Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 27 di 27

Discussione: Aceto e alluminio

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1,625

    Re: Aceto e alluminio

    Naturalmente si tratta di bicchieri completamente vuoti e di materiale assolutamente inerte al momento del ritrovamento

    Non conquisterai mai nuovi orizzonti senza il coraggio di perder di vista la riva

  2. #22
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Aceto e alluminio

    Apprezzando solo l'aceto balsamico di Modena questo post mi era scappato.
    Allora ricapitolando, credo che Vulcano abbia centrato il problema perchè le pile si possono fare con diversi metalli con risultati più o meno validi. Credo che inoltre l'alluminio agisca da anodo sacrificale beccandosi la maggior parte della corrosione e rendendo più "dolce" il trattamento.
    Lo penso anche in considerazione dei tempi abbastanza lunghi di immersione, l'aceto è sicuramente un acido debole dato che è persino adatto all'alimentazione.
    Considerate però che quello che rende un acido corrosivo non è il tipo di acido ma il Ph, più questo è basso più il nostro acido sarà* corrosivo per i metalli e magari per le nostre mani. I comuni detergenti per gabinetto contengono acido cloridrico che è forte ma sono tamponati. Il Ph è alzato di modo che mangino il calcare ma non lo smalto dei sanitari. La loro azione rimane comunque più "forte" dell'aceto. Per assurdo si potrebbe prendere un acido forte come il cloridrico od il solforico, tamponarlo, immergerci una mano e non riportare nessun danno. Lo so che i concetti esposti sono stati semplificati, ma questo è un forum di militaria e non un laboratorio chimico. Non chiedetemi come si tampona un acido perchè non ve lo dico.
    Altra cosa da prendere in considerazione nell'uso dell'aceto come disincrostante è la temperatura. Se scaldate l'aceto l'azione sarà* molto più forte e rapida come il mantenere il prodotto in agitazione, rimescolarlo ogni 5 minuti lo renderà* più aggressivo e veloce.
    Passiamo poi alla differenza tra una barra di alluminio e dei trucioli, a parità* di peso la superficie esposta sarà* a favore dei trucioli e l'azione dell'acido si rivolgerà* maggiormente verso questi.
    Ottone: Coloniale parla di corrosione dello zinco e conseguente arrossamento del metallo. Tutto vero e la soluzione per fare sparire il rosso è solo una cioè la lucidatura pesante con feltro e paste abrasive che asportano lo strato superficiale rivelando il sottostante non corroso. Il risultato è una lucidatura a specchio quantomai "falsa" anche se a me piace tanto
    In quanto all'aggiunta di sale all'aceto ne aumenta l'azione nei confronti degli ossidi rendendo l'azione più rapida. Non ricordo perchè ma è cosi. Se ricordate tempo fa alla televisione pubblicizzavano una piastra che immersa in acqua salata puliva rame ed argento. Il principio è similare.
    Comunque il mio preferito rimane il cloridrico in quanto posso tarare l'azione in base ai tempi di immersione anche se l'errata tempistica può portare ad avere delle superfici craterizzate tipo buccia d'arancia.
    Dopo la detersione con acidi comunque è importante dicordarsi di neutralizzarne l'azione sui pezzi metallici almeno con un' immersione in acqua e bicarbonato, sopratutto con pezzi non lisci e con cavità* dove la carognetta potrebbe continuare a lavorare.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Toscana
    Messaggi
    1,625

    Re: Aceto e alluminio

    Ottimi consigli e considerazioni

    Non conquisterai mai nuovi orizzonti senza il coraggio di perder di vista la riva

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    239

    Re: Aceto e alluminio

    Allora, le reminiscenze di chimica non erano troppo offuscate: il potenziale del Al è negativo come per lo Zn quindi l`effetto è quello.

    Per l`ottone un buon metodo senza dover fare tante rilavorazioni è acido solforico al 4% e bicromato di potassio al 1%, unico inconveniente è che non è proprio alla portata di tutti. Così possono essere lavati e lucidati i bossoli in ottone immergendoli nella soluzione per 10 minuti circa dopo devono essere lavati con acqua e sapone ed infine sciacquati con tanta acqua corrente. Importante: sempre versare l'acido nell'acqua e non viceversa!
    L'acido acetico al 5-10% o l'acido citrico può essere usato per immergervi i bossoli per almeno 30 minuti dopodiché andranno risciacquati abbondantemente. L'acido acetico aumenterà* molto l'ossidazione dell'ottone che dopo poco tempo apparirà* scuro anche se mai usato, se poi usate l`aceto balsamico di Andrea....
    L`importante è che non ci vada del ferro dentro altrimenti compariranno le macchie rosse.

    Una via di mezzo alla portata di tutti: comune acido muriatico, immersione per 10-15 min a seconda dell`ossidazione, lavaggio abbondante con acqua e bicarbonato e poi sotto acqua corrente e subito passatina leggera con sidol. L`importante è farne pochi per volta per non fare passare molto tempo tra un trattamento e l`altro.

    Ora però mi viene voglia di provare a fare esperimenti strani tipo che effetto avrà* la coca cola (non ridete: provate a mettere un pezzo di carne in un bicchiere e lasciarlo la notte... sarà* la combinazione di acido fosforico e acido carbonico però... ) ....prima o poi provo e vi dico.

    Ahi, rileggo e vedo che l`ho fatta lunga quindi chiudo.
    Cerco molle ed elevatori per caricatore Fiat Revelli 14

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    263

    Re: Aceto e alluminio

    Citazione Originariamente Scritto da Vulcano
    Allora, le reminiscenze di chimica non erano troppo offuscate: il potenziale del Al è negativo come per lo Zn quindi l`effetto è quello.

    Per l`ottone un buon metodo senza dover fare tante rilavorazioni è acido solforico al 4% e bicromato di potassio al 1%, unico inconveniente è che non è proprio alla portata di tutti. Così possono essere lavati e lucidati i bossoli in ottone immergendoli nella soluzione per 10 minuti circa dopo devono essere lavati con acqua e sapone ed infine sciacquati con tanta acqua corrente. Importante: sempre versare l'acido nell'acqua e non viceversa!
    L'acido acetico al 5-10% o l'acido citrico può essere usato per immergervi i bossoli per almeno 30 minuti dopodiché andranno risciacquati abbondantemente. L'acido acetico aumenterà* molto l'ossidazione dell'ottone che dopo poco tempo apparirà* scuro anche se mai usato, se poi usate l`aceto balsamico di Andrea....
    L`importante è che non ci vada del ferro dentro altrimenti compariranno le macchie rosse.

    Una via di mezzo alla portata di tutti: comune acido muriatico, immersione per 10-15 min a seconda dell`ossidazione, lavaggio abbondante con acqua e bicarbonato e poi sotto acqua corrente e subito passatina leggera con sidol. L`importante è farne pochi per volta per non fare passare molto tempo tra un trattamento e l`altro.

    Ora però mi viene voglia di provare a fare esperimenti strani tipo che effetto avrà* la coca cola (non ridete: provate a mettere un pezzo di carne in un bicchiere e lasciarlo la notte... sarà* la combinazione di acido fosforico e acido carbonico però... ) ....prima o poi provo e vi dico.

    Ahi, rileggo e vedo che l`ho fatta lunga quindi chiudo.

    bicromato di potassio?
    è cancerogeno, molto tossico e illegale vendita e possesso fra un po' in italia
    meglio tornare all' ossalico
    Hai visto le persone terrorizzate?
    Hai sentito le bombe cadere?
    Ti sei mai domandato
    perché abbiamo dovuto scappare nei rifugi
    quando la promessa di un nuovo mondo coraggioso*
    sventolava sotto un limpido cielo azzurro?
    Hai visto le persone terrorizzate?
    Hai sentito le bombe cadere?
    Le fiamme ormai sono passate da tempo
    ma il dolore persiste
    Addio cielo azzurro Addio cielo azzurro
    Addio Addio

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    vicenza
    Messaggi
    1,815

    Re: Aceto e alluminio

    Citazione Originariamente Scritto da zampi
    Citazione Originariamente Scritto da Vulcano
    Allora, le reminiscenze di chimica non erano troppo offuscate: il potenziale del Al è negativo come per lo Zn quindi l`effetto è quello.

    Per l`ottone un buon metodo senza dover fare tante rilavorazioni è acido solforico al 4% e bicromato di potassio al 1%, unico inconveniente è che non è proprio alla portata di tutti. Così possono essere lavati e lucidati i bossoli in ottone immergendoli nella soluzione per 10 minuti circa dopo devono essere lavati con acqua e sapone ed infine sciacquati con tanta acqua corrente. Importante: sempre versare l'acido nell'acqua e non viceversa!
    L'acido acetico al 5-10% o l'acido citrico può essere usato per immergervi i bossoli per almeno 30 minuti dopodiché andranno risciacquati abbondantemente. L'acido acetico aumenterà* molto l'ossidazione dell'ottone che dopo poco tempo apparirà* scuro anche se mai usato, se poi usate l`aceto balsamico di Andrea....
    L`importante è che non ci vada del ferro dentro altrimenti compariranno le macchie rosse.

    Una via di mezzo alla portata di tutti: comune acido muriatico, immersione per 10-15 min a seconda dell`ossidazione, lavaggio abbondante con acqua e bicarbonato e poi sotto acqua corrente e subito passatina leggera con sidol. L`importante è farne pochi per volta per non fare passare molto tempo tra un trattamento e l`altro.

    Ora però mi viene voglia di provare a fare esperimenti strani tipo che effetto avrà* la coca cola (non ridete: provate a mettere un pezzo di carne in un bicchiere e lasciarlo la notte... sarà* la combinazione di acido fosforico e acido carbonico però... ) ....prima o poi provo e vi dico.

    Ahi, rileggo e vedo che l`ho fatta lunga quindi chiudo.

    bicromato di potassio?
    è cancerogeno, molto tossico e illegale vendita e possesso fra un po' in italia
    meglio tornare all' ossalico
    Vai piccolo chimico,
    CERCARE REPERTI BELLICI E' UNA MALATTIA,UNA BELLISSIMA MALATTIA?

    CHIUDIAMO SEMPRE I BUCHI CHE FACCIAMO

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    263

    Re: Aceto e alluminio

    Citazione Originariamente Scritto da jeijei
    Citazione Originariamente Scritto da zampi
    Citazione Originariamente Scritto da Vulcano
    Allora, le reminiscenze di chimica non erano troppo offuscate: il potenziale del Al è negativo come per lo Zn quindi l`effetto è quello.

    Per l`ottone un buon metodo senza dover fare tante rilavorazioni è acido solforico al 4% e bicromato di potassio al 1%, unico inconveniente è che non è proprio alla portata di tutti. Così possono essere lavati e lucidati i bossoli in ottone immergendoli nella soluzione per 10 minuti circa dopo devono essere lavati con acqua e sapone ed infine sciacquati con tanta acqua corrente. Importante: sempre versare l'acido nell'acqua e non viceversa!
    L'acido acetico al 5-10% o l'acido citrico può essere usato per immergervi i bossoli per almeno 30 minuti dopodiché andranno risciacquati abbondantemente. L'acido acetico aumenterà* molto l'ossidazione dell'ottone che dopo poco tempo apparirà* scuro anche se mai usato, se poi usate l`aceto balsamico di Andrea....
    L`importante è che non ci vada del ferro dentro altrimenti compariranno le macchie rosse.

    Una via di mezzo alla portata di tutti: comune acido muriatico, immersione per 10-15 min a seconda dell`ossidazione, lavaggio abbondante con acqua e bicarbonato e poi sotto acqua corrente e subito passatina leggera con sidol. L`importante è farne pochi per volta per non fare passare molto tempo tra un trattamento e l`altro.

    Ora però mi viene voglia di provare a fare esperimenti strani tipo che effetto avrà* la coca cola (non ridete: provate a mettere un pezzo di carne in un bicchiere e lasciarlo la notte... sarà* la combinazione di acido fosforico e acido carbonico però... ) ....prima o poi provo e vi dico.

    Ahi, rileggo e vedo che l`ho fatta lunga quindi chiudo.

    bicromato di potassio?
    è cancerogeno, molto tossico e illegale vendita e possesso fra un po' in italia
    meglio tornare all' ossalico
    Vai piccolo chimico,

    ahahahah almeno che studio per qualcosa
    Hai visto le persone terrorizzate?
    Hai sentito le bombe cadere?
    Ti sei mai domandato
    perché abbiamo dovuto scappare nei rifugi
    quando la promessa di un nuovo mondo coraggioso*
    sventolava sotto un limpido cielo azzurro?
    Hai visto le persone terrorizzate?
    Hai sentito le bombe cadere?
    Le fiamme ormai sono passate da tempo
    ma il dolore persiste
    Addio cielo azzurro Addio cielo azzurro
    Addio Addio

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato