Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: Baionetta tedesca mod. 1871/84

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    26

    Arrow Baionetta tedesca mod. 1871/84

    Buon giorno a tutti,
    sono nuovo ma da tempo seguo il forum con molto interesse. Ho deciso finalmente si uscire dalla "tana" presentando il seguente quesito...
    Tempo fa, grazie alla mia continua ricerca di "ferri vecchi", sono venuto in possesso della baionetta visibile in foto.
    Vorrei cortesemente sapere per quale arma è destinata.
    Grazie mille per l'attenzione [^]

    Immagine:

    99,41*KB

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Ferrivecchi
    per il momento provo a risponderti con qualche domanda che possa aiutarmi a risponderti con maggiore precisione.
    Perchè hai titolato il topic con "baionetta tedesca mod. 1871/84" e poi scrivi che non sai a quale fucile appartiene ?
    Hai qualche indizio che ti fà* ritenere che possa essere per il mauser mod. 1871/84 ?
    Compare qualche marchio del produttore sulla lama ?
    A parte queste domande che mi sono sorte spontanee, questa non è una baionetta per fucile mauser mod. 1871 o 1871/84 facilmente distinguibili per il foro di innesto canna con un diametro più largo e più vicino alla impugnatura oltre che la lama piu lunga come era in uso analogamente alle coeve.
    Ecco come era la baio del Mauser 1871 e/o 1871/84 e volendo anche del mod. Komission 1888:


    Immagine:

    28,59*KB

    Ad occhio la fattura della tua baionetta è tipicamente Steyr con filo verso il basso e lama larga non eccessivamente lunga, inconsueto ma verosimile il fodero in pelle con finimenti in ottone. Quindi una produzione che potrebbe collocarsi a cavallo del 800/900 probabilmente austriaca o tedesca per qualche fucile destinato all'export.
    Ipotesi: mannlicher olandese mod. 1895 - greco mod. 1903 - bulgaro - romeno ecc.
    Sentiamo magari adesso le idee di qualcun'altro

    [ciao2]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    233
    Tolgo qualche ipotesi lanciata dal buon Walzorzi:
    - Il mannlichet 95 olandese a memoria ha un attacco della baionetta analogo a quello dei fucili inglesi Lee-Metford/Lee Enfield (non sto parlando di SMLE) - anche se la memoria potrebbe ingannarmi.
    - La baionetta del Mannlicher-Schonauer 1903 greco è una lama di discreta lunghezza e l'unico esemplare che mi è capitato di esaminare presentava dei bei marchi raffiguranti San Giorgio e il Drago (naturalmente stilizzati e molto piccoli)
    - Potrebbe trattarsi effettivamente della baionetta del Mannlicher 95 bulgaro
    - Come potrebbe trattarsi effettivamente della baionetta del Mauser 1871/84 che a memoria (anche qui vi chiedo la cortesia di lasciarmi il tempo di verificare) è radicalmente diversa da quella del precedente Mauser 1871 e del successivo Kommission Gew. 1888.
    La ragione è semplice: essendo dotato di serbatoio tubolare il 71/84 era sbilanciato in avanti e una baionetta come quella mod. 1871 inastata non avrebbe fatto altro che peggiorare la situazione.
    Dato che una baionetta micidiale nel corpo a corpo ma pesante come quella 1871 avrebbe inficiato la precisione del nuovo fucile a ripetizione, è logico che i comandi tedeschi prederirono perdere capacità* di offesa nel corpo a corpo, piuttosto che diminuire le capacità* di offesa sulla lunga distanza offerta dalla nuova caratteristica della ripetizione.
    Con il Kommission Gew. 1888 il problema dello sbilanciamento in avanti non si poneva più, dato che l'arma era dotata di serbatoio verticale e quindi si poteva tornare ad abbinare volume e precisione di fuoco alla possibilità* di inastare un'arma bianca di dimensioni e micidialità* ragguardevoli.
    Propendo si tratti proprio della baionetta 71/84 anche per la foggia del codolo a "becco d'aquila" tipica di alcune baionette tedesche.

    ... ripeto, le mie sono considerazioni fatte a memoria e quindi da prendere con le pinze ... lasciatemi il tempo di verificare ...

    Saluti [ff]

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    108
    Confermo baionetta Modello 1871/84 variante con solchi lunghi per la quasi totale lunghezza. Ne esiste un altra variante, con solchi più corti, anchessa definita Modello 1871/84 più ricercata a livello collezionistico.

    saluti
    "Lunga vita è prosperità"

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    26
    Buona sera a tutti,
    ai ai posto il primo messaggio e già* arrivano le prime "cazziate", ma sono proprio una frana....[]
    He he parte gli scherzi andrei ad analizzare quanto chiesto:
    Effettivamente il mio problema non è sapere il modello della baionetta in questione poichè credo di averlo individuato consultando il prezioso manuale dell' Hentony Carter, libricino abbastanza esile ma ricco si immagini.
    Ecco la pagina nel dettaglio [foto 80] dove a fianco troviamo quella menzionata da Redimacchia il quale saluto e conosco molto bene per fama ottenuta su altri N.G.



    Immagine:

    153,56*KB

    La mia domanda (forse non espressa correttamente in precedenza) è sapere se secondo voi è abbinabile su piu' fucili.
    Questo poichè si sa in tempo di guerra si cerca di adattare al meglio cosa l'arsenale offre per armare le truppe...per cui da quel che colgo bydand dovrebbe darmi ragione in quanto la baio in questione potrebbe adattarsi benissimo anche sul Gew. 1888 .

    In merito alla considerazione del buon Walzi, credo che la tua baionetta sia effettivamente una 1871 con dorso a sega [foto 75](ne esiste anche una variante con dorso liscio), complimenti per il bel pezzo [8D].



    Immagine:

    169,48*KB

    Tornando al mio "ferro vecchio" posso dirvi che effettivamente, oltre il numero di matricola presente sul fodero e sulla baio, è presente sul dorso una specie di L scritta in corsivo racchiusa in un cerchio, mentre sulla parte iniziale della lama (vicina all'impugnatura) è presente una scritta illeggibile:
    SMS...?
    sotto SU...?
    Se riesco a trovare un ritaglio di tempo vedo di postare un paio di foto.
    Per ora grazie e "passo la palla".
    [ciao2]

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Salve ragazzi
    bene, prendo atto di una piccola retromarcia sulla classificazione di questa baio che insisto a non riconoscere per la serie dei mauser 71 - 71/84 ed 88.
    A tale scopo ho preparato una piccola dimostrazione con quello che al momento "mi passa il convento". []

    Innesto baionetta per i mauser sopra menzionati: foro innesto canna da 18 mm - distanza anello/chiusura 105 mm - distanza anello/lama 7 mm.
    Come si può facilemente capire l'esemplare postato ad inizio topic è di parecchio fuori quota

    Immagine:

    31,56*KB


    Terminale del fucile Mauser Mod. 1871 con attacco per baio e relativo innesto della baio sul lato destro
    Immagine:

    25,95*KB
    Immagine:

    28,43*KB


    Terminale del fucile Mauser Mod. 1871/84 con serbatoio tubolare e attacco per baio e relativo innesto della baio sul lato destro. Come si può dedurre la presenza del serbatoio tubolare non ha inficiato minimamente la meccanica di innesto baio.
    Immagine:

    24,84*KB
    Immagine:

    24,81*KB
    Immagine:

    26,66*KB


    Infine il Gewehr 1888
    Immagine:

    22,54*KB
    Immagine:

    27,03*KB

    Dunque, sfumate penso definitivamente le ipotesi Mauser.... riflettendo bene, ritengo piu verosimile l'appartenenza ai mannlicher delle serie prodotte per la Bulgaria oppure il modello 1892 o 1893 prodotti per la Romania

    Staremo a vedere .....


    [ciao2][ciao2]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    233
    Confermo l'identificazione della baionetta come Mauser 71/84.
    Del resto, i francesi avevano adottato lo stesso criterio quando, adottando il fucile Gras, adottarono anche un nuovo tipo di baionetta, più leggera rispetto al modello 1866, in quanto quest'ultima, una volta inastata, dava grossi problemi di precisione al momento del tiro a causa del suo peso.
    Ciò non impedisce però al fucile Gras di inastare sia la specifica baionetta 1874 che la precedente Chassepot 1866, come succede nel caso del Mauser 1871 e del successivo Mauser 1871/84.
    Non so però dire se la specifica baionetta 1871/84 possa inastare sul Kommission 1888 [Star]

    Altre considerazioni o confutazioni sono bene accette

    [ff]

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao a tutti
    sono perfettamente daccordo con Bydand sulla riadozione di baionette piu moderne, corte e leggere per fucili di modello antiquato a cavallo dei due secoli, nessuno lo aveva messo in dubbio.
    Era in uso in tutti gli eserciti europei, Italia, Austria e Germania compresi.
    Tuttavia a mio parere non è il caso di questa baionetta che non ritengo calzare nei fucili mauser menzionati come pensavo essere riuscito ad evidenziare anche con dimostrazioni fotografiche.
    Questa baionetta è stata quasi sicuramente fabbricata nella germania imperiale come da inequivoche caratteristiche del pomello a becco (senza esagerare), le guanciole in legno avvitate anzichè rivettate ed il fodero in pelle con finimenti in ottone.
    Tuttavia rimango del parere che sia una produzione per l'export e per fucile di concezione mannlicher.

    Ecco evidenziate, a mio parere, le caratteristiche che non la rendono adeguata per poter inastare nei fucili mauser della serie da 71 ad 88:

    Immagine:

    66,45*KB

    Sarebbe interessante avere da Ferrivecchi esattamente queste misure.

    [ciao2][ciao2]
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    233
    In attesa che Ferrivecchi dia un po' di numeri [], vi rimando a questo indirizzo

    http://www.militariacollecting.com/lofi ... 22250.html

    dove ci sono alcuni esempi di questa baionetta con impressi sull'elsa le numerazioni di reparto, che a mio avviso sono riconducibili all'esercito tedesco (Walzi sarà* certamente più bravo di me nell'interpretarli).

    Navigando su forum stranieri, pare che questa baionetta sia inastabile anche sull'88 (questo mi sfuggiva) ...

    [ciao2]

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    26
    Rieccomi con quanto chiesto:

    Distanza da inizio innesto: 85 mm

    Lunghezza innesto: 30 mm

    Diametro foro: 16 mm

    Distanza da foro a dorso lama: 20 mm

    Ora la sentenza, che darà* ragione ad una sola delle due teorie ipotizzate fin' ora. [|)]

    [ciao2]

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato