Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Bodeo 1889 consigli sul restauro

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    1

    Bodeo 1889 consigli sul restauro

    Salve.Ho recentemente recuperato questa vecchia pistola dal letto di un fiume.Vorrei sapere come posso ripulirla al meglio senza danneggiarla.vi allego un paio di foto per giudicare lo stato.Ps per quanto riguarda il modello,credo sia una pistola da ufficiale italiano a cavallo tra le due guerre.Se qualcuno mi sapesse dire di più sarebbe grandioso.Grazie a tutti per l'attenzione
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    Splendida Bodeo mod 89... come pulirla, intanto togli con attenzione il grosso della ruggine e gli impasti di terra e ferro.
    Dimenticavo... sempre arma da guerra è... devi regolarizzarla.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal Visualizza Messaggio
    Dimenticavo... sempre arma da guerra è... devi regolarizzarla.

    Mentre concordo sul tema denuncia, con tutto quel che consegue (Non mettetevi a ridere, la legge purtroppo è chiara) faccio presente che questa non è arma da guerra ma, a seconda delle questure, arma comune od arma antica.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Una volta che l'hai lavata con spazzolino acqua e sapone falla asciugare bene al sole per qualche ora e poi inizia la pulizia vera e propria.
    Farai una sacco di polvere rossa, se non hai un luogo adatto meglio limitarsi ad una oliata con olio spray ripetuta una volta al giorno per tre-quattro giorni.
    Altriemnti spazzolina rotante di fili di acciaio nudo su trapano elettrico, guanti ma soprattutto occhiali ed una morsa dove serrarla con delle guancette di cuoio, gomma o tela spessa.
    Attenzione alle guancete di legno ormai sfibrate, si polverizzano al minimo tocco.
    A seguire il trattamento ad olio come sopra.
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  5. #5
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,794
    il consiglio è sempre comunque quello di regolarizzarla, per evitare noie ora e in futuro.

    ChM

    Vice Amministratore
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  6. #6
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,565
    Finalmente non sono l'unico a porre l'attenzione sulla questione burocratica!
    Devi fare assolutamente denuncia di ritrovamento dell'arma che, anche se in queste condizioni, tale è per legge.
    La legge italiana parla chiaro ed i modelli anteriori al 1890 sono considerati armi antiche.
    D.M. 14 aprile 1982
    Regolamento per la disciplina delle armi antiche, artistiche o rare
    di importanza storica.
    (Gazzetta Ufficiale 5 giugno 1982, n. 153)
    Articolo 1
    Campo di applicazione.
    Con il presente decreto, ferme restando le disposizioni contenute nel
    testo unico delle leggi di
    pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, vengono disciplinate:
    a) le armi da sparo antiche;
    b) le armi da sparo artistiche o rare di importanza storica di modelli
    anteriori al 1890.

    Per la futura pulizia i consigli di Centerfire sono perfetti.
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218
    Non sono troppo d'accordo con le certezze di Maxtsn, tanto è vero che avevo scritto che la classificazione antica/comune dipende dalle varie questure.

    In merito vi trascrivo qui di seguito quanto scritto da un amico, noto autore di testi e redattore di una rivista che si occupa di armi:

    Sull'argomento, la confusione regna sovrana. Confusione, si badi bene, non tra gli appassionati, ma tra chi dovrebbe dirimere queste cose ai massimi livelli.
    La legge 110/75 parla di "modello anteriore al 1890", se non ricordo male. Il decreto del 1982, che disciplina le armi antiche, artistiche e rare di importanza storica, parla invece di "produzione". A dirimere la questione scese in campo nel 1986 la commissione consultiva centrale per il controllo delle armi, che stabilì che anche esemplari prodotti dopo il 1890, ma conformi al modello di produzione anteriore, fossero da considerarsi antichi. Il che se ci pensate è abbastanza logico, perché altrimenti se abbiamo un Bodeo del 1889 e uno del 1891, ci troviamo ad avere la medesima arma che ricade sotto due discipline giuridiche diverse per soli due anni di differenza!
    Vent'anni dopo questa pronuncia, la Commissione consultiva centrale ha smentito se stessa, obbligando un noto grossista di armi ex ordinanza a far catalogare il Bodeo 1889 per importarne un esemplare dall'estero. Considerandolo quindi arma moderna, perché l'esemplare era stato prodotto dopo il 1890. Adesso che il catalogo non c'è più, il Banco di prova ha classificato il Bodeo, quindi continua a volerlo considerare arma comune e non arma antica. Io rimango fedele all'interpretazione della commissione del 1986 (giacché anche se la commissione non esiste più, le sue decisioni "dottrinali" continuano a esplicare i loro effetti) e i miei li denuncio come antichi.
    Questa è la situazione attuale! Chi ci capisce qualcosa è bravo, e benedetto sia sempre il ministero dell'Interno, fonte di saggezza e illuminazione!
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    prov. di Savona
    Messaggi
    901
    visto che l'hai messa sul forum.... prima di far qualsiasi pulizia fai la denuncia entro 48 ore ...magari si commuovono e ti scrivono loro che è un relitto inerte privo di ogni funzionalità e irrecuperabile..... poi puliscila pure ma POI!!!!

  9. #9
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,565
    Citazione Originariamente Scritto da kanister Visualizza Messaggio
    Non sono troppo d'accordo con le certezze di Maxtsn, tanto è vero che avevo scritto che la classificazione antica/comune dipende dalle varie questure.

    In merito vi trascrivo qui di seguito quanto scritto da un amico, noto autore di testi e redattore di una rivista che si occupa di armi:

    Sull'argomento, la confusione regna sovrana. Confusione, si badi bene, non tra gli appassionati, ma tra chi dovrebbe dirimere queste cose ai massimi livelli.
    La legge 110/75 parla di "modello anteriore al 1890", se non ricordo male. Il decreto del 1982, che disciplina le armi antiche, artistiche e rare di importanza storica, parla invece di "produzione". A dirimere la questione scese in campo nel 1986 la commissione consultiva centrale per il controllo delle armi, che stabilì che anche esemplari prodotti dopo il 1890, ma conformi al modello di produzione anteriore, fossero da considerarsi antichi. Il che se ci pensate è abbastanza logico, perché altrimenti se abbiamo un Bodeo del 1889 e uno del 1891, ci troviamo ad avere la medesima arma che ricade sotto due discipline giuridiche diverse per soli due anni di differenza!
    Vent'anni dopo questa pronuncia, la Commissione consultiva centrale ha smentito se stessa, obbligando un noto grossista di armi ex ordinanza a far catalogare il Bodeo 1889 per importarne un esemplare dall'estero. Considerandolo quindi arma moderna, perché l'esemplare era stato prodotto dopo il 1890. Adesso che il catalogo non c'è più, il Banco di prova ha classificato il Bodeo, quindi continua a volerlo considerare arma comune e non arma antica. Io rimango fedele all'interpretazione della commissione del 1986 (giacché anche se la commissione non esiste più, le sue decisioni "dottrinali" continuano a esplicare i loro effetti) e i miei li denuncio come antichi.
    Questa è la situazione attuale! Chi ci capisce qualcosa è bravo, e benedetto sia sempre il ministero dell'Interno, fonte di saggezza e illuminazione!
    Ahimè quello che scrivi è vero, la confusione regna sovrana.
    Spesso e volentieri la questura di turno mi ha fatto delle richieste "extra legge" con la scusa "da noi funziona così", ma puntando i piedi dimostrando la conoscenza della legge spesso, ma non sempre, sono tornati sui loro passi.
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato