu condannato a morte, sentenza poi commutata. Chi combatte per gli invasori del proprio Paese si assume con tale scelta tutte le conseguenze che ne derivano. Ciao

  2. #32
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    I Francesi che parteciparono allo sbarco furono una centinaia, in divisa dei Commando inglesi. Tenente di vescello Kieffer; Addesso ho poco tempo per mettere foto.
    Soltanto in agosto,la 2e DB di Leclerc partecipa alla presa di Falaise. Era sbarcata solo dal 1 agosto a Utah Beach.
    Per ricordare, l'Armée d'Afrique risultava dall'Armée de Vichy, per mentenere l'ordine (100000 uomini). Si era preparata per riprendere il combattimento. Era il CEF in Italia (generale Juin)
    La 2 DB era un reparto gaullista ex francesi liberi (FFL).
    ALEX
    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    103

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    Arruolarsi in un esercito nemico in tempo di guerra porta inevitabilmente alla fucilazione. Si può contestare a Leclerc il fatto di aver fucilato i prigionieri senza processo, ma è innegabile che quel reato comporta la pena di morte in qualunque esercito. Ciò è accaduto anche in Italia, dove il comando italiano diramò l'ordine di fucilazione per tutti gli appartenenti ai corpi volontari e politici della RSI, quali SS italiane, Decima MAS, Brigate Nere, milizie varie più o meno regolari. Chiaramente fu impossibile applicare l'ordine nella sua totalità*, poiché si trattava di decine di migliaia di uomini. Riguardo al comportamento delle SS, è superfluo dire che fu l'efficiente e crudele braccio di un regime malvagio e fu dichiarato dalle Nazioni Unite un'associazione criminale da perseguire. Penso che dopo le efferatezze continuate compiute, nessun appartenente a quel corpo può lamentarsi delle conseguenze.
    Riguardo al comportamento dell'esercito americano in Italia, non fu peggiore di quello degli inglesi e fu migliore di quello dei francesi. Le truppe italiane, inoltre, compirono massacri e fucilazioni di prigionieri in Africa orientale, in Libia, nei Balcani ed in Russia.

  4. #34
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    Citazione Originariamente Scritto da mimmo anfora
    Le truppe italiane, inoltre, compirono massacri e fucilazioni di prigionieri in Africa orientale, in Libia, nei Balcani ed in Russia.
    Poi dare precisione ? Conosco nei Balkani solo la straggia di Domenikon.
    Le CCNN non hanno mai comesso crimi di guerra in Russia, neanche gli altri reparti. A Nuremberg le truppe italiane non furono mai evocate.
    Ma in Italia, donne violentate, stragge delle Allati ci sono prove, come questo :
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

  5. #35
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    Per gli SS francesi, non avevano partato le arme contro i francesi, neanche in Francia.
    Non si consederavano piu francesi, ma soldati europei, lottando contro il bolcevismo.
    Questi SS furono consegnati dalla US Army à* Leclerc. Doveva portare questo caso davati il tribunale militare di campania.
    L'8 maggio la guerra era finita, la capitulazione delle forze armate tedesche alle Alleati fù firmata à* Reims (Francia).
    ALEX
    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

  6. #36
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

  7. #37
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    http://raknagar.blogspot.com/2008/09/le ... ation.html
    Il caso di Esperia, con le truppe del CEF. (algerini, tunisiani,marocchini)
    Composizione del CEF :
    viewtopic.php?f=8&t=24707
    Anche lo scrittore Norman Lewis in Napoli 44
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    22

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    ho letto il libro di Lewis, un triste ritratto dell'Italia del 1944, ma per molte cose lo scrittore venne affascinato, incredibilmente i fatti narrati corrispondono in parte all'Italia attuale.

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    103

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    Il 16 febbraio 1943 le truppe italiane misero in atto la più grave rappresaglia in Grecia:
    l'eccidio di Domenikon in Tessaglia. Furono i militari della Pinerolo, in risposta ad un attacco dei partigiano durante il quale erano stati uccisi 9 italiani, a compierlo. Essi circondarono il villaggio, rastrellarono la popolazione e fecero un primo raduno sulla piazza centrale. I caccia italiani sganciarono bombe incendiarie e case, fienili, stalle bruciarono tra le urla delle donne e i muggiti lugubri delle vacche. Al tramonto, le famiglie di Domenikon furono portate sul luogo dell`agguato. Dopo esser stati separati dalle donne, tra pianti e calci, tutti i maschi sopra i 14 anni furono fucilati nel giro di un'ora, e i contadini dovettero ammassarli in fosse comuni. La notte e l'indomani i soldati della Pinerolo assassinarono per strada e per i campi pastori e paesani che si erano nascosti: fecero 150 morti.
    Domenikon fu il primo di una serie di episodi repressivi nella primavera-estate 1943. Il generale Carlo Geloso, comandante delle forze italiane di occupazione, emanò una circolare sulla lotta ai ribelli il cui principio cardine era la responsabilità* collettiva. Per annientare il movimento partigiano andavano annientate le comunità* locali» . L'ordine si tradusse in rastrellamenti, fucilazioni, incendi, requisizione e distruzione di riserve alimentari. A Domenikon seguirono eccidi in Tessaglia e nella Grecia interna: 30 giorni dopo 60 civili fucilati a Tsaritsani. Poi a Domokos, Farsala, Oxinià*. Le autorità* greche segnalarono stupri di massa. Il comando tedesco in Macedonia arrivò a protestare con gli italiani per il ripetersi delle violenze contro i civili. Il capo della polizia di Elassona, Nikolaos Bavaris, scrisse una lettera di denuncia ai comandi italiani e alla Croce rossa internazionale: «Vi vantate di essere il Paese più civile d'Europa. ma crimini come questi sono commessi solo da barbari». Fu internato, torturato, deportato in Italia.
    Gli italiani imitarono i tedeschi, ma senza la loro tecnica. Nel campo di concentramento di Luisa, furono fucilati per rappresaglia oltre mille prigionieri greci. Molti morirono di fame, denutrizione, epidemie. Nel solo inverno 1941, la carestia indotta dall'amministrazione italiana fece tra i 40 e i 50 mila morti. Nell'intero periodo morirono di fame e malattie tra i 200 e i 300 mila greci. Nel 1946 il ministero greco della Previdenza sociale, nel censire i danni di guerra, calcolò che 400 villaggi avevano subito distruzioni parziali o totali: 200 di questi causati da unità* italiane e tedesche, 200 dai soli italiani.
    I generali Geloso e Benelli altro non fecero che applicare le linee guida del generale Roatta in Jugoslavia, che teorizzò la strategia «testa per dente». Klinkhammer dichiara che le fucilazioni italiane in Slovenia, nella provincia di Lubiana. ebbero le stesse dimensioni delle fucilazioni tedesche in Alta Italia dopo l'8 settembre. Oltre 100 mila slavi transitarono per i campi di concentramento italiani in Jugoslavia. Nell'isola di Rab, morì il 20 per cento dei prigionieri. E se dopo il 1945 Badoglio e Graziani furono i primi due criminali di guerra elencati dalle autorità* etiopi, per la Grecia e i Balcani furono sollevate analoghe richieste per i generali Roatta, Ambrosio, Robotti e Gambara.
    Riguardo alla Russia, ho visto una puntata di "La storia siamo noi" dedicata a quella campagna. Un reduce, ufficiale della Ravenna, piangendo, affermò che durante i combattimenti non si facevano prgionieri russi. Durante la ritirata del 1942-43, egli fu catturato e rientro in Patria nel 1946.
    Per quanto riguarda le fucilazioni di cittadini che si arruolano in eserciti nemici, possono avvenire anche in caso di armistizio, se il reato è stato commesso durante il conflitto. I francesi arruolati nelle SS erano in una condizione morale peggiore di quelli arruolati nelle milizie di Vichy.

  10. #40
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: 8 maggio 1945 : 12 soldati francesi fucillati dai france

    Grazie Mimmo, conoscevo Domenikon, gli altri no. Per la Russia, la regola era cosi, i russi è i tedeschi avevano dichiarato di non fare prigioneri. Durante la bataglia di Natale, un reparto di CCNN, feriti furono decimati dai russi.
    ALEX
    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •