Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 58 di 58

Discussione: AEREO US 2WW emerso dalla sabbia

  1. #51
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Sì,quoto Kanister ed oltre a postare qualche informazione qui posta anche il libro nella Sezione Editoria!!!
    Ciao![ciao2]
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #52
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    redipuglia (Gorizia)
    Messaggi
    349
    in romagna c'e' un'associazione che si occupa del recupero di aerei ( a volte anche sotto diversi metri di terra) nel loro sito ci sono molti ritrovamenti, ora non ricordo l'indirizzo esatto, comunque cercate su google: romagna air finder, dovrebbe venire fuori
    Fabio

  3. #53
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco

    Citazione di kanister:
    Tra l'altro conosce molto bene anche un B17 caduto, credo, in Val d'Aosta. Ciao
    Risposta:Coinfermo la presenza di un relitto di B.17 in Val d'Aosta.Si trova sul ghiacciaio dell'Estelette,in alta Val Veny a poco più di un'ora di cammino dal Rifugio Elisabetta.Io ci sono stato nel 1975 con mio fratello.Purtroppo per varie vicissitudini non ho più fotoggrafie di quell'escursione e l'unico ricordo che mi resta e una copia della rivista "AEREI" del dicembre 1975 per la quale redigemmo un report.Posto volentieri le pagine del report in oggetto.Pienamente d'accordo per un'eventuale escursione la prossima estate.
    [ciao2]Gianfranco

    Immagine:

    41,22Â*KB

    Immagine:

    51,29Â*KB
    Accidenti, il mitico Gianfranco Genta!!
    Mi hai fatto fare un tuffo nel passato, ricordo distintamente quel servizio su AEREI, rivista che per più di venti anni ho "divorato" e collezionato, fin dal primo, e credo oggi introvabile e gelosamente conservato, numero-saggio arrivatomi all'epoca per posta.
    Se non sbaglio era l'ottobre del 1972 e il nome di Gianfranco Genta cominciò ad essere uno dei miei "miti".

    Continuo a comprare molte riviste di aviazione, ma più legate alla Storia; AEREI è diventato troppo "modernista" per i miei gusti.

  4. #54
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Spero di essere smentito ma mentre cercavo collaborazione per tracciare la storia di un bimotore USA caduto a quattro o cinque chilometri da Savona ho trovato più rifiuti che aiuti. Qualcuno era troppo fuori zona, qualcun'altro di interessava solo ad aerei italiani, altri proprio non hanno risposto. Paradossalmente il maggior aiuto l'ho avuto dall'associazione francese Aerorelic, che, pur non potendo collaborare, mi ha dato diverse dritte interessanti circa il comportamento da tenere. Un giorno farò un riassunto delle ricerche e cercherò di postarlo, gli appunti che ho preso sino ad oggi sono piò di 10 pagine.
    Ciao
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #55
    Banned
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    275
    Citazione Originariamente Scritto da micky

    Tanto per fare i conti della serva: uno dei P-38 recuperati in Groenlandia è stato valutato, nello stato in cui si trovava (schiacciato, parti mancanti, ecc.) 3 dico TRE miliardi delle vecchie lire...
    Uno dei P-38 recuperati in Groenlandia.....è uno solo. Non era affatto in brutto stato, visto che 30metri di ghiaccio sono un ottimo surgelante, l'operazione di recupero fu veramente titanica, ma tanto era ottime le condizioni del veivoli che sostituendo alcune parti inevitabilemente marcite, come tutti i fili elettrici, l'aereoplano riprese a volare. Tutt'ora vola.
    In un'altro topic avevo postato le foto con tutta la descrizione dell'operazione.
    http://www.milistory.net/forumtopic.asp?TOPIC_ID=6447

  6. #56
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    800
    Le ali non erano in brutte condizioni... La fusoliera era schiacciata e disassata dalle tonnellate di ghiaccio che aveva sulla capoccia! La ricostruzione è durata tre anni, e non è stata neanche delle più difficili, avendo a portata di mano le parti originali, compreso uno dei due Allison a rotazione destrorsa.
    Il "restauro" di un aereo come questo è in realtà* una vera e propria ricostruzione ex-novo, alla fine l'aereo è originale al 70-80%, come in questo caso.
    Altri relitti alla fine tornano a volare con il 20-30% di pezzi originali, il resto sono pezzi da magazzino (rarissimi e costosissimi) o addirittura ricostruiti ex novo!
    Mick

  7. #57
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    412
    Scusate se arrivo tardi! vi segnalo questo sito per chi è interessato ad immersioni su relitti in liguria

    http://www.coloridelblu.com/immersioni.htm

    che tra gli altri segnala un bel Br 20 a -49 metri e un heikel he111
    a -60 (un pò più impegnativo) foto da paura!
    fortificazioni del savonese...a me!

  8. #58
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    275
    E del B-17 colpito sopra Treviso dalla 4^/311^ Flak il 7 aprile 1944 e precipitato a Rosolina Mare (Chioggia) si sa più niente?
    Ciao
    baffobruno

Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato