Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17

Discussione: accessorio mauser cinese

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,599
    Le cinesi sono el mauser più diffcili! Comunaue già* cenni (e foto) della tua "Taku Naval Dockyard Flatside" insomma tipo la nostra Marina, li trovi nel solito System Mauser, di Breathead del lontano 67. Ma per conminciare ad avere notizie un po più approfondite bisognerà* aspettare altri vent'anni quando i cinesi hanno incominciato a vendere agli importatori americani finalmente le loro vecchie Mauser. Ma anche qui bisogna arrangiarsi con le deduzione perchè non esistono assolutamente archivi o testimonianze scritte. I Cinesi si sono innamorati della 1896 già* ai tempi della guerra dei Boxer, nel 1900, e sono piano, piano diventati il principale mercato della Broomhandle, dove si calcola che abbiano assorbito praticamente, tra 1912, bolo, 1930, e 712, più della metà* della produzione totale delle Mauser. Dapprima hanno cominciato a fabbricare i ricambi (oltre alla tacche che ho spedito, ho una molla del caricatore con sezione molto più spessa, poi un fondello, e due guancette in corno, molto più solide delle solite in noce) e infine si sono buttati senza inibizioni. Le più note, perchè costruite alla luce del sole e in picocle serie, sono appunto le 45 e le Taku, a metà* tra le imitazioni e le rielaborazioni (le Taku per esempio sono flat side solo fuori, dentro invece sono 1912 NS. Ma i cinesi hanno anche costruito, alla faccia del trade marks, veri e propri cloni di Mauser, copiate e marcate esattamente come le originali. Sempre, anche quando è passabile, la finitura è molto andante e i materiali molto più poveri delle originali. La Taku è la meglio finita delle copie cinesi, e dovrebbe essere degli anni venti e costruita in poche migliai di esemplari. Ho diverse foto di cinesi con le Mauser, ma per lo più impugnano Bolo o shnellfeur, ahimè niente flat side..........
    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    Grazie, collima con quanto ho trovato fino ad ora.. le mauser non sono il mio campo e mi sto muovendo a tentoni...

    ed in effetti la mia ha una matricola relativamente bassa : 25xx

    Dimenticavo .... pare che alcune 1899 (si parla comunque di almeno una ventina di pezzi) sarebbero finite qualche anno fà* in Finlandia, acquistate da un nome molto noto ... e provenivano dalla Cina.

    Ogni supposizione è lecita su come e quando siano finite nel celeste impero.

    axel 1899

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,599
    Di solito le Taku (e di solito vuol dire le tre fotografie che ho visto) sono marcate sulla camera "TAKU NAVAL DOCKYARD", ed essendo una produzine commerciale dovrebbero a rigor di logica essere tutte marcate così. Mentre esistono altre flatside cinesi senza marchi(una è persino fotografata sul nostro solito Sistem Mauser). La matricola dice poco perchè può essere persino rimessa posteriormente per poterle importare, o ai tempi a lotti di armi disomogenee. Io ne ho visto un altra di flatside, solo marcata Hunan che è la regione delle armi cinesi. Di sicuro i pezzi più interessanti, anche riguardo alle cinesi, per forza di cose escono sempre dall'america e non dalla cina, visto che loro hanno cominciato a importarle (e sceglierle) già* 50 anni fa.....
    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    Da qualche parte avevo letto che le prime Taku prodotte non erano marcate... ma devo riordinare il mio archivio e recuperare la fonte .... la mia non ha alcun marchio (se si escludono un paio di minuscoli marchi geometrici) .. la matricola è riportata per esteso o parzialmente su tutti i componenti, sarei quindi certo che sia stata apposta all'epoca.

    grazie

    axel 1899

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,599
    Perchè non ce la posti? Tutto è possibile, e tutto e relativo, più che mai con le mauser cinesi, ma io mi fido solo dei documenti, e di quellic eh scrivono che producono documenti. Girano molte notizie in internet sui siti sulla broomhandle, ma sono al 99,9 % ripresi dalla editorialistica americana degli anni 60 (ma succede anche sulle Luger). Molte delle copie della Mauser cinesi, erano costruite praticamente a mano, cercando il più possibile di imitare gli originali, pensando a un interlocutore che non era un collezionista, ma uno che ne voleva una tedesca o come quelel tedesche. Ti allego quelle che rimane di una bolo cinese, (ho delle diapositive della pistola rottamata perchè ai tempi non esitevano le digitali) paragonata ai pezzi corrispondenti di una comune bolo tedesca. Le guancette di corno che ti dicevo, la tacca, la molla della tacca, sopratutto il fondello del caricatore, dove la matricola sono le ultime 3 cifre di una 730.000 e dubito francamente che il nostro artigiano abbai fabbricato più di mezzo milione di copie..... Circa la nostra Taku sarebbe davvero interessante mettere di fianco la tua con una marcata per vedere se corrispondono i "banchi". E comunque ho imparato a mie spese (su una Luger Spandau) che se gli americani chiamano una "taku naval dockyard flatside" e l'altra "unmarked flatside chinese" somo due cose diverse......





    Immagine:

    57,09*KB
    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    Allora.... hai sicuramente ragione riguardo alla generica difficoltà* di stabilire se quanto riportato in un sito internet è affidabile o meno...

    nel caso specifico ho dato un occhiata ai miei appunti , un utente di IHAM mi rispondeva il 26 giugno 2005 quanto segue :

    a completamento di quanto affermato nel messaggio precedente, il link ove si trova la descrizione (in cinese) è
    www.chinesefirearms.com/guns/Taku-g.htm
    Un giro con un traduttore trovato in rete (www.babelfish.altavista.com) permette di scoprire che dovrebbero essere state prodotte dalle 5000 alle 6000 pistole, attorno al 1918.
    Sempre secondo il documento, le prime 1000 avevano l'iscrizione del fabbricante sul fianco destro, le restanti 1200 sulla canna (come da foto) le altre non dovrebbero riportare alcun marchio.


    e ciò quadrerebbe con la matricola della mia cinesina...

    purtroppo non riesco a visualizzare correttamente gli ideogrammi cinesi ... vedi Tu se riesci, di certo su quel sito Vi è una foto di una flat side

    ciao

    axel 1899

    PS : vedo di fare qualche foto

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,599
    ....complimenti axel1899!!!! è una miniera, è c'è anche la foto della flatside, e delle altre stupende di cinesi con le 96 (ahimè tutte bolo)..... purtroppo non si capisce niente, sopratutto non si riesce a salvare e a stampare.... altrimenti domani sera portavo i bimbi al ristorante cinese!!!
    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato