Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 45 di 45

Discussione: Accessori mitragliatrice Hotchkiss

  1. #41
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Accessori mitragliatrice Hotchkiss

    Citazione Originariamente Scritto da kanister
    Ciao Klaus: vediamo di mettere in ordine alcune date:

    1922: fine guerra greco turca.
    1926: adozione da parte della Grecia della Hotchkiss mod 22, denominata mod. 26.
    1928: adozione dell'alfabeto latino al posto dell'arabo.

    Messe le cose in quest'ordine direi che è impossibile che Mod 22 siano finiti in Turchia per cause belliche.

    Se invece parliamo dei modelli precedenti tutto è possibile, anche se sappiamo che la Turchia gravitava nell'orbita tedesca e quindi armi Hotchkiss possono essere arrivate solo quali prede di guerra: d'altra parte sappiamo anche che tra il 1900 ed il 1922 si sono succedute tutta una serie di guerre tra greci e turchi, ed anche dopo la conclusione della 1GM truppe francesi ed inglesi erano presenti sul suolo turco.
    Esatto: parlavo proprio dei modelli precedenti... Sappiamo se sono stati adottati dalla Grecia, nel corso della guerra Turco-Greca? Oppure quella del 1926 era la prima adozione, in assoluto?
    Escluderei, infatti, che i mod. 22-26 possano essere stati usati in una guerra terminata nel '22, è ovvio.
    Tenderei, però, anche ad escludere che la Germania possa aver fornito, dopo Versailles, mitragliatrici di preda bellica alla Turchia.
    Forse lo avrà* fatto prima dell'armistizio, ma suppongo che ciò avrebbe comportato uno sforzo immane, date le condizioni delle FF.AA. tedesche nel corso del conflitto: ciascuna singola mitragliatrice valeva tanto oro quanto pesava, per un esercito ridotto a fare il pane con la segatura... Però è possibile.
    Tenderei anche ad escludere che le forze armate di occupazione Britanniche o Francesi possano aver fornito o lasciato armi all'ex nemico, dato che erano alleati della Grecia... e questo è forse ancor meno possibile, però... non mi stupirebbe più di tanto....
    Vorrei sapere di più sui protettorati britannici e francesi in Maghreb, Siria e Medio-Oriente, magari riusciamo a capire di più....

  2. #42
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Accessori mitragliatrice Hotchkiss

    Ciao Klaus, come da tua sollecitazione ho ricontrollato le mie fonti sulla mitrailleuse Hotchkiss: devo fare qualche piccola correzione, prima andavo a memoria ed ora spero di essere più preciso.
    Intanto la prima adozione è del 1897, non del 1898. E poi fu costruita sino al 1930 circa, mentre prima ricordavo fosse stata prodotta sino al 1918.

    Detto questo sembra che sia stata esportata nei vari modelli in mezzo mondo: tra gli utilizzatori trovo Brasile, Messico, Spagna, svariati stati balcanici, Grecia, AEF in Europa, Italia, Gran Bretagna, però non trovo alcuna indicazione di paesi di lingua araba.
    Ho dimenticato il principale utilizzatore: la Francia.

    Quando parlavo di prede belliche intendevo armi lasciate non intenzinalmente in mano turca, quindi potrebbe essere successo sia nelle varie guerre balcaniche che hanno preceduto la 1GM, sia nella guerra greco-turca degli anni venti, in cui intervennero anche truppe inglesi e francesi

    Torno ancora ad osservare che il mirino per il tiro contraereo è disassato e quindi non ne vedo l'utilità* in armi con sistema di caricamento laterale. In effetti l'unica arma a cui potrebbe essere collegato è un modello con caricatore verticale: quindi Hotchkiss 22, Chatellerault 24-29, Bren e antennati vari, Madsen....
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  3. #43
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Accessori mitragliatrice Hotchkiss

    A questo punto sorge spontanea una domanda (almeno per me):
    Siete sicuri che quel particolare modello di oliatore fosse tipico di un'arma Hotchiss e non sia lì per "tappare un buco"?
    Visto che far tornare il tutto nella logica della storia le difficoltà* non mancano... come è stato scritto più sù potrebbe essere una raccolta di parti diverse....
    Voi che avete esperienza in merito riconoscete coerenza fra i vari oggetti?
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  4. #44
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Accessori mitragliatrice Hotchkiss

    Questa che poni è una delle eventualità* che abbiamo già* preso in considerazione: è vero, il kit può essere frutto di un marriage.
    Quello che potrebbe aiutare molto è sapere se i numeri che appaiono sull'asta del mirino contraerea disassato è in caratteri arabi o meno.
    Dalle foto non si capisce bene.
    Infatti, se è ancora plausibile che il nome del celebre costruttore sulla chiave sia scritto in caratteri latini, se il numero posto sul mirino è in caratteri non arabi... il marriage è pressochè certo.
    Se il numero è, invace, in caratteri arabi, propenderei per una cattura turca, posto che la scritta, sebbene sia in arabo e, quindi, leggibile sia dagli arabi che dai persiani, non è in lingua Araba, nè Parsi.

  5. #45
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Accessori mitragliatrice Hotchkiss

    Vediamo di agitare le acque e se possibile di intorbidirle un poco. Ho impressione che tutti noi abbiamo dimenticato un fattore importante nel settore armamenti e cioè l'iniziativa privata. Non solo i governi vendono le armi ma anche i privati che dopo la prima avranno sicuramente fatto buoni affari con il surplus. Le truppe del negus ad esempio erano largamente fornite da privati oltre che dai governi amici. Non potrebbe essere un caso analogo di kit "civile" per un'arma militare? Il mirino antiaereo poi non lo considererei a questo punto nodale perchè non sarebbe la prima volta che vengono fornite dotazioni sbagliate. E poi un privato sarebbe forse più disponibile a fornire kit personalizzati per qualche piccolo esercito.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato