Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 40

Discussione: ..Affondate la Bismarck!..(prima parte)

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    buono cocis..
    non sei andato oltre..anzi posta informazioni e quant'altro..

    io invece segnerò un passo..
    per quanto riguarda la terza parte di questo topic.."le considerazioni"..ci rivediamo tra una week..
    ciao

    digjo
    Ciao
    digjo

  2. #22
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ok digjo quando vorrai con calma potrai riprendere non c'è fretta. Buon Week. Ciao
    luciano

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    moltissime rimarranno negli anni le considerazioni più o meno giuste su come andarono i fatti,
    se ad esempio la Bismarck avesse fatto quel benedetto rifornimento di carburante nel mare del Nord, non avrebbe avuto la necessità* di ridurre la velocità* per riparmiare lo stesso una volta colpita più a sud,
    e avrebbe, con l'ausilio delle tenebre, potuto cercare una rotta più "allargata" che permettesse di sfuggire al controllo e ricerca Inglese.

    se il Prinz Eugen non avesse "abbandonato" la Bismarck, forse insieme avrebbero avuto più possibilità* di sfuggire o difendersi,
    probabilmente sarebbero state affondate entrambi data la differenza numerica delle forze in campo..

    se gli aerei tedeschi promessi da Rader in soccorso insieme ai sommergibili si fossero mossi con più anticipo e più fortuna invece di giungere sul campo a giochi ultimati..

    si è detto relativamente al primo scontro tra la Bismarck e il Prinz Eugen e la flotta Inglese, ke se dopo aver affondato l'Hood le Tedesche avessero portato l'affondo anche su la Prince of Wales, già* colpita e in difficoltà*,
    avrebbero tolto di mezzo una forza consistente nel nord atlantico..e sopratutto una corazzata nuova come il Prince of Wales, che aveva addirittura problemi di puntamento come abbiamo già* osservato..(uomini della Vickers-Armstrong a bordo che cercavano di riparare i vari problemi dopo ogni salva sparata)

    Nonostante le critiche subite dopo il fatto (affondamento dell'Hood)..il comportamento della "Prince" fu a livello tattico strategico esatto..infatti decise di disimpegnarsi a causa della momentanea superiorità* tedesca sapendo però ke alle prime luci dell'alba il resto della flotta H li avrebbe raggiunti e avrebbe incrociato la rotta dei Tedeschi, come poi avvenne.
    La "Prince" unitamente al suffolk e al Noffolk seguì le navi tedesche impedendogli di ritirarsi verso nord ..in poche parole chiudendogli la porta alle spalle..(questo addirittura provocò da parte dell'Ammiragliato Inglese una simil nota di demerito prodotta da Pound nei confronti della Prince of Wales per scarsità* offensiva..cosa ke si risolverà* dopo la guerra in verifiche postume)

    Fondamentalmente una cosa scaturì da questo combattimento..lo avrebbero constatato tutte le parti in campo negli avvenimenti futuri..

    l'impiego della forza aerea all'interno dei contesti navali..gli aerei furono i principali artefici della sconfitta tedesca..infatti: furono gli unici a mantenere un contatto visivo con le navi anche quando per cause di tempo avverso i caccia le perdevano di vista..
    una rete di catalina fecero un egregio lavoro anche con un discreto bagaglio di coraggio..ricevendo salve antiaeree che spesso ridussero gli aerei a veri colabrodi..

    Gli aereo siluranti (imbarcati sulla Ark Royal e sul Victorious) che a più riprese attaccarono sia di giorno che di notte e con un tempo decisamente ostile la Bismarck..oltre ad averla seguita con voli di ricognizione..

    gli stessi, che nonostante i combattimenti tra navi fossero stati di elevata pericolosità*, furono gli unici ad avere avuto il colpo giusto al momento giusto (ricordiamo ke l'inizio della fine Bismarck fu il colpo ricevuto a poppa sui timoni)
    gli stessi che con estremo coraggio portarono a segno in seguito una serie elevata di colpi sotto la cintura corazzata della linea di galleggiamento avendo cambiato l'altimetria dei siluri in 6,5 metri invece che 5metri..ed anche l'innesco a percussione piuttosto che magnetico..come accennato anche da Luciano..)
    per fare un esempio di coraggio, uno di questi equipaggi aereosiluranti tornò sulla portaerei con il mitragliere semiassiderato appeso letteralmente all'interno dell'abitacolo a cui un colpo antiaereo aveva asportato completamente il fondo dell'aereo..

    insomma l'arma aerea fu la novità* decisiva della seconda guerra mondiale sul teatro navale..sia nel Mediterraneo, sia in seguito nel Pacifico vedremo che portò alla vittoria il contendente ke gli diede maggior impulso e operatività*..
    l'epoca delle grandi navi da battaglia era destinata a morire e con essa scompariva un mondo epico delle quali vestigia tutt'oggi noi amaramente ricordiamo fatti e curiosità*..

    in ultimo..
    verso la fine del 1941 a qualche mese di distanza da questi avvenimenti trattati, l'Ammiragliato inglese con Poud in testa decise di inviare parte della sua flotta in oriente per impaurire il nuovo pericolo "Giappone".
    furono inviate la Prince of Wales e il Repulse insieme a svariate unita di scorta..queste navi intorno al 2 dicembre raggiunsero Singapore...il 7 dicembre i giapponesi attaccarono Pearl Harbour..e invasero la Malesia..8 dicembre gli Inglesi
    mandarono questa flotta per cacciare i Giapponesi in fase di sbarco..il 9 dicembre la flotta viene avvistata da ricognitori giap..il 10 dicembre sprovvista di adeguata copertura aerea in fase di rientro alla base di Singapore la flotta Inglese
    viene attaccata e affondata da aerosiluranti e cacciabombardieri giapponesi..sia il Prince of Wales che il Repulse,
    né l'Ammiraglio Phillips né il Comandante Leach..scamparono al disastro!.............

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  4. #24
    Banned
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Estero
    Messaggi
    678
    Ottimo lavoro ribadisco ance l'aiuto di Luciano molto bene,complimenti[ciao2]

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    merci ..caro Alain..
    Ciao
    digjo

  6. #26
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao digjo descrizione precisa e puntuale bravo. E` vero grandissima importanza la ebbero il "Consolidated PBY Catalina americani ceduti all`Inghilterra e adibiti alla protezione del traffico mercantile inglese e ancora di più gli Swordfish malgrado l`Inghilterra avesse schierato ben 8 tra corazzate e incrociatori da battaglia, 2 portaerei, 11 incrociatori leggeri e pesanti e 6 sommergibili. Aggiungo qualcosina.
    In sintesi dal " Corriere della sera del 28 maggio 1941" : Accerchiata da 5 navi da battaglia, da 2 portaerei, da parecchi incrociatori, la corazzata ha dovuto soccombere agli aerosiluranti dopo lunga lotta. "Combattiamo sino all`ultima granata. Viva il Fuhrer"
    Berlino 27 maggio
    Il D.N.B. comunica : (tralascio quanto già* raccontato )
    Nel combattimento con le forze nemiche che andavano aumentando la nave Bismarck ha continuato a lottare finchè il 27/5 al mattino ha dovuto soccombere alla strapotenza delle forze nemiche. Si informa poi che da questa mattina la squadra nemica viene attaccata sistematicamente dalle formazioni della Luftwaffe. Con virile, fiero dolore, conclude il comunicato, l`intero popolo tedesco rivolge il suo pensiero all`eroico ammiraglio Lutjens, al comandante della corazzata capitano di vascello Lindemann e al suo valoroso equipaggio.
    Lisbona 27 maggio
    Il comunicato con cui l`Ammiragliato fa conoscere stasera in tutte le drammatiche fasi dell`inseguimento (in sintesi ) la gloriosa fine della Bismarck mette in evidenza anzitutto che per avere ragione degli affondatori della Hood il comando britannico ha dovuto lanciare tutte le forze che operano fuori del Mediterraneo. Insomma, soltanto il numero, la stragrande prevalenza di mezzi materiali, ha potuto prevalere sul valore e la perizia dei marinai germanici.
    Nuova York 27 maggio
    E` stato annunciato a Londra che nello scontro navale nel quale fu perduta la Hood la nave da battaglia Prince of Wales ha riportato danni. (United Press)
    CATALINA PER LA RICOGNIZIONE A LUNGO RAGGIO (DANNEGGIATO)

    Immagine:

    72,97*KB
    PORTAEREI VICTORIUS

    Immagine:

    107,34*KB
    AEREI SWORDFISH IMBARCATI SULLA VICTORIUS

    Immagine:

    90,5*KB
    MITRAGLIERE DI UNO SWORDFISH CONTROLLA L'ARMA PRIMA DI DECOLLARE PER ATTACCARE LA BIRMARCK

    Immagine:

    133,77*KB
    GLI SWORDFISH

    Immagine:

    91,38*KB
    luciano

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    bravo Luc..
    belli anche i dispacci stampa europei..
    non dimentichiamo che a Berlino la vicenda era seguita con apprensione e su proposta di Rader, a Lutjens venne conferita la medaglia al valore in quei frangenti..proprio per rimarcare la sfortunata impresa nella quale si erano imbattuti!

    la cosa più strana, secondo me , è che con tutti i vari punti agguato U-Boote, (e non parlo dell'aviazione tedesca perkè evidentemente fuori portata d'azione)
    che erano stati preparati a ricovero e rinforzo dei tedeschi, questi non riuscirono a fare nulla per sfruttarli..in questo, penso, intervenga il fattore "Servizi Segreti"..oltre alle casualità* ke circoscrivono determinati fatti..

    reletivamente agli swordfish..nse sà* come facessero a volà*!..ma di danni ne hanno fatti!
    Ciao
    digjo

  8. #28
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    E pensare che la notizia correva per tutte le agenzie. Solo i tedeschi erano increduli tanto che alle 13,22, Berlino trasmetteva alla Bismarck(affondata da oltre due ore) Reuter annuncia: "Bismarck affondata. Segnalate immediatamente situazione" Era l'ultimo grottesco messaggio a una nave che non c'era più. E si gli Swordfish furono quelli che attaccarono la nostra marina a Taranto.
    Si come dici è strano il fatto degli U-Boote e pensare che gli inglesi si sforzavano di colpire i sommergibili nei cantieri di Brema, Amburgo e Kiel mentre trascuravano di attaccare le basi protette dell'Atlantico, Loriet, Saint-Nazaire, Brest,La Pallice e Bordeaux.
    Otto sommergibili erano stati radunati in tutta fretta ma non potevano fare nulla o ben poco, perchè venivano da altre missioni ed erano scarsi di siluri, come l'U 556 da te citato che si vide passare davanti in posizione favorevole per il lancio la King George V e l'Ark Royal ma non aveva più nemmeno un siluro e il comandante mentre osservava con amarezza al periscopio le navi nemiche potè vedere che sull'Ark Royal si preparavano al decollo.
    Appena finita la battaglia, sir John Tovey rifletteva sui fatti di quei giorni. Nelle ultime ore lo aveva colpito particolarmente il comportamento dell'avversario che, da buon marinaio e da buon soldato gli sembrava eccezzionale. Quelli della Bismarck avevano davvero combattuto sino alla fine, anche se consapevoli di non avere più alcuna probabilità* di scampo. E poco prima di mezzogiorno, Tovey mandò un messaggio all'Ammiragliato di Londra dicendo che era sua intenzione rendere grande omaggio al valore non comune di un nemico che si era trovato alle prese con forze di gran lunga superiori.
    Non si sa in che modo volesse esprimere questo omaggio, probabilmente in un comunicato o in una intervista alla stampa. L'ammiragliato comunque gli rispose che, pur ammirando il valore dovunque fosse, non era assolutamente il caso, per motivi politici, di rendere pubblici tali sentimenti.
    LA VICTORIUS LANCIA UN Swordfish DA RICOGNIZIONE SULLO SFONDO E' VISIBILE LA CORAZZATA KING GEORGE V

    Immagine:

    141,52*KB

    Immagine:

    201,83*KB
    luciano

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    ..per quanto riguarda le basi della marina e quelle U-boote in Atlantico ad esempio..gli inglesi cercarono di attaccarle, ma il fatto è ke erano fortemente difese..ad esempio Brest..dove prima della fine della Bismarck si stavano approntando tutte le misure per accogliere la nave, ke in un primo momento aveva deciso di trovare rifugio lì..i servizi segreti inglesi vennero a conoscenza della cosa tramite informatori che avevano rilevato grossi movimenti di truppe e preparazione di ulteriori postazioni di artiglieria contraerea..come da dispaccio tedesco inviato..inoltre proprio davanti la zona portuale..si erano recati all'aspetto vari sommergibili Inglesi in attesa della nave ferita..sfidando tutte le difese già* approntate..

    in effetti strano fu il comportamento dell'ammiragliato , come dici tu, nei confronti degli artefici della vittoria Inglese..per meglio comprenderlo ad esempio..all'indomani dell'affondamento dell'Hood (che sappiamo nave vanto e titolata a livello internazionale) l'ammiraglio Leach comunicò l'affondamento con un "messagio segreto"..e tale rimase anche subito dopo..non ci si riusciva a credere..addirittura si instituì su due piedi un gruppo che doveva cercare di assicurarsi che il messaggio "Hood saltato in aria"
    non fosse frutto di un errore di interpretazione del crittografo..in base alle parole ke avevano e spaziando tra tutte le ipotesi..dopo poco vennero a capo del messaggio e confermarono ciò che sembrava impossibile!..HOOD ERA SALTATO IN ARIA.
    per far meglio capire l'impotenza mista a disperazione dell'Ammiragliato lo stesso Churcill per bocca di Pound la notte del 26 maggio inviò un messaggio che ordinava ke la corazzata KIng George V a rischio carburante sarebbe dovuta rimanere in zona per affondare ad ogni costo la Bismarck..anche se questo avrebbe comportato il rischio di doverla poi prendere a rimorchio per mancanza di carburante!!!..cosa assurda..la cosa fece sorridere i comandanti la flotta in campo..ma in seguito li fece avvelenare di collera e di delusione..decidere di lasciare in balia degli U-boote accorrenti l'ammiraglia della flotta dell'atlantico pur di conseguire un successo seppur importante..non era cosa lungimirante..

    come da te ricordato Luc, L'orgoglio Inglese fu colpito dalla notizia Hood tanto quanto la nave..e tutta una serie di "manchevolezze" a carattere di "onorare" il nemico e quant'altro..(vedi il mancato salvataggio dei rimanenti circa duecento naufraghi della Bismarck..a causa, come già* detto del presunto ma non confermato, avvistamento di fumo di superficie di scarico U-boote osservato)..a dispetto dell'ammiragliato gli Uomini che combatterono questa battaglia lo fecero in mare..e in mare si comportarono tutti con Onore..se ci furono delle eccezioni ..confermarono la regola!

    valide argomentazioni Luc..sono contento di averti a fianco..
    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  10. #30
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Digjo sempre perciso. Molto bene.
    []E io sono molto contento che tu abbia iniziato con precisione e dovizia di particolari questo bel racconto.
    Grazie.
    Ciao
    luciano

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato