Pagina 4 di 8 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 76

Discussione: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

  1. #31
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Umbria
    Messaggi
    234

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Nei momenti di pausa ci si rilassa con una bella cavalcata, o si approfitta per rammendare i danni causati agli indumenti dai lunghi mesi di marcia. Nella terza foto incrociamo un gruppo di soldati in bicicletta, forse appartenenti ad un Aufklarung Abteilung (esploratori). Date le condizioni delle strade russe le biciclette non se la cavano molto bene e ben presto spariscono dalla circolazione.

    Colpisce, come ha giustamente sottolineato Cavaliere Nero, il modestissimo livello di meccanizzazione di questa unità*. Gli stessi comandi si muovono a cavallo. Tutto il materiale è trasportato su interminabili colonne di carri. In tutto l'album non sono riuscito a individuare un singolo automezzo riferibile con chiarezza alla 73. I.D.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Ermes

  2. #32
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Umbria
    Messaggi
    234

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Il 26 agosto scatta l`attacco su Kiev, nuovo obiettivo strategico dell`OKW per il fronte sud e nuovo tentativo di annientare le forze sovietiche con una vasta manovra a tenaglia. Ciò distoglie ancora forze dalla direttrice verso la Crimea. L`11 Armata resta da sola con le truppe rumene e nessuna forza corazzata. Ugualmente, il 9 settembre Runsted le ordina di avanzare verso la penisola.
    Il 12 settembre la LSSAH ha tentato di prendere l`istmo di Perekop con un colpo di mano, ma è andata male. Ha dovuto ritirarsi con pesanti perdite. Ora toccherà* al LIV Armeekorps (formato dalla 46. e dalla 73. I.D.) sfondare le munite difese sovietiche.

    Alcuni russi sono fatti prigionieri e vengono scortati nelle retrovie. Altri sono morti nella loro buca, resistendo fino alla fine.

    Nella mappa la posizione della nostra divisione all'inizio delle operazioni in Crimea.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Ermes

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Umbria
    Messaggi
    234

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Qui le foto hanno una discontinuità* di circa un mese. Forse il nostro reporter ha finito la pellicola o si è meritato una licenza.

    Ritorniamo al fronte intorno alla fine di settembre quando la 73. è duramente impegnata nei combattimenti nell`istmo che conduce a Sebastopoli. Dal 17 settembre Erich Von Manstein è il nuovo comandante dell`11a. Armata. Sotto il suo autorevole comando la 73 I.D. si trova in prima linea, a recitare la parte di unità* di sfondamento.

    Si osservano le postazioni nemiche protetti dalla massicciata della linea ferroviaria Perekop – Krim. Le perdite sono importanti da entrambi le parte. Corpi di soldati russi. Prigionieri russi scavano le fosse per seppellire i numerosi caduti del reggimento. Foto come questa non si vedono mai nei reportage ufficiali.

    Nella mappa seguiamo la contrastata avanzata della divisione nel mese di settebre.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Ermes

  4. #34
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Ciao Ermes, ho visto e seguto in silenzio oggni tua aggiunta perchè volevo fare un commento solo alla fine per non interromperti, ma non posso trattenermi dall'entusiasmo per questo piccolo capolavoro di storia che ci stai regalando....avanti così che è uno spettacolo

  5. #35
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Ottimo lavoro
    luciano

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Semplicemente Stupendo.

    Ciao
    Roberto

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Umbria
    Messaggi
    234

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Grazie per i commenti di apprezzamento!

    Gli scontri per sfondare la difesa russa sono durissimi. In sei giorni di combattimenti le divisioni che compongono il LIV Armeekorps perdono ben 2641 soldati. Si lotta metro per metro.

    L`artiglieria divisionale in azione. Le batterie mimetizzate... Feuer! In lontananza le esplosioni.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Ermes

  8. #38
    Utente registrato L'avatar di Cavaliere nero
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,157

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Altre bellissime foto arricchite da un magnifico racconto degli avvenimenti... In particolare sono interessanti le foto dei caduti, realistiche quanto macabre a differenza delle classiche foto della propaganda! E l'ultima foto, con la batteria di le Fh18 ed un panorama a dir poco lunare!
    [center:377uncav]La sera risuonano i boschi autunnali
    di armi mortali, le dorate pianure
    e gli azzurri laghi e in alto il sole
    più cupo precipita il corso; avvolge la notte
    guerrieri morenti, il selvaggio lamento
    delle lor bocche infrante.
    Georg Trakl[/center:377uncav]

  9. #39
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Davvero una bellissima serie di foto, che continuo a seguire con interesse!! Si è abituati a pensare della perfetta organizzazione tedesca e dei suoi poderosi armamenti invincibili (...e furono ad un passo dall'esserlo davvero...), ma poi vedendo queste foto "normali" nn quelle di propaganda, ci accorgiamo che l'esercito tedesco pensò che fosse possibile davvero conquistare la sterminata Russia in bicicletta???....quando nn a piedi??
    Mi chiedo spesso quali calcoli avevano fatto allora gli stati maggiori nazisti, se davvero si erano resi conto della reale vastistà* e delle distanze di quella terra sconfinata.
    Aspetto altre nuove e belle foto...
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  10. #40
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Umbria
    Messaggi
    234

    Re: Arruoliamoci nella 73. Infanterie Division.

    Grazie! E osservazioni molto condivisibili. L'errore di Hitler fu ritenere, come disse riguardo all'Unione Sovietica, che sarebbe bastato dare un calcio alla porta perchè l'intero edificio crollasse. Non fu così e i russi si batterono subito bene, e poi con sempre crescente determinazione. In parte per un sentimento patriottico, cui lo stesso Stalin seppe fare efficacemente appello mettendo da parte considerazioni politiche o ideologiche. In parte perchè anche quelle popolazioni (come gli ucraini) che inizialmente avevano visto i tedeschi come liberatori dal giogo russo / comunista, si resero ben presto conto che Hitler non avrebbe portato loro altro che una condizione di schiavitù e miseria ancora più feroce.
    Sulla base di un assurdo pregiudizio razziale poi, Hitler considerò quello slavo come un popolo subumano, sottovalutandone drammaticamente le capacità*, le risorse e l'enorme potenziale umano. Tutti errori fatali. Ma torniamo al fronte ....

    Con grandi sacrifici la Fossa dei Tartari (una antica trincea turca profonda quindici metri che va da costa a costa nel punto più stretto dell`istmo) è conquistata.

    Si fa il punto della situazione al riparo di un`antica fortificazione. L`artiglieria si sposta. L`impressionante Fossa dei Tartari.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Ermes

Pagina 4 di 8 PrimaPrima ... 23456 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato