Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Battle Dress, Airtex, Indian made

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    1,230

    Battle Dress, Airtex, Indian made

    Il post di Mirco sul sommergibilista tedesco con indosso un BD in tela denim mi ha fatto venir voglia di postare qui l'unico Battle Dress estivo/tropicale che sia mai stato concepito (quello in tela Denim in realtà* era un'uniforme da fatica, e veniva utilizzato tanto d'estate, senza nulla, come uniforme leggera, quanto - e sopratutto - d'inverno, SOPRA al BD di lana, al fine di impedire che si sporcasse), quello indiano in airtex. Le uniformi estive e tropicali britanniche infatti prevedevano il cosidetto khaki drill, fosse in airtex o a trama fitta, negli unici due tagli della bush shirt, "pullover", con apertura a tre bottoni e due tasche pettorali, e della bush jacket, con apertura frontale totale e quattro tasche. L'esercito indiano invece concepì un BD in airtex che seguiva il taglio del pattern 1937, ancorché coi bottoni esposti. Fu molto ricercato dai carristi che non volevano indossare la tuta estiva in KD, e conobbe una certa diffusione nel deserto, e soprattuto in estremo oriente, dove lo ritroviamo spessissimo tinteggiato di verde giungla. Vi sono numerose foto di soldati indiani che lo indossano sul fronte italiano. Da notare la fibbia della cintura, uguale a quella in uso sul BD in Denim, e i bottoni in cocco, tipici delle produzioni indiane, così come i marchi stampati a inchiostro.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Battle Dress, Airtex, Indian made

    Come ormai si sa le divise non sono il mio campo ma almeno i complimenti per la descrizione posso farteli. La giacca comunque mi sembra in stato pari al nuovo o come ci insegna Mulon mint.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Battle Dress, Airtex, Indian made

    Ottimo topic come al solito, Loupie e complimenti per il pezzo che non è così facile da vedersi in giro.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    1,230

    Re: Battle Dress, Airtex, Indian made

    i complimenti fanno sempre piacere... sì, il BD è praticamente mint, credo faccio parte di un lotto mai stato distribuito. Un tempo se ne trovavano piuttosto di freqnete, ma all'epoca io non li avevo considerati perché intenzionato a fare esclusivamente militaria inglesi. Il problema del'airtex è che è molto sensbile all'umidità*, per ovvi motivi, e ci sono intere partite di airtex della guerra che sono stata stoccate in Gran Bretagna, teoricamente unissued, ma marcite a causa dell'umido. Qualche tempo fà* ho visto una bush jacket (posterò tra poco un altro bell'esemplare indiano) con insegne italiane: il pezzo mi ha lasciato un po' perplesso, perché in linea teorica l'airtex inglese non dovrebbe essere stato consegnato prima della fine della guerra, ma nulla toglie che possa essere appartenuto al rinato Regio Esercito nel periodo immediatamente posteriore alla fine del confilitto. Stante la più che probabile natura postbelica del pezzo, e l'incredibilmente esosa richiesta del proprietario, l'ho lasciato dove si trovava, ovvero a un Militalia di qualche anno fà*....

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •