Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17

Discussione: Altra rogna, le pistole...

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053

    Altra rogna, le pistole...

    Gruß Gott!!!
    Oggi parliamo di un altro argomento, in parte legato all'altra discussione sugli inertizzati, molto scottante per il rievocatore medio, le pistole.
    Oggi come oggi è un campo abbastanza incasinato, perchè un inertizzato di una pistola, che sia una P38, una Luger, una C911 o altro, costa come due fucili inertizzati, quelle che costano meno partono dai settecento e passa Marchi a salgono fino oltre i duemila [II];
    In compenso ci sono alternative "piu economiche", esistono le "bruni" a salve, ma sono giusto le tre pistole "principali", P38, PPK e Colt 1911, e quindi non si ha molta scelta, poi esistono le repliche inerti, "modellini" delle pistole riprodotte in ogni particolare solo senza camera di scoppio, (come lo sten di Giulio, se mi è permesso l'esempio []), ma anche lì i prezzi sono quello che sono e la rosa di scelta è molto stretta, P38, P08, C96, C911, quindi chi magari fà* rievocazione di altri eserciti, (inglese, sovietico, ecc.), si trova fregato, certo esistono quelle "totali finte", pezzi d'alluminio fuso a forma della pistola, però avere un pezzaccio d'alluminio nella fondina non è mai appagante.
    Adesso vedrò di mettere un paio di foto delle mie due "ragazze", con relative fondine, ma mi aspetto anche l'intervento di altri collezionisti/rievocatori in merito.
    Grazie per la vostra attenzione e il vostro tempo.
    cordiali saluti

    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    ultimamente è "apparsa" sul mercato una "vagonata" di P38/P1 postbelliche ... i prezzi partivano dai 130/150 euro ... forse si riuscirebbe a farne inertizzare una ed averla a prezzi più umani dei 700 copechi da Te citati ... stesso discorso per Tokarev , Nagant e credo per i modelli più diffusi dei revolver della perfida Albione ... o per le beretta '35 e le '89 ...

    quanto sopra , a titolo di cronaca, ed asetticamente ... che francamente al pensare alla disattivazione di un arma mi viene l'ulcera ... In tutta franchezza , pur comprendendo le ragioni di Voi rievocatori ...

    Riguardo alle "scacciacani" ... a parte il discorso, complicatello, sul tappo rosso ... credo ne esista una che imita la Beretta 34 ... e poi esistono le soft air ...

    axel 1899

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    263
    bel problema le pistole, avendo in oprogetto anche un uniforme da commissario politico mi sono posto da tempo il problema, e non ne ho trovato soluzione...
    avendo solo il porto d'armi per il tiro a volo non posso prendere una Tokarev (ammesso che ne trovi perchè non ne ho viste in giro come per le Nagant del resto) e inertizzarle, il soft air è terra grama per le armi sovietiche (e non mi rifersico solo alle pistole...)
    Ho una Luger Soft air quindi mi sa che per il momento (quandoa vrò la divisa) userò quella usandola come preda di guerra...

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Vorrei rispondere ad Axel che lo comprendo benissimo quando gli vengono certe ulcere, anche a me vengono per le stesse ragioni però poi penso due cose:
    1- disattivare un arma vuol dire trovare un modo, poco elegante, di conservarla comunque, preferiremmo che finisse sotto un maglio?
    2- per chi sia appassionato di armi automatiche, stante la legge attuale, non c'è altro modo di avere un mitra od una mitragliatrice con cui giocherellare. E non parliamo di fantascienza quale la licenza di collezioni di armi da guerra. Una vecchia pubblicità* diceva "o così. o pomì"
    Ciao
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    446
    allora ... scindiamo il discorso "armi comuni" da quello "armi da guerra" ...
    quanto alle "comuni" mi pare che in definitiva tutti i maggiorenni incensurati possano detenerle ... certo non potranno portarle durante le ricostruzioni storiche, ma forse Io preferirei avere un simulacro in fondina ed una "come mamma la ha fatta" a casa che non una disattivata ... ed il discorso "maglio" dubito sia riferibile alle stesse : se la pistola X vale/costa 100 , disattivata costerà* 150 ... sotto i magli vanno le armi che non si riescono a vendere a 100 e vengono "conferite" da privati e armerie ...e quelle sequestrate/conferite ed ex E.I. e credete che il nostro beneamato Stato si ponga il problema se conviene tranciarle o venderle (attive o disattivate) ?

    quanto alle "armi da guerra" ... si , qui posso anche darti ragione... si sceglie il male minore ... anche se francamente mi piace credere che il discorso collezzione non sia totalmente fantascientifico...

    axel

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Per Ivan: se cerchi la T55 o la nagant ti porto io da un paio di persone a militalia che le hanno []
    Per Axel: si ho visto che è uscita la scarrettata di P38/P1, ma personalmente, preferirei averla funzionante una pistola che un inertizzato, visto che si possono ancora detenere [innocent]

    Comunque, tornando alla discussione, ecco le mie ragazze, una P38 "bruni" a salve con fondina secondo modello di produzione postbellica e una Luger P08 replica inerte con fondina replica di produzione polacca.

    Foto di gruppo


    P08 fronte


    P08 retro


    Particolare del marchio di fabbrica, del waffenamt e della definizione "P 08", (oramai rifanno tutto)


    P 08 aperta


    P 08 fuori


    P38 fronte


    P38 retro


    P38 aperta


    P38 fuori


    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Ciao Axel, vorrei precisare alcune cose ma prima devo dirti che posseggo porto d'armi e licenza di collezione, sei pistole e due fucili funzionanti che però non possono uscire di casa ed una quindicina di simulacri di mitra: questo per ripeterti che ti capisco. Circa le armi che altrimenti andranno alla pressa (o all'altoforno, se preferisci) ti faccio solo due esempi locali: Circa sei anni fa furono ritrovati vicino a Savona un centinaio di mauser e 91 che furono immediatamente distrutti. Qualche mese fa furono ritrovati vicino ad Imperia un MP40, due o tre sten ed alcune pistole, tra cui una 34. Sono stati tutti più o meno disattivati ed ogni tanto li vedo a qualche mostra, ho anche potuto esaminarli, pur in queste condizioni.
    Secondo te quale situazione è preferibile? Ciao
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    1,592
    ciao die!!ho avuto fortuna di toccare con mano le tue pistole!![]e ti rinnovo i complimenti!!

    ps certo che ti è permesso!![]

  9. #9
    Banned
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    275
    Mi inserisco nella discussione, in quanto facendo saltuariamente anche della rievocazione mi sento un pò "parte in causa". Prima di tutto va sottolineato come la pochezza di modelli presenti sul mercato italiano delle armi a salve sia dovuto (come al solito) all'assurdità* di alcune leggi nostrane. Basta uscire di 1km dal confine per vedersi schiudere davanti agli occhi il paradiso del "botto a salve". Qui abbiamo solo le solite du krukke: P38 e PPK, fuori abbiame per esempio anche la mitologica Luger, a salve, sia calibro 8 che 9. Costo: circa 200euro, sempre mooooolto meno di un modello originale stuprato e immobile, questa fa anche il botto!! Non parliamo poi dei paesi aglosassoni (Europa e USA in particolare), dove si possono acquistare armi di tutti gli eserciti rigorosamente "a salve". Un MP40 costerebbe quando uno inertizzato, ma il godimento è tutto un'altro!!
    Quanto alle Luger in circolazione, ancora "sparanti", diciamo che chiudiamo gli occhi su ciò che gli anno fatto, povere ragazze. Sono state tutte ricamerate, visto che il calibro utilizzato dai tedeschi durante il conflitto è tutt'oggi considerato "da guerra", quindi non detenibile. Con il calibro originale, quindi intonse sotto ogni punto di vista, se ne possono trovare in Svizzera, ma il prezzo è a quattro cifre, ovviamente...

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    263
    Bellisme Nadel veramente splendidi pezzi.
    accetto volentieri il tuoi aiuto ma ne riparliamo a Maggio perchè a questa Militalia a novembre non riescoa venire

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato