Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Accessori da elmetto.

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Accessori da elmetto.

    Citazione NORBY73:
    Mi permetto di segnalare l'ottimo lavoro fatto da Andrea (herr x) sugli accessori da elmetto della Wehrmacht pubblicato sul sito dell'Associazione WorldWar.it a questo indirizzo
    http://www.milistory.net/sito/militaria/t ... da-elmetto
    [attachment=13:22f9268o]a.jpg[/attachment:22f9268o]

    Negli anni precedenti lo scoppio delle ostilità* gli addestramenti militari prevedevano esercitazioni sul campo che vedevano gruppi fronteggiarsi nella simulazione del combattimento ravvicinato. Tali gruppi per distinguersi facevano uso di una fascia di cotone reversibile (rossa esternamente e gialla internamente) da applicare al proprio elmetto. Il colore rosso indicava le forze nemiche attaccanti mentre quello giallo il personale fuori combattimento; anche gli arbitri che seguivano le manovre disponevano di una fascia simile ma bianca da applicare al berretto. La fascia destinata agli elmetti M16 e M18 fu testata durante le manovre effettuate dal 22 agosto al 2 settembre 1932 e fu definitivamente approvata e denominata "Helmband 32" alla fine delle stesse. La fascia misurava 75 cm di lunghezza per 4 cm di larghezza e poteva essere regolata per mezzo di una fibbia in alluminio, quindi assicurata all`elmetto mediante un nastrino grigio elasticizzato munito di gancetto e cucito nei pressi della fibbia, che risultava infine agganciato al bordo posteriore dell`elmetto.

    Nelle foto che seguono i particolari della fascia ed il suo impiego durante le esercitazioni:
    [center:22f9268o][attachment=12:22f9268o]b.jpg[/attachment:22f9268o][/center:22f9268o]
    Nel luglio del 1936 fu introdotto un nuovo modello di fascia (Helmband 36), questa si differiva dalla precedente per l`applicazione aggiuntiva di altri due nastrini muniti di gancetti posizionati ai lati dell`elmetto quando veniva applicata.
    [attachment=11:22f9268o]c.jpg[/attachment:22f9268o]
    Un`ulteriore semplificazione permise l`eliminazione della fibbia di alluminio; l`aggiunta di un pezzo di elastico colorato della stessa larghezza cucito per tenerla unita, ne garantiva una maggiore aderenza all`elmetto. Anche i nastrini che servivano a fissare i ganci al bordo dell`elmetto furono sostituiti con semplici pezzetti di elastico bianco dalle dimensioni più ridotte.

    I particolari della fascia semplificata ed una comparazione tra un elmetto M16 munito di Helmband32 ed un M35 munito di Helmband36:
    [attachment=10:22f9268o]d.jpg[/attachment:22f9268o]
    Con lo scoppio della guerra ed il suo proseguo, si rese necessario adattare gli elmetti alle condizioni migliori di mimetizzazione relativamente alle zone di operazioni ed alle stagioni in corso. Quindi mentre già* in fase di produzione gli elmetti assumevano colorazioni più opache e ruvide, l`intervento individuale dei soldati portò allo sviluppo di configurazioni più o meno elaborate quali: l`uso di pezzi di tela mimetica applicati mediante anelli di gomma ricavati dalle camere d`aria, l` utilizzo di fil di ferro per trattenere il fogliame, stracci bianchi legati per il mimetismo sulle distese innevate etc. Un accorgimento contemplato dal regolamento prevedeva l`applicazione della cinghia in dotazione al tascapane individuale con funzione di trattenimento del fogliame, come illustrato di seguito:
    [attachment=9:22f9268o]e.jpg[/attachment:22f9268o]
    [center:22f9268o]Stahlhelmbezüge (Spittermuster 31)[/center:22f9268o]

    La pratica di mimetizzare gli elmetti per mezzo di una copertura risale alla Grande Guerra e lo sviluppo del disegno mimetico prosegue per tutta la Repubblica di Weimar comprendendo il Terzo Reich. Lo schema geometrico "scheggiato" denominato Splittermuster fu sviluppato agli inizi del 1930 e adottato con il telo tenda (Zeltbahn) nel 1931. Questo tipo di mimetismo lo troveremo sulle coperture non ufficiali realizzate presso le sartorie da campo delle retrovie o attraverso iniziative personali adottate dai reparti. Bisognerà* attendere il 1943 per la comparsa di un telino regolamentare reversibile (mimetizzato all`esterno e reso bianco all`interno), distribuito in quantità* limitate alle cosiddette unità* al fronte anche se la pratica del "fai da te" proseguirà* per tutta la durata del conflitto. Il telino regolamentare veniva confezionato in tre taglie.

    Particolari e applicazione all`elmetto di un telino di fattura non ufficiale con disegno mimetico (Spilttermuster 31) ed il suo impiego in zona di operazioni:
    [attachment=8:22f9268o]f.jpg[/attachment:22f9268o]
    [attachment=7:22f9268o]g.jpg[/attachment:22f9268o]

    [center:22f9268o]Schutzbrille[/center:22f9268o]


    Numerose per tipologia e materiali impiegati, le varianti di occhiali destinate ai soldati in zona di operazioni; a partire dai piloti, sommergibilisti, autisti, truppe da montagna, motociclisti etc. Anche per la fanteria appiedata furono ideati occhiali poi generalizzati a varie specializzazioni dalle caratteristiche più elaborate fino ai più semplici "usa e getta" (Augenschutzer 42) molto pratici ed economici. Era pratica diffusa posizionare gli occhiali sull`elmetto come nel caso dei motociclisti o dei reparti corazzati, quelli illustrati sono tra i modelli che hanno goduto maggior popolarità* fra le truppe combattenti:
    [attachment=6:22f9268o]h.jpg[/attachment:22f9268o]
    [center:22f9268o]Tarnetz 42[/center:22f9268o]
    La rete regolamentare a maglie larghe da fissare all`elmetto, venne distribuita a partire dall`agosto del 1942. Realizzata in corda di canapa grezza con tonalità* che variavano dal canapa naturale al verde scuro, si adattava alla forma dell`elmetto in maniera abbondante e veniva regolata per mezzo di uno spago munito di anello che attraverso le maglie, cingeva lo stesso nella sua circonferenza. Anteriormente vi era un`eccedenza che lasciata cadere davanti al viso ne permetteva la mimetizzazione; in alternativa utilizzando i due gancetti posti alle estremità*, si poteva ribaltarla sopra l`elmetto agganciandola alle maglie. Per finire due pezzi di fil di ferro sagomati e incastrati tra il cerchione interno quindi ripiegati verso l`esterno e rispettivamente posizionati sul bordo posteriore e sul frontino anteriore, ne garantivano la stabilità*. La rete veniva consegnata con i rispettivi pezzi di fil di ferro e un volantino che ne spiegava l`utilizzo. In realtà* le foto d`epoca dimostrano come i soldati aggiustassero la rete in maniera disordinata e talvolta utilizzassero anche reticelle alleate di preda bellica.

    Le foto illustrano il metodo corretto per l`applicazione della rete regolamentare, una foto d`epoca ne dimostra l`utilizzo in combattimento:
    [attachment=5:22f9268o]i.jpg[/attachment:22f9268o][center:22f9268o][attachment=3:22f9268o]01.jpg[/attachment:22f9268o][/center:22f9268o][center:22f9268o][attachment=2:22f9268o]02.jpg[/attachment:22f9268o][/center:22f9268o]
    [center:22f9268o]Stahlhelmbezüge (Sumpfmuster)[/center:22f9268o]

    Lo sviluppo dello schema mimetico previsto per specifici capi in dotazione alla Heer porta alla realizzazione di alcune varianti relative al telino regolamentare da elmetto. Tra la fine del 1942 e inizio1943 verrà* concepito il nuovo disegno mimetico (Sumpfmuster 43) ideato per ambientazioni umide e paludose. Lo schema a poligoni di tonalità* marrone e verde su sfondo feldgrau chiaro presenta contorni meno accentuati ed accesi mantenendo la presenza dei trattini verdi sovrastampati che ne migliorano l`effetto mimetico. L`anno seguente vedrà* la comparsa di un ulteriore modifica (Sumpfmuster 44) che sfumerà* ulteriormente i contorni dei poligoni perdendo definitivamente l`effetto scheggiato. Lo sfondo potrà* essere di tonalità* feldgrau chiaro o sabbia e i trattini di norma risulteranno più chiari. E` plausibile pensare che siano stati confezionati telini da elmetto per l`esercito con gli schemi mimetici sopra descritti anche se la documentazione è piuttosto scarsa. Molte discussioni sono ancora in essere sull`adozione di questi telini anche se alcuni esperti ne attribuiscono l`esistenza limitata all`uso sperimentale. L`esemplare illustrato di seguito presenta la policromia sfumata denominata "Sumpfmuster 43", seguirà* il modello successivo con lo schema modificato nel 1944 accanto a una comparazione di schemi mimetici a confronto, inoltre una foto scattata in zona d' operazioni che potrebbe dimostrare l`impiego del telino sfumato in tempo di guerra:

    [attachment=0:22f9268o]p.jpg[/attachment:22f9268o]
    [attachment=1:22f9268o]o.jpg[/attachment:22f9268o]
    [attachment=4:22f9268o]m.jpg[/attachment:22f9268o]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,790

    Accessori da elmetto

    Mi permetto di segnalare l'ottimo lavoro fatto da Andrea (herr x) sugli accessori da elmetto della Wehrmacht pubblicato sul sito dell'Associazione WorldWar.it a questo indirizzo
    http://www.milistory.net/sito/index.php?o ... Itemid=177

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Accessori da elmetto

    Hai fatto bene,il lavoro fatto da Andrea è davvero ottimo!

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: Accessori da elmetto

    Grazie della segnalazione, un lavoro eccezionale, molto dettagliato con tante belle foto d'epoca.

  5. #5
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re: Accessori da elmetto

    Quoto anch'io.. ottimo e chiaro lavoro
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: Accessori da elmetto

    Rinnovo i ringraziamenti anche in questa sede, è una gran bella soddisfazione!
    Andrea
    Infanterie Königin aller Waffen

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Accessori da elmetto

    Ottima segnalazione Norby!!!Il nostro Herr X ha preparato uno studio davvero sublime!!!Bravissimo,Herr X!!!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Como
    Messaggi
    4,434

    Re: Accessori da elmetto

    Ottimo Andrea!
    Il dubbio è fastidioso, ma la certezza è degli imbecilli.

    Certi libri sembrano scritti non perché leggendoli s’impari, ma perché si sappia che l’autore sapeva qualche cosa.

    Saluti Enrico
    Pz.65

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •