Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11

Discussione: berretto fanteria

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643

    berretto fanteria

    Giorni addietro sono andato a montare un pannello solare da un cliente, nel sotto tetto ho trovato questo,gli ho chiesto se poteva vendermelo.Lui , portatelo via che se faccio fare pulizia lo butto assieme a tutto il resto.Vorrei un'opinione da parte vostra sull'oggetto in questione.Grazie Gabriele.

    Immagine:

    59,82 KB
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821
    Purtroppo si presenta male. Però..però...una bella ripulita senza ombra di dubbio ci stà*. Manca il soggolino (controlla se ci sono i bottoncini laterali), manca la fascia del grado. Non so come sia l'interno, ha per caso segni di tarmatura nell'insieme?...comunque la visiera è lucidabile (mi raccomando un panno bagnato e sapone, non usare chissà* quali sostanze).
    Ho comunque visto di peggio.
    Comunque è un restauro fattibilissimo, il valore del copricapo non è elevato, però lasciarlo così a questo punto non vale la pena.

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643
    Grazie dei tuoi consigli,penso dargli una spruzzatina anti tarme e metterlo ne dimenticatoio ciao Gabriele.PS c'è una cosa strana i due bottoncini laterali sono artiglieria.

    Immagine:

    26,24*KB
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Per piacere,mi puoi postare uan foto dell'interno che mi interessa per capire se un mio amico ne ha uno simile rinvenuto in Croazia?Grazie.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643
    Ecco l'interno ciao Gabriele.

    Immagine:

    85,62 KB

    Immagine:

    78,59*KB
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    322
    Citazione Originariamente Scritto da avio

    ,penso dargli una spruzzatina anti tarme e metterlo ne dimenticatoio
    ma no, è un berretto così bello, una bella restaurata gli ci vuole...

    piuttosto strana la faccenda dei bottoni, che abbia cambiato arma durante il servizio?
    ciao
    Edo
    [center:10jfbh88]L' VLTIMO ANELITO DEL 52° GRVPPO CANNONI DA 152/37 RACCOLSE QVESTA ALTVRA - 10.7.1942-
    QVI VNA VOCE SI LEVA POSSENTE E AMMONISCE A MAI DISPERARE NEI DESTINI D'ITALIA-

    quota 33, EL ALAMEIN[/center:10jfbh88]

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643
    Salve Edo,ho notato che esistono varie scuole sul restauro di militaria,dal mio punto di vista bisogna lasciare l' oggetto il più possibile da come é stato ritrovato ,a parte verniciature estreme o restauri mal fatti.Tante volte solo un pò di olio cambia completamente i colori del cuoio oppure un prodotto contro la ruggine ti cambia il colore e lo rende debole ,ormai abbiamo a che fare con oggetti d'antiquariato e come tali bisogna trattarli,guarda solamente i prezzi di alcuni articoli e ti viene voglia di portarli al restauro dell'opificio delle pietre dure di Firenze.A parte tutto;meno tocchi meglio é questo dal mio punto di vista.Ciao Gabriele:
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Grazie per le foto aggiuntive.No,non è lo stesso.Grazie.

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    322
    Citazione Originariamente Scritto da avio

    Salve Edo,ho notato che esistono varie scuole sul restauro di militaria,dal mio punto di vista bisogna lasciare l' oggetto il più possibile da come é stato ritrovato ,a parte verniciature estreme o restauri mal fatti.Tante volte solo un pò di olio cambia completamente i colori del cuoio oppure un prodotto contro la ruggine ti cambia il colore e lo rende debole ,ormai abbiamo a che fare con oggetti d'antiquariato e come tali bisogna trattarli,guarda solamente i prezzi di alcuni articoli e ti viene voglia di portarli al restauro dell'opificio delle pietre dure di Firenze.A parte tutto;meno tocchi meglio é questo dal mio punto di vista.Ciao Gabriele:
    ciao, capisco il tuo punto di vista, e sono d'accordo con te, in certi casi però se completare un oggetto significa riportarlo agli antichi splendori, e qui i puristi storceranno il naso, però se troviamo una divisa smostreggiata che facciamo? la lascimo com'è chiusa in un armadio?
    io personalmente preferisco sistemarla con tutti gli attributi originali e potre avere un pezzo da ammirare e anche nel caso, poter esporre... è come avere una ferrari senza vernice...
    naturalmente questo è il mio personalissimo e opinabilissimo punto di vista...
    quello che mi ha fatto spaventare era quel "dimenticatoio",pensavo che tu intendessi lasciarlo a marcire in un armadio scordandotene di averlo, ma ora penso di aver sbagliato a intendere le tue parole.
    anche se nn è di grande valore non importa, merita di essere trattato come qualisasi altro pezzo. Poi il valore di ogni pezzo è puramente soggettivo, può nn valere nulla, ma avere un grande, grandissimo valore per chi lo possiede, e di solito le cose che troviamo, o, ancora meglio ci regalano sono quelle che per me valgono di +.
    scusate la mia prolissita.
    ciao
    Edo
    [center:10jfbh88]L' VLTIMO ANELITO DEL 52° GRVPPO CANNONI DA 152/37 RACCOLSE QVESTA ALTVRA - 10.7.1942-
    QVI VNA VOCE SI LEVA POSSENTE E AMMONISCE A MAI DISPERARE NEI DESTINI D'ITALIA-

    quota 33, EL ALAMEIN[/center:10jfbh88]

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Siena
    Messaggi
    1,296
    d'accordo con edo al 100%, poi considerando nello specifico le condizioni del pezzo, aggiungerci un soggolo, una fascia di grado e ripulirlo un pochino non potrà* far altro che renderlo migliore. ed evitare che diventi un "cencio"
    ciao
    lo squadrista
    -------------
    Và nuova Italia, combatti!
    Stringi in un sol destino quanti hanno la bella tua lingua!
    Pianta le insegne romane sui limiti antichi di Roma!
    -------------
    Cerco materiale del ventennio e italiano della 2^GM - cerco anche materiale del 7° Rgt. di Artiglieria di Corpo d'Armata e foto su Siena nel periodo 1919-1945
    www.rabem.it
    www.arsmilitaris.altervista.org

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato