Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: avancarica

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    4

    avancarica

    Un amco ha riitrovato quanto si vede, sapete aiutarci ad individuare l'oggetto? ed eventualmente a indicare un valore?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: avancarica

    Non sono uno specialista, ma a me sembra una pistola a luninello mod. 1822T, Francia XIX secolo
    luciano

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    157

    Re: avancarica

    Direi anch'io che si tratta, semza moltissimi dubbi direi, di una bella pistola modello 1822t francese...complimenti, punzonatissima e anche discretamente tenuta

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    SALON DE PROVENCE
    Messaggi
    21

    Re: avancarica

    Buongiorno
    Perdono per il mio "piccolo„ parlato italiano.
    Questa pistola è bene un'arma regolamentare francese:
    La pistola di cavalleria 1822 T o 1822Tbis.
    In servizio nella cavalleria di 1847 a in 1874.
    La differenza dei due modelli è la canna zigrinata dello Tbis. Derivato della pistola a silice modello 1822, il modello 1822T incorpora nella sua composizione una proiezione tecnologica principale per l' epoca, la messa di fuoco per capsula chiamata anche messa di fuoco a percussione. Questa trasformazione s' opera nell'ambiente del 19° secolo e modifica radicalmente la siluetta delle armi di pugno utilizzate allora. L' arma modificata non cambia nomi, ci si accontenta d' affiggere una T a seguito del modello, cosa che dà* nel caso presente pistola modello 1822T per trasformato. La principale modifica riguarda platina, l' vecchio cane a silice è eliminato e sostituito da un nuovo cane la cui testa è deportata sulla sinistra. Il bassinet e la batteria sono anche eliminati e l' posizione del bassinet è otturata da una parte d' acciaio riportata. Un corridore saldato sul cannone sostituisce l' vecchia luce di cui l' posizione è otturata. Il resto delle guarnizioni del 1822 a silice è conservato tale e quale, ciò permette anche d' ottenere un'arma moderna a inferiore fresco. Il cannone invece è scremato alla misura di 17,6 mm e si indica questo cambiamento di misura per l' iscrizione C di 17,6 sul lato del cannone. Infine un aumento fisso ed un manubrio sono fissati sul cannone, accessori d' ben inutili; altrove quando si sa che la vocazione di questo tipo d' arma è il TIR a fine che porta o a fine commovente. All'inizio del secondo peggiora la cavalleria si rafforza in forze di lavoro, il numero d' armi trasformate n' non essendo sufficiente, occorre dunque fabbricare armi nuove. Per semplificare questa fabbricazione si decide d' operare alcune modifiche che toccheranno soprattutto il cannone. Il corridore n' è più saldato sul cannone come con le armi trasformate ma ha direttamente venuto da forge, di stesso non si trova più la traccia di l' vecchio bassinet otturato poiché la platina è d'ora in poi costruito senza quest'accessorio. Ultimo dettaglio, l' embase del pontet è semplificata. A partire da 1860 un'ultima modifica interviene sulle pistole modello 1822T egli s' agisce della messa in banda del cannone. Si approfitta di questa modifica per scremare nuovamente il cannone che passa a 17,7 mm e si indica questo cambiamento di misura per l' iscrizione C di 17,6 A sul lato del cannone, A per scremato. Il manubrio adotta un embase circolare che permette di riconoscere subito d' occhio le armi messe allo standard 1822T bis. La barretta è cambiata poiché d'ora in poi le cartucce fornite con la pistola sono quelle del cannone ed il carico di polvere è ovviamente inadatto. La tazza della barretta funge dunque da misura per togliere l' eccedenza di polvere della cartuccia prima dell'utilizzo nella pistola. Si possono dunque distinguere 2 armi del sistema 1822T: * le pistole modello 1822 in passato a silici trasformati a percussione, * le pistole modellano 1822T costruiti nuovi.
    La trasformazione T bis s' applica dunque a questi due modelli.
    Il 1822T bis fu sostituito da un'arma moderna, il revolver modello 1873 che farà* la lunga carriera.
    A presto
    Jacky

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: avancarica

    Ciao sicot, interessante integrazione , spero che a ivosala faccia piacere apprendere queste notizie e passi da queste parti, almeno per ringraziarti
    luciano

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    4

    Re: avancarica

    ciao Sicot,
    grazie infinite per tutto quanto hai fatto.
    Sarei felicissimo di incontrarti personalmente, se mi dici dove potremmo farlo. In seguito, vi farò vedere anche la relativa spada che accompagnava questa pistola. Appena sarà* disponibile vi aggiungo le foto

    ciao e grazie a tutti
    Ivo

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato