Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 26 di 26

Discussione: AK dall'irak....

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Citazione Originariamente Scritto da Centerfire

    Ahh.. come vi lamentate!
    Un'ingegnere mediorentale trova la soluzione per fermare la ruggine e voi tirate fuori un sacco di lamentele!!!
    Una bella placcatura d'oro e niente attaccherà* più la vostra arma, fécce comprese!
    ...e poi quello era il materiale più disponibile che avevano sottomano, dove lo trovavano lo zìnco a buon mercato laggiù!
    ...perché poi non avete visto la carta igienica filigranata![]
    Quindi questo vuol dire anche che le cartucce le caricavano a petrolio, invece che con polvere da sparo!!![Panic2][Panic2][:22][:246]
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    6

    Re:

    Citazione Originariamente Scritto da silent brother
    Solo una domanda, non essendo esperto di AK... Quelli della seconda foto non sono dei "Trainer" in calibro .22lr di produzione Est-Germany?
    Ne vidi qualcuno qualche tempo fa in un'armeria, e avevano lo stesso calcio di questi.
    No sono dei regolarissimi fucili in dotazione alla NVA. Trattasi per l'appunto di MPiK-72 la copia tedesco-orientale dell' AKM russo, unica variante tra i paesi del Blocco dell'Est in grado di tenere testa (e sorpassare) all'originale in termini di qualità* costruttiva e prestazioni. Elemento distintivo sono le guancette in bachelite e calciatura in plastica. Non mi risulta siano mai stati importati per il mercato civile perchè la maggior parte sono ancora efficentissimamente in servizio.

    Quanto a quelli irachene trattasi di Tabuk, varianti irachene più vicine all' M70 jugoslavo che all' AK russo, placcate in oro (vero, finto? ne ho visti così tanti in foto che credo non si parli di oro vero -se d'oro si trattasse dubito che gli iracheni di qualsiasi idea politica li avrebbero lasciati agli americani) destinata ai notabili del Partito Baath. Esistono perfino versioni placcate degli Al Qydesh (una specie di SVD). Probabilmente possono sparare ma sono buoni sicuramente per il salotto. Per un impiego sul campo sono sicuramente molto meglio i primi.

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    196

    Re: AK dall'irak....

    tra l'altro i tabuk sono tra i migliori ak in circolazione.gli iracheni li munivano di ottica e li usavano per cecchinaggio.le prove
    effettuate sui catturati davano rosate di 2.5 pollici a 300m.

  4. #24
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: AK dall'irak....

    Visto che vi piace il genere e per restare a prodotti autarchici che ne pensate di questo?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #25
    Utente registrato L'avatar di marpat
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Palermo
    Messaggi
    154

    Re: AK dall'irak....

    Un Beretta PM12 !!!

  6. #26
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: AK dall'irak....

    Escluderei a priori che si tratti di oro massiccio, per una ragione semplice semplice: a parte l'intrinseca debolezza del metallo nobile, cui si potrebbe ovviare con l'uso di un gruppo canna-otturatore in acciaio inglobato in una struttura di oro rinforzata ed indurita (si è riuscito a farlo con fibre e materie plastiche, forse sarebbe possibile farlo con l'oro...) avete idea del peso che avrebbe un oggetto simile, anche se fosse un inutile simulacro dall'esclusivo uso estetico?
    L'oro ha un peso specifico quasi doppio rispetto al piombo e al mercurio, quasi il triplo rispetto al ferro... fatevi un'idea della portabilità* dell'oggetto...
    Ritengo che il gingillo verrebbe a pesare, diciamo, più o meno... qualcosa come una ventina di chili, almeno... che, così concentrati, sono tanti, ma davvero tanti tanti tanti... a parte il costo, che ormai supera i 25 eurozzi al grammo, chi mai potrebbe farne uso?

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato