Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 24 di 24

Discussione: artiglierie contraeree italiane: giudizi, pregi e difetti

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di cacciatore di draghi
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    Genova
    Messaggi
    302

    Re: artiglierie contraeree italiane: giudizi, pregi e difett

    ciao Fert, e grazie della risposta.
    c'è ancora qualcosa (forse molto) che non mi torna.
    ti allego una foto, relativa ad una batteria contraerea di Genova.
    Guarda il recuperatore, che a prima vista è il paricolare più evidente: è uno solo ma di dimensioni doppie rispetto a quelli che ho analizzato nella quasi totalità delle installazioni genovesi. A mio avviso questo è un pezzo da 74/40.
    che ne pensi?
    qualcun altro ha info?
    grazie
    M
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    [center:3zu90lv0]Storia, Cultura, Ambiente:
    Il progetto di valorizzazione della batteria costiera di Monte Moro è
    sul web www.progettomontemoro.it
    su Facebook www.facebook.com/pages/Progetto-Monte-M ... 159?ref=hl
    su YouTube www.youtube.com/user/ProgettoMonteMoro[/center:3zu90lv0]

  2. #22
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535

    Re: artiglierie contraeree italiane: giudizi, pregi e difett

    ciao
    si è esatto, questo è il mdo 35, con un unico recuperatore. in questo caso è visibile anche la culatta, prova a confrontarla con quella del 76/45 e noterai le differenze.
    Proprio per questo motivo dicevo di far attenzione a quale modello di 76/40 si osserva. il mod 35 ed il 76/40 A 97 in particolare non hanno nulla a che vedere con il canonico 76/40 che tutti conosciamo.

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    33
    Citazione Originariamente Scritto da cacciatore di draghi Visualizza Messaggio
    ciao,
    giusto per approfondire l'argomento mi sono comprato qualche libro, in realtà dei veri e propri libri di testo degli anni 40 sulle artiglierie contraeree.
    Come al solito, si impara una cosa e si trovano altri mille dubbi sulla strada.
    quello di oggi è questo:
    pezzo da 88 tedesco in funzione contraerea:
    nei manuali italiani lo trovo come 88/55, in altri testi come 88/56. Mi sembra di capire che 88/55 sia il nome che viene dato al pezzo quando impiegato nelle batterie italiane. Ma allora come mai due lunghezze differenti? un errore?
    è lo stesso pezzo, solo che gli italiani avevano un diverso sistema per denominare un pezzo di artiglieria, diverso intendo da quel sistema che chiamerò internazionale, perchè usato più o meno nel resto del mondo (a dire il vero, però, ogni paese aveva un suo particolare sistema, che usava per esempio le libbre per la Gran Bretagna o altri ancora).
    88/55 significa 88 (calibro in mm)/ 56 (lunghezza totale in calibri) sistema internazionale
    88/56 significa 88 (calibro in mm)/ 55 (lunghezza della sola canna in calibri) sistema italiano
    8,8 cm Flak 36 significa 8,8 (calibro in cm) Flak (contraereo) 36 (anno del modello) sistema tedesco

    ovviamente il sistema italiano portava ad avere il secondo numero, quello dopo la barra "/", più basso di quello internazionale.
    Per esempio il canon de 47 mm semi-automatique mle 1937 che era L53 (lunghezza 53 calibri = 2490/47), di preda bellica francese e fornito dai tedeschi, fu chiamato dagli italiani 47/50.

    Spero di essere stato utile.

  4. #24
    Moderatore L'avatar di fert
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,535
    ciao,
    giusto cio che dice andima, gli italiani avevano un sistema di misurazione della bocca da fuoco che differiva da quello "standard". Infatti c'era l'abituine di non comprendere nella misurazione la culatta del pezzo, da cio le differenze delle varie lunghezze in calibri.
    Per quanto riguarda l'88, rimango convinto che sia un errore di stampa, infatti se consideriamo la differnza di un calibro, quindi 88mm, e lo rapportiamo alla lunghezza della culatta, questa è decisamente piu lunga.
    riporto di seguito la copertina di un manuale italiano con la dicitura 88/56.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato