Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Baltikum, di Dominique Venner

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Baltikum, di Dominique Venner

    Se riuscite a trovarlo, vi consiglio vivamente questo libro degli anni '70 del noto giornalista francese di allora.
    Attraverso la storia della Germania a partire dagli ultimi mesi della prima guerra e la nascita dei corpi franchi e della repubblica di Weimar l'autore spiega la nascita e le origini del nazismo, prima del nazismo stesso. A partire dal movimento dei wondervogel della fine dell'800 fino alla grande guerra, la sconfitta, il caos della Germania nel dopoguerra.

    Vi sottopongo questa segnalazione, già fatta da me molto tempo fa in altro forum, perchè è di oggi la notizia che Venner, 78 anni, si è clamorosamente e pubblicamente suicidato di fronte a migliaia di turisti e fedeli sull'altare di Notre Dame a Parigi, per protesta contro i matrimoni gay.
    Sulle orme di Yukio Mishima...

    http://en.wikipedia.org/wiki/Dominique_Venner

    http://www.huffingtonpost.it/2013/05/21 ... _ref=italy

  2. #2

    Re: Baltikum, di Dominique Venner

    Citazione Originariamente Scritto da Vexillifer
    Se riuscite a trovarlo, vi consiglio vivamente questo libro degli anni '70 del noto giornalista francese di allora.
    Attraverso la storia della Germania a partire dagli ultimi mesi della prima guerra e la nascita dei corpi franchi e della repubblica di Weimar l'autore spiega la nascita e le origini del nazismo, prima del nazismo stesso. A partire dal movimento dei wondervogel della fine dell'800 fino alla grande guerra, la sconfitta, il caos della Germania nel dopoguerra.

    Vi sottopongo questa segnalazione, già fatta da me molto tempo fa in altro forum, perchè è di oggi la notizia che Venner, 78 anni, si è clamorosamente e pubblicamente suicidato di fronte a migliaia di turisti e fedeli sull'altare di Notre Dame a Parigi, per protesta contro i matrimoni gay.
    Sulle orme di Yukio Mishima...

    http://en.wikipedia.org/wiki/Dominique_Venner

    http://www.huffingtonpost.it/2013/05/21 ... _ref=italy
    Diciamo più in generale contro un mondo che ormai era troppo diverso dal suo, quella del "contro i gay" è purtroppo una grossolana semplificazione dei nostri media, che è meglio, per rispetto all'uomo di cultura che era Venner, non contribuire a diffondere.

    Per il resto, grazie della segnalazione!

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di fornasero
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    247

    Re: Baltikum, di Dominique Venner

    http://www.lefigaro.fr/actualite-france ... -paris.php

    La versione francese dell' accaduto

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Baltikum, di Dominique Venner

    Citazione Originariamente Scritto da naviditalia
    Diciamo più in generale contro un mondo che ormai era troppo diverso dal suo, quella del "contro i gay" è purtroppo una grossolana semplificazione dei nostri media, che è meglio, per rispetto all'uomo di cultura che era Venner, non contribuire a diffondere.
    Hai perfettamente ragione...

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,178

    Re: Baltikum, di Dominique Venner

    libro molto bello (Ciarrapico editore) ma di difficile reperibilità ... molto più avvincente de "I Proscritti" di E. Salomon. Ciao a tutti
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  6. #6
    Banned
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Verona
    Messaggi
    276

    Re: Baltikum, di Dominique Venner

    Citazione Originariamente Scritto da Vexillifer
    Citazione Originariamente Scritto da naviditalia
    Diciamo più in generale contro un mondo che ormai era troppo diverso dal suo, quella del "contro i gay" è purtroppo una grossolana semplificazione dei nostri media, che è meglio, per rispetto all'uomo di cultura che era Venner, non contribuire a diffondere.
    Hai perfettamente ragione...

    Concordo pienamente, a suo modo è stato un combattente per l'Europa dei Popoli e dell'antica Tradizione che l'ha distinta, non certo quella delle banche, del mondialismo e del servilismo israelo-americano, insomma, un'Europa che è morta con la liberazione che tutti festeggiano inghiottendo verità preconfezionate.
    Onore ai combattenti e alle (poche) menti libere!

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato