Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 32

Discussione: ATTENZIONE - proposte di legislazione sulle armi a livello europeo

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    ATTENZIONE - proposte di legislazione sulle armi a livello europeo

    Buongiorno a tutti, vi informo su un argomento all'ordine del giorno per chi si interessa al collezionismo di armi militari moderne, ma anche alla rievocazione storica, al softair, etc. Penso quindi che possa interessare parecchi frequentatori del forum.

    Prendendo l'occasione dei recenti tragici fatti di Parigi, la Commissione europea ha proposto modifiche di ampia portata alla direttiva UE sulle armi.
    Ecco il link alle proposte della commissione europea:
    European Commission - PRESS RELEASES - Press release - European Commission strengthens control of firearms across the EU

    I principali effetti della proposta di modifica della direttiva per chi ha interessi come quelli che citavo prima sono i seguenti:

    1) Le armi attualmente nella categoria UE B7 (armi semiautomatiche ad uso civile assomiglianti ad armi automatiche) divengono armi proibite e saranno confiscate (per gli scettici su tale ultimo punto, vedasi il nuovo testo dell’articolo 6 della direttiva, proposto dalla Commissione). In Italia, tali armi includono al momento circa 1000 modelli (ne trovate l'elenco qui, filtrando il campo categoria con "B7": https://www.bancoprova.it/index.php/...cate.html#this );

    2) Le armi proibite disattivate (cioè tutte le disattivazioni delle armi automatiche, delle armi automatiche trasformate in semiautomatiche e delle armi semiautomatiche assomiglianti ad armi automatiche) diventano anch’esse proibite e saranno anch’esse confiscate. Uniche eccezioni sono previste per i musei storici;

    3) Le norme sulle disattivazioni vengono unificate a livello UE applicando criteri pesantemente distruttivi (sostanzialmente analoghi a quelli attualmente vigenti in Italia con l’aggiunta del blocco permanente dei caricatori, la totale asportazione dei meccanismi di scatto etc. etc.). Le nuove norme non si applicano alle armi già disattivate a meno che esse non siano poste in vendita o esportate;

    4) viene introdotta la denuncia alla P.S. anche per le armi disattivate ammesse, per le repliche non sparanti di armi, per le armi a salve e per le armi per uso scenico;

    Le proposte della Commissione hanno allarmato gli interessati di tutt’Europa che si stanno muovendo, anche lanciando una petizione online da firmare se volete esprimere la vostra opposizione a queste proposte, per la quale ecco il link:
    https://www.change.org/p/council-of-...edium=copyLink

    Se non condividete le proposte della Commissione, vi invito a firmare e diffondere la petizione.

    saluti
    Kilroy

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    E combattere chi finanzia i terroristi no?
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di leandro53
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Pieve di Cadore
    Messaggi
    664
    da noi i dis: i bate la sela parkè noi pol bate l'mus... (percuotono la sella perché non possono percuotere il mulo...)
    Visita www.katubrium.it

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    He he he... da noi "comanda chi pol, obedisi chi devi"
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,886
    Ma robe da pazzi, come se i terroristi le comprassero in armeria le loro armi.. siamo alle solite, ma pure le armi disattivate

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    49
    Ecco il primo risultato della Comunità Europea relativamente alle armi inertizzate..buona lettura..
    http://eur-lex.europa.eu/legal-conte...R_0007&from=IT

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Questo che ci riporti è il "vecchio" regolamento relativo alla disattivazioni delle armi, che sarà ampiamente superato quando le stesse armi disattivate dovranno essere distrutte se andrà in vigore quanto segnalato da Kilroy.

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075
    Citazione Originariamente Scritto da kanister Visualizza Messaggio
    armi disattivate dovranno essere distrutte se andrà in vigore quanto segnalato da Kilroy.
    Chiedo unicamente per capire senza alcun spirito polemico nei confronti delle nuove normative (anche se ve ne sarebbero...)
    come possa trovare applicazione il punto 3 segnalato da Kilroy:
    3) Le norme sulle disattivazioni vengono unificate a livello UE applicando criteri pesantemente distruttivi (sostanzialmente analoghi a quelli attualmente vigenti in Italia con l’aggiunta del blocco permanente dei caricatori, la totale asportazione dei meccanismi di scatto etc. etc.). Le nuove norme non si applicano alle armi già disattivate a meno che esse non siano poste in vendita o esportate;

    PaoloM

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Direi che il punto 3 si dovrebbe applicare alle armi residue dopo la distruzione operata su quelle del punto due.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075
    Per armi 'disattivate' del punto 2 intendiamo quelle di cui sono provvisti sempre certificati ufficiali di disattivazione rilasciati dal Ministero
    che hanno trasormato queste ex armi in simulacri?
    Mi ricordo che nel recente passato chiesi lumi al Ministero dell'Interno se andava denunciato il possesso di un 'ex' mitra demilitarizzato
    secondo la Legge italiana ( che gia' di per sé è piu' riduttiva rispetto alle altre europee)con tanto di certificazione scritta. Mi si rispose
    molto gentilmente per la verita', che non trattandosi piu' di arma, ma di simulacro, uno non era tenuto alla denuncia di possesso perché
    non trattavasi piu' di arma, ma di un pezzo di ferro e legno.Bastava quindi conservare solamente la certificazione. Quindi ora, se passa
    la legge in questione, tutte le 'ex armi' con grinta debbono essere consegnate e loro provvederanno alla distruzione?
    Scusate se chiedo cose che magari per qualcuno sono gia' chiare (beato lui), ma qui di chiarezza ne vedo poca, perché quindi debbono
    subire la stessa trafila anche ad esempio i mitra finti della Nakata o della MGC, tanto per citarne due, ma allora,anche le armi fintissime
    di plastica o di resina a calco che usano in genere i reenactors? Non lo so, ma ve lo immaginate il casino creato nei commissariati e
    nelle stazioni dei CC? Lo so, a chi ha proposto tale follia, puo' non fregargliene alcunché, tuttavia,pur avendolo premesso senza alcun
    spirito polemico,mi viene da pensare che verranno fatte retate anche presso i venditori di giocattoli o di modelli di plastica, se lo
    spirito 'anti terrorismo' è questo!! Boh.Staremo a vedere- PaoloM

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •