Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Beano e Rivolto Se dei fortini non si sa cosa farsene...

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Beano e Rivolto Se dei fortini non si sa cosa farsene...

    Dal Messaggero Veneto di oggi... non ho parole...

    Codroipo, sono a rischio gli indennizzi militari

    Il Comune alla fine del 2012 aveva incassato per servitù 1 milione 271 mila euro.
    Marchetti: siamo orientati ad alienare a privati le ex aree di Beano e Rivolto

    Non solo disagi dalla presenza militare sul territorio di Codroipo, anzi si rimpiange la perdita del Car degli alpini a fine anni 90, che costituiva un importante volano del commercio locale. Purtroppo, l’amministrazione comunale dovrà, pare, dal prossimo anno fare a meno pure degli indennizzi da servitù militari (la legge a ristoro dei danni a privati poi non è finanziata). Il bel gruzzolo incassato dall’esecutivo retto dal sindaco Fabio Marchetti a fine 2012 ammonta a un milione 271 mila euro, già prenotati, patto di stabilità permettendo, per urgenti lavori di viabilità e arredo urbano.

    Nei vari paesi visitati dalla giunta (domani 8 aprile ci sarà l’ultimo incontro a Goricizza, alle 20.30, nell’ex canonica) sono state raccolte innumerevoli lamentele sullo stato delle strade: asfaltature da rifare, tombini sconnessi, buche nei marciapiedi, allagamenti un po’ dappertutto. A questi inconvenienti l’amministrazione civica intende dare risposta con priorità, aggiungendo alla risorsa ottenuta da indennizzo per le presenze militari altri 400 mila euro già destinati allo stesso obiettivo della sicurezza stradale.

    Dal patrimonio militare il Comune ha ricevuto in eredità, ancora precedentemente all’amministrazione Marchetti, i fortini di Rivolto e di Beano e l’area Brunner Coseat. «Siti parzialmente interessati da vincoli apposti dalla Soprintendenza - riferisce il sindaco - e difficilmente utilizzabili per i fini propri del Comune. Per quanto riguarda le aree ex militari di Beano e di Rivolto siamo orientati ad alienarle a favore di privati, che hanno già avanzato richiesta».

    Se dei fortini non si sa cosa farsene, sarebbe invece gradita l’acquisizione al patrimonio immobiliare comunale dell’ex caserma degli alpini di viale Duodo.

    «Attualmente proprietà del Ministero della Difesa e gestita dal Logistico di Udine - spiega Marchetti - è poco utilizzata. La sua collocazione nel contesto del centro cittadino prefigura l’ipotesi di un importante sviluppo urbanistico a favore della popolazione locale e dei militari sempre alla ricerca di case in affitto». Codroipo vede due consistenti strutture militari sul territorio: si tratta del Secondo stormo e della Pattuglia acrobatica nazionale di stanza a Rivolto, oltre ai Bianchi lancieri nella caserma di Goricizza. «In tutto un migliaio di addetti - sottolinea il sindaco -, soci onorari della città nonché graditi ospiti. Molti di loro dedicano il tempo libero da servizi e missioni ad attività di volontariato nello sport e nel sociale. Presenze che rendono Codroipo più ricca».
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: Beano e Rivolto Se dei fortini non si sa cosa farsene...

    Per spiegare di cosa si tratta, altro che fortini...

    LA FORTEZZA BASSO TAGLIAMENTO

    La fortezza Basso Tagliamento doveva difendere i ponti sul Tagliamento ed era organizzata sulle teste di ponte di Codroipo e di Latisana.

    TESTA DI PONTE DI CODROIPO

    La testa di ponte di Codroipo comprendeva l'opera di BEANO, costruita a protezione della ferrovia e della strada da UDINE e l'opera di RIVOLTO, a protezione della strada da PALMANOVA. La completavano le postazioni per le batterie di SEDEGLIANO, SAN MARTINO e VARMO.

    OPERA DI BEANO

    Il forte si trova sulla sinistra della strada per Beano che si stacca dalla strada da Codroipo a Basagliapenta, prima del sottopasso della linea ferroviaria. La zona militare dove si trova il forte è stata abbandonata e il forte, ancora in buono stato di conservazione, è visitabile, passando attraverso uno dei tratti mancanti della rete nella parte posteriore della recinzione. Attenzione al legname marcio del ponte.
    Armamento: 6 cannoni SCHNEIDER cal.149 mm A (acciaio) in torri corazzate SCHNEIDER girevoli di 360°, 4 cannoni cal.75 mm A (acciaio) e 4 mitragliatrici PERINO cal.6,5 mm.

    OPERA DI RIVOLTO

    Il forte si trova lungo la strada da Palmanova a Codroipo, sulla sinistra del bivio per Rivolto e Villa Manin di Passariano. Oggi la zona non è più sottoposta a vincoli militari ma egualmente non è visitabile perché affidata in gestione a un gruppo di cacciatori di Codroipo che ha provveduto a sbarrare gli ingressi e riparare le falle della rete di cinta. Da lontano il forte sembra conservato ottimamente.
    Armamento: 6 cannoni SCHNEIDER cal.149 mm A (acciaio) in torri corazzate SCHNEIDER girevoli di 360°, 4 cannoni cal.75 mm A (acciaio) e 4 mitragliatrici PERINO cal.6,5 mm.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato