Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 31

Discussione: bombe d'aereo USA Para-Frag

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497

    bombe d'aereo USA Para-Frag

    Ciao a tutti.
    Vorre postare delle interessanti immagini di tre bombe d'aereo USA del secondo conflitto mondiale, a mio parere quantomeno inusuali...
    La prima foto raffigura apparentemente delle 100libbre ad alto esplosivo del tipo GP, con il governale classico scatolato USA ove all'interno del quale è montato un cilindro di metallo chiuso e sporgente abbondantemente dal lato posteriore del governale stesso; il cilindro sembra fissato anteriormente al risalto dove viene tenuto in sede anche il governale stesso, ovviamente non sembra vi sia la presenza della spoletta posteriore ...

    Nella seconda foto, apparentemente raffigurante delle bombe da 250 libbre USA, spolettate, armate e fissate sugli alloggiamenti del vano bombe dell'aereo, i cilindri sono due, montati ai lati esterni/laterali del governale stesso, non si capisce in quale maniera. Come si vede dalla foto, il governale è stato modificato in maniera campale per far affluire piu' aria all'interno della struttura scatolata, mediante dei tagli e piegature della lamiera del governale stesso, aria che dovrebbe servire a permettere un piu' agevole armamento della spoletta stessa...in apparenza.
    Nella parte posteriore dei cilindri, passanti, sono presenti dei cavi di armamento ma gli stessi non sono bloccati con le clip di fine corsa...

    Nella terza foto, la bomba è apparentemente da 500 libbre e addirittura al posto del governale ma sfruttando il sistema di fissaggio dello stesso, è montata una doppia staffa ad X, presente a terra al lato della bomba, dove sono fissati questi cilindri, nel numero di 4.

    Escludendo che i cilindri fossero dei sistemi frenanti, in quanto il peso degli ordigni non potrebbe essere scaricato ne' sul governale in lamierino e nemmeno su due lamiere di pochi mm di spessore, e ricordando che con quei cilindri non era, 500lbs esclusa, possibile montare le spolette posteriori, mi piacerebbe sapere che uso/effetto avevano i cilindri stessi...
    Grazie Francesco.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  2. #2
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Tracciatori fumogeni? Però quattro su di un'unica bomba......potrebbero servire per ovviare alla mancanza bilanciatura del governale?

    O sono dei propulsori a razzo?

    Però è anche vero che aumentano di numero con l'aumentare del peso....se fossero fumogeni non avrebbe senso...se fossero razzi si!

    Esperimento per l'impiego di ordigni da caduta trasformati in razzi e montati su caccia?

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Dove hai trovato le foto c'era anche scritto in che teatro di operazioni erano state scattate? Pacifico forse?

    Grazie
    ermanno

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Venezia
    Messaggi
    1,063

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Secondo me si tratta proprio di contenitori per paracadute, applicati con sistemi di fortuna, magari, sacrificando la spoletta di coda (nel caso della 100 lbs AN-M 30), magari, e utilizzando quelli che sembrano i contenitori per paracadute delle bombe a frammentazione da 23 lbs AN-M 40.

    [attachment=0:mxxp7tq0]23lbs_AN-M40-2.jpg[/attachment:mxxp7tq0]
    [attachment=1:mxxp7tq0]23lbs_AN-M40-3.jpg[/attachment:mxxp7tq0]

    Chiaramente in base al peso della bomba, i paracadute devono aumentare di conseguenza e, credo che la lamiera utilizzata per la staffa sia sufficientemente spessa per resistere allo strappo.

    L'applicazione di paracadute alle bombe d'aereo di queste dimensioni apparve sui manuali a partire da quello del 1950, nell'impiego nei bombardamenti a bassa quota, per permettere all'aereo di allontanarsi prima dell'impatto delle bombe con il terreno.
    Nulla toglie che l'esigenza di utilizzare questo sistema fosse già sentita durante la seconda guerra mondiale e gli equipaggi si fossero ingegnati per raggiungere lo scopo.

    Questo sempre se i dispositivi utilizzati non fossero invece regolamentari e i manuali del periodo bellico li avessero omessi...

    Ciao
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    ermanno

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Grazie Ermanno per la risposta. Nei manuali e nelle circolari USA belliche, non si trova traccia di questo uso diciamo "campale" dei paracadute delle Parafrag su bombe piu' grandi, penso che si tratti di foto provenirnti dal teatro del Pacifico ma non ho certezze su questo e sull'anno delle foto stesse.
    So che a guerra quasi terminata furono sviluppati e messi in cantiere dei governali frenati con paracadute per bombe americane ma da quello che so non entrarono in servizio prima della fine delle ostilita'...
    Grazie a tutti e spero che abbiate trascorso una Buona Pasqua. Francesco
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Ciao a tutti...un update o meglio, un aggiornamento, sui cilindri strani applicati alle bombe d'aereo americane...
    Durante le fasi convulse della guerra del Pacifico, fatte di bombardamenti e combattimenti per rendere inagibili temporaneamente o definitivamente piste di fortuna/semipreparate, concentramenti di truppe e mezzi/materiali nemici, gli americani fecero largo uso delle cosiddette Para-Frag; a seguito di un travaso di tecnologia, con gli inglesi, ( una tecnica gia’ impiegata da bombardieri Bristol Bleinheim inglesi, il 4 Settembre del 1939 nel porto di Wilhelmshaven, per colpire la corazzata tascabile Admiral SCHEER, prevedeva un attacco a bassissima quota e ad alla massima velocita’, con bombe ad alto esplosivo tipo GP da 1000 o 2000 libbre con spolette a funzionamento ritardato) svilupparono delle tecniche di bombardamento a bassa e bassissima quota, per evitare i pesanti danni inflitti sia dalla contraerea che dalle squadriglie di caccia giapponesi, con l'impiego di bombe a frammentazione di piccolo peso, frenate con piccoli paracadute ma che potevano essere sganciate da queste quote, per permettere al bombardiere ( A20, B25, B26 e A26) di allontanarsi velocemente senza essere coinvolto nell'esplosione degli ordigni appena sganciati, rimanendo immune anche dalla proiezione delle schegge.
    Gli ordigni erano le famose Para-frag , che non sono null'altro che delle piccole bombe ad alto esplosivo a frammentazione denominate AN-M40, pesanti 23 libbre, ovvero 10,44 kg.


    [attachment=9:vje6m1pz]23 lbs AN-M40 Para-frag.jpg[/attachment:vje6m1pz]



    Sviluppate nel 1928 avevano un corpo cilindrico con una barra di acciaio avvolta a spirale sul contenitore di esplosivo di acciaio sottile o alluminio, presentavano solo la spoletta anteriore o di naso, di tipo AN-M120A1/M170/M120, a percussione istantanea, sviluppando all’esplosione della carica di circa 1,225 kg di TNT, da 800 a 1200 frammenti di acciaio ad alta velocita’.

    [attachment=7:vje6m1pz]AN-M120A1 Parafrag fuze.jpg[/attachment:vje6m1pz]

    [attachment=8:vje6m1pz]23lbparafragM4.jpg[/attachment:vje6m1pz]

    In breve tempo e dopo i primi successi, ne vennero in fretta ordinate negli USA altre 125.000 per far fronte alle esigenze di guerra, modificando anche le 20 libbre AN-M41 e le 23 libbre M72, mediante l’applicazione del paracadute frenante e la spoletta AN-M120A1 di provata efficacia.

    [attachment=0:vje6m1pz]20 lbs AN-M41 Frag.jpg[/attachment:vje6m1pz]


    Successivamente vennero sperimentati governali frenanti e spolette posteriori ad armamento speciale con anemometro, per cercare di ottenere risultati piu’ devastanti, impiegando non piu’ piccole bombe a frammentazione ma bombe del tipo GP da 100, 250 e anche 500 libbre, denominate Para-Demo (da demolition bomb) con spolette ritardate ma impiegando i paracadute frenanti delle 23 libbre e sviluppando inoltre specifici ordigni a frammentazione di nuova concezione come la bomba da 120 libbre a frammentazione M86 che altro non era che una bomba a frammentazione da 90 libbre M82 con paracadute frenante specifico.

    [attachment=6:vje6m1pz]120 lbs parafrag M86.jpg[/attachment:vje6m1pz]

    Di pari passo si procedeva con lo sviluppo di bombe sempre piu’ grosse e pensate per provocare danno con grossi frammenti metallici, come la 220 libbre AN-M88 e la 260 libbre AN-M80.

    [attachment=5:vje6m1pz]220 lbs AN-M88 Frag.jpg[/attachment:vje6m1pz]

    [attachment=4:vje6m1pz]260 lbs AN-M80 Frag.jpg[/attachment:vje6m1pz]


    Tornando all’aggiornamento, nella ricerca condotta sul web ho trovato che nell’estate del 1942 si pensava ad una soluzione che permettesse l’uso delle ben piu’ prestanti bombe di tipo GP, dette anche Demolitions bomb, che hanno un rapporto di caricamento esplosivo/peso bomba intorno al 50%; il problema era quello di far uscire l’aereo dal raggio, ben piu’ grande dell’esplosione della bomba di questo tipo e si penso’ ad un sistema campale di adattamento dei paracadute delle piccole para-frag, mediante staffe sagomate per la 250 (due parafreni) e per la 500 libbre (quattro parafreni), la 100 libbre ne avrebbe portato solo uno fissato come la 23 libbre, sul supporto del governale metallico.
    Il sistema fu subito un successo e venne sperimentato per la prima volta nel settembre del 1942, denominate para-demo o Daisy-cutter ovvero taglia-margherite.
    Vi furono diversi rapporti ufficiali su queste modifiche, ne cito alcuni dei quali non sono in possesso nemmeno parzialmente ma ne sono alla ricerca: “Ordnance Technical Report N°7: Fuze, Bomb nose , S-1 Four to five second delay”; “Parachute Demolition bombs, Fourth Report 1945,8 “; “ Ordnance Technical Report N°6: Parachute Demolition Bomb Fourth Report 1945, 13”; “Parachute Demolition Bombs, Fourth Report 1945,9”; “Ordnance Technical Report N°6, Parachute Demolition Bombs, Fourth Report 1945,6”.

    Vi furono dei problemi con le spolette posteriori nelle 250 e 500 libbre, in quanto l’apertura dei parafreni spesso interferiva con l’armamento delle spolette e il problema fu risolto prima aprendo degli intagli nelle pareti del governale, come si vede nella foto, poi calibrando le piastre di supporto dei parafreni stessi, impedendo cosi’ alle funi dei parafreni di piegare il governale, quindi impedendo l’armamento delle spolette posteriori; dopo diverse sperimentazioni inoltre gli ordigni dovettero essere impiegati non in modalita’ istantanea ma ritardata da 4 a 5 secondi per le spolette anteriori e secondo le disposizioni dell’APGC, per i bersagli navali, impiegando la spoletta di coda USA M106, unitamente al detonatore australiano indicato per un ritardo di 5 secondi, che dava il tempo all’aereo di allontanarsi dal raggio d’azione dell’esplosione( non nella 100 libbre in quanto il parafreno impediva l’alloggiamento della stessa.) (Report on Special Fuze Testing Phase (S.T. No. 1-42-12) -Low Altitude Attacks of Water
    Borne Surface Vessels with Aircraft Bombs,. Proof Department, Bombing Section, AAF
    APGC, Eglin Field, Florida, (Eglin AFB, Florida: USAF Development Test Center History
    Office, October 31, 1942), 1.)

    [attachment=3:vje6m1pz]250lb.JPG[/attachment:vje6m1pz]

    [attachment=2:vje6m1pz]563659-Parafrag-bombs.jpg[/attachment:vje6m1pz]


    Successivamente, ma questo sara' oggetto di un altro topic, venne messo in servizio un'unita' governale frenato-bomba GP, regolamentare, per ovviare al gap creato dalla mancanza di un ordigno frenato specifico per il bombardamento a bassa quota.


    ...che era a volte davvero bassa, come in questa foto...
    [attachment=1:vje6m1pz]5534077810_5064e6cdc1_o.jpg[/attachment:vje6m1pz]
    Ciao Francesco
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

  7. #7
    Banned
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vP006496
    Messaggi
    1,253

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    http://farm6.staticflickr.com/5133/5533 ... 53c4_o.jpg

    si vedono in basso a sinistra le bombe abbastanza nitidamente

  8. #8
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Devo fare un plauso al bravo Teller che aveva visto giusto!!

  9. #9
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    953

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    Citazione Originariamente Scritto da Peo
    Devo fare un plauso al bravo Teller che aveva visto giusto!!
    alla fin fine l' ha azzeccata!!!grande ermanno!!!
    avanti forza paris

    art.52 della Costituzione Italiana
    La difesa della Patria e' sacro dovere del cittadino. Il servizio militare e' obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, ne' l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.

  10. #10
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    953

    Re: Cilindri "strani" su bombe d'aereo USA...

    x wingo
    quei bellissimi disegni li hai trovati in rete??? se si dove??? sono veramente belli
    se sono di tua proprietà complimenti
    avanti forza paris

    art.52 della Costituzione Italiana
    La difesa della Patria e' sacro dovere del cittadino. Il servizio militare e' obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, ne' l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato