Pagina 8 di 9 PrimaPrima ... 6789 UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 88

Discussione: altro carro ritrovato in russia

  1. #71
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: altro carro ritrovato in russia

    Citazione Originariamente Scritto da mecca
    ..... mi e' capitato che alcune risultassero ormai inesistenti ma cio' non procurava alcun problema con le assicurazioni o all'andarci in giro.
    Scusa ma per la revisione di una macchina inesistente alla motorizzazione come fai? E poi vorrei vedere la stradale a fare dei controlli ad un'auto senza documenti!

    Ma lo sappiamo che di Italie ce ne sono tante!
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  2. #72
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Umbria
    Messaggi
    991

    Re: altro carro ritrovato in russia

    guarda non e' che di italie ce ne sono tante per le auto d'epoca e'cosi.

  3. #73
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Umbria
    Messaggi
    991

    Re: altro carro ritrovato in russia

    forse non ci siamo capiti.se vai al sito ,mi sembra del pra e fai la ricerca tramite targa capita con auto con piu' di 30 anni considerate d'epoca,che la targa non risulti,ma non e' che sia radiata,ma per essere piu' preciso,visto che di memoria latito,entro domani ti faccio sapere come funziona la cosa

  4. #74
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    prov. di Savona
    Messaggi
    901

    Re: altro carro ritrovato in russia

    Citazione Originariamente Scritto da kanister
    Ricordiamo però che nel 1983, a seguito di uno dei soliti decreti di fine anno (quello che dispose il passaggio dalla tassa di circolazione all'imposta di possesso per i veicolli), fu disposta la cancellazione di tutte le posizioni che da anni risultavano inattive.
    Quindi se per caso si facessero ricerche su questa targa potrebbe risultare cancellata.
    quanto dice Kanister è vero solo in parte se, tramite un "amico" effetui la ricerca sull' "anagrafe nazionale dei veicoli" non risultano le targhe di veicoli non revisionati o che hanno pagato recentemente tasse ...... io infatti io ho scritto "visura" perchè è al pra che bisogna rivolgersi (con minima spesa vi certificano se "viva" o "cancellata" ) per avere un "estratto cronologico" (in questo caso la spesa è di circa 15€) dove ,anche se cancellata, risultano tutti i vari passaggi compreso appunto eventuali Decreti di cessione in uso...

  5. #75
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: altro carro ritrovato in russia

    Per forza: ritengo improbabile che si cancelli così improvvidamente anche un solo veicolo solo perchè la sua immatricolazione è troppo antica: si tratta comunque di beni mobili registrati, sottoposti a regolamentazione specifica per motivi di pubblico interesse. Non possono "sparire" nel nulla e del tutto.
    Sarebbe come se cancellassero i registi anagrafici dei nostri bisnonni: di certo non troverete i vostri trisavoli nel registro dell'anagrafe informatizzato, ma se chiedete e avete pazienza, escono fuori i cartellini cartacei di inizio '800, almeno nei comuni decenti...

  6. #76
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: altro carro ritrovato in russia

    Dato che può sembrare che mi sia inventato qualcosa vi invito a dare un'occhiata al disposto dell'art. 5 della legge 28 Febbraio 1983, n.53. che era la conversione in legge con modificazioni del decreto-legge 30 dicenbre 1982 , N. 953.
    E' stato grazie a questa legge, dopo le iniziali incertezze, che hanno preso piede l'ASI e tutti i club di veicoli d'epoca. Come al solito in Italia si maschera con l'attenzione per la cultura e la storia il mero interesse economico (leggi esenzione dalla imposta di possesso ed assicurazioni a prezzi ridottissimi)
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  7. #77
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Umbria
    Messaggi
    991

    Re: altro carro ritrovato in russia

    quindi secondo te non e' giusto che le auto d'epoca paghino meno?che poi,non e' che siano assicurazioni a livello delle normali in quanto a massimali e tutte le altre cose,bisogna sbattersi se non ne hai una federata con il tuo club.noi eravamo l'unico paese dove se un'auto la trascrivevi come d'epoca la potevi usare solo nelle manifestazioni altrimenti pagavi bollo ed assicurazioni per intero e non mi sembra giusto,anche perche' quello che dici e'in parte vero solo con il famoso club di stato e suoi associati dove non vanno tanto per il sottile nel giudicare un'auto ,mentre nel mio a seconda dell'anno/modello deve corrispondere sia gli interni che il colore della scocca e tutti gli strumenti originali come all'epoca .loro possono definire un'auto d'epoca dopo i 20 anni,mentre tutti gli altri club non associati devono aspettare i 30 per non parlare come si comportano con i loro associati,trasparenza ecc.non e' detto che se uno ci marcia tutti gli altri siano dei paraculi anche perche' chi lo fa',lo fa'solo per sfruttare tale opportunita' usando auto di piu' di 20 anni,solo per girarci fregandosene dell'originalita'ecc. perche' ce'qualcuno che glielo permette

    dimenticavo.io non ho messo in dubbio nulla,come ripeto ci sono auto che ad una ricerca tramite targa online non esistono ma non per questo circolano illegalmente.

    Questa e' la risposta al quesito,datami:

    Alcune targhe tramite la ricerca on line non risultano in quanto in tempi recenti (dopo il 1990 mi pare) non hanno subito passaggi di proprietà* o altre variazioni...
    In pratica il registro informatico parte da un determinato anno tutte le auto/moto precedentemente immatricolate risultano solo nei registri cartacei del PRA...

    e' vero non e' vero,non lo so'la mia dell'aprile del 75 che presi dal primo proprietario nel 2002 esiste eccome ad altri e' successo che la loro non risultava e sono andati a fare quello che ha detto 157°

  8. #78
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: altro carro ritrovato in russia

    Da una vecchissima rivista (Diana Armi o TAC?... chi si ricorda?)

    Ai tempi dei primo attentati, le BR usavano molto spesso armi di origine bellica, residuati della 2a Guerra Mondiale.
    Ovviamente, per motivi ideologici, a prescindere dal vecchio adagio "la P38 spara", e specialmente nei primi periodi, le armi preferite non avevano certo il Waa, ma piuttosto falce e martello e spesso erano revolver Nagant.
    Per effettuare indagini balistiche gli inquirenti requisirono un mare di revolver Nagant: presero l'archivio nazionale e in tutta Italia ne trovarono... Meno di una dozzina.
    E ciò non perchè fossero un arma rara, ma perchè, essendo all'epoca l'archivio informatizzato di molto recente istituzione non ne conteneva molte.
    Ancora all'epoca in cui lessi quest'articolo (1986?) si stimava che in Italia ancora ci fossero 33 milioni di armi regolari e denunciate, ma che nell'archivio del Min Interno ne risultassero solo un terzo.
    Infatti, una volta, la denuncia si effettuava con deposito di un documento cartaceo presso la sede dei CC o della PS competente per territorio e non comportava l'informatizzazione che sarebbe stata effettuata, decenni dopo, solo in occasione dei passaggi di proprietà* per atto tra vivi o causa di morte.
    Mi sembra di capire che per le automobili sia successo qualcosa di simile: magari al momento di informatizzare il PRA non sarà* sembrato il caso di informatizzare immatricolazioni vecchie di trenta anni, ma dubito che il cartaceo sia stato mandato al macero...

  9. #79
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: altro carro ritrovato in russia

    Ancora un paio di risposte e poi basta perchè siamo abbondantemente fuori tema:

    Intanto a Mecca faccio presente che sono stato per brevissimo tempo (solo una trentina di anni) nel campo delle auto d'epoca e quindi credo di sapere di cosa parlo.
    Nel mio commento ho solo fatto presente che grazie ad una legge che ha trasformato la tassa di circolazione in imposta di possesso si è avuto in Italia un enorme sviluppo dell'amore per le auto d'epoca: se ricordo bene l'ASI, a cui ero iscritto all'epoca, sino al 1982 aveva circa tremila soci: erano solo costi e nessun beneficio. L'unico contatto con l'ente federale era la rivistina "La Manovella", allora in formato mini. quasi senza foto, con articoli tutto sommato barbosi.
    Da allora gli "appassionati" sono aumentati enormemente: pensa che un club che ho contribuito a fondare ed a federare all'ASI ha oggi raggiunto i 15.000 soci, però ai raduni che vengono organizzati partecipa sempre il solito centinaio di proprietari: se tutti i soci fossero veramente amanti del veicolo d'epoca i raduni dovrebbero essere un po' più affollati . Dato che per lunghi anni ho curata le iscrizioni posso assicurare che la conservazione del veicolo era l'ultimo problema di chi si associava.
    Quindi non interpretare a tuo modo ciò che ho detto: il vero appassionato di auto d'epoca la cura e la conserva indipendentemente dai benefici fiscali ed assicurativi, che sono solo un plus ben accetto.
    Chi si iscrive ad un club per risparmiare qualche centesimo non è quasi sicuramente un appassionato.

    A Klaus faccio invece presente che nel 1983 di informatizzazione non se ne parlava ancora: mi sbaglierò ma forse anche il termine non era stato ancora coniato.
    Le disposizione erano di cancellare (rigorosamente a mano) tutti i veicoli che non avessere pagato il bollo per un certo numero di anni, presumento con questo che non avendo circolato fossero ormai stati demoliti.
    Personalmente possiedo ancora oggi un veicolo del 1936 che non avendo circolato dal 1955 era stato cancellato con questa legge e che. per poterla usare in occasione di manifestazioni, ho dovuto iscrivere in un elenco previsto da una legge del 1994 tenuto dal ministero.

    Ed ora basta, torniamo ai carri in Russia!
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  10. #80
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Umbria
    Messaggi
    991

    Re: altro carro ritrovato in russia

    kanister,ma io ho scritto pari pari quello che hai detto,infatti se non ho capito male,la pensiamo allo stesso modo riguardo all'ASI .i veri estimatori di auto d'epoca non si approfittano delle agevolazione che comunque,quanti sono quelli che vanno in giro con auto di 20 anni piu vecchie solo per risparmiare,pochini,oggi se non hai l'auto euro 5 non sei nessuno o meglio sei obbligato dallo stato a buttare auto ancora nuove(e in qualche regione neanche ti fanno circolare se non in inverno).riguardo alle agevolazioni,come ti ripeto, per me e'giusto dare la possibilita' di avere e curare un nostro pezzo di storia anche a chi non ha il portafoglio pieno visto che si usano poco durante l'anno.se io non avessi tali agevolazioni come farei con un 2.400CC. e in tutta sincerita'(lo avevo capito che ne sai di auto d'epoca da come ti esprimi)se non mi trovassi in brutte acque,pagherei l'assicurazione normale visto che ,come sai,quelle ridotte non sono sempre cosi'trasparenti e una volta che poi hai un guaio magari hai anche da discutere.saluti.

Pagina 8 di 9 PrimaPrima ... 6789 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato