Pagina 461 di 639 PrimaPrima ... 361411451459460461462463471511561 ... UltimaUltima
Risultati da 4,601 a 4,610 di 6385

Discussione: Borracce,gavette,posateria tedesca

  1. #4601
    Moderatore L'avatar di der graf
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    557

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    ringrazio Kaputt e ri-quoto HerrX.
    Non ho capito bene dove Giancarlo non si trova d'accordo con me, specie a riguardo delle varie tecniche di finitura e mi sentirei di contestare (anche se amichevolmente) il suo terzultimo post non tanto a riguardo del famoso smalto blu della sua borraccia, la cui disamina rimane per tutti comunque nel campo delle ipotesi, quanto nel momento in cui, mettendolo a confronto con gli altri, ne differenzia la finitura appellando il blu "smaltato" e gli altri "verniciati", mentre in realtà* si tratta di SMALTATURA per tutti. Nessun antiruggine ricoperto da vernice quindi .... ah, dimenticavo...e quando si parla di SMALTO, VA DA SE' che l'oggetto abbia avuto cottura al forno.
    Cordialmente.
    K.d.G.
    "Unsere Mauern brachen aber unsere Herzen nicht"
    ----------------------------------------------------------------------
    "der graf" ist Carlo Cicconi-Massi

  2. #4602
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Fano (Pesaro)
    Messaggi
    621

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Citazione Originariamente Scritto da Mulòn
    Oggi integro il topic con un altro interessante arrivo.
    La borraccia la reputo interessante perchè come tipologia/assmblaggio non ce l'ho, ed anche perchè per alcuni piccoli dettagli la reputo assolutamente intoccata.
    Non è un pezzo "nuovo" ma anzi mostra tutti i segni del tempo e, forse, di un suo impiego effettivo......in ogni caso la trovo molto bella ed affascinante.
    La borraccia è monomatricola di produttore ma non di anno, cosa non strana e già* vista su altri pezzi.
    Il corpo ed il feltro sono marcati LSS43, il Bicchiere (bellissimo) LSS42.
    E' del tipo con rinforzo, quindi presumo destinata a qualche reparto GBJ.
    Ecco le foto:
    Ciao Giancarlo,
    possiedo due borracce esattamente uguali a quella tropicale che hai postato (...che poi, oltre a quelle del normalissimo tipo continentale, parrebbe essere il solo e unico modello di borraccia usata veramente in Afrika!) e sono arcisicuro che venissero distribuite solo ed unicamente con il classico bicchierino in bakelite. Il tipo di bicchierino presente sulla tua, appartiene al modello di borraccia che solitamente si usa citare come Gebirgsjaeger o Sanità* (quelle con la cinghia a tracolla, tanto per intenderci...), tanto è vero che anche l'anno di produzione non coincide...

  3. #4603
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Territorio Libero di Trieste
    Messaggi
    2,043

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    Citazione Originariamente Scritto da herr x
    Ragazzi secondo voi perchè questo bicchiere prodotto nel '43 da AEMA internamente è smaltato e fuori presenta il colore feldgrau?
    Perchè evidentemente questa era la regola e per quanto l'economia di guerra fosse già* in vigore, nelle possibilità* le ordinanze venivano ancora rispettate. Guardacaso questi bicchierini per così dire "rare varianti" sono produzioni latewar evidenti, mancanza di punzoni, di anse etc. e guardacaso sono quasi sempre mint.... lasciati ad ossidare nei magazzini poichè incompiuti a guerra finita? A me pare proprio di si!

    [attachment=2:kgyv1d3w]a.jpg[/attachment:kgyv1d3w]

    Non per contraddire Herr X,ma questo esemplare in mio possesso antecedente il suo,marcato AEMA 42,è stato sicuramente usato in guerra,infatti è stato trovato sù una borraccia molto vissuta.Se notate bene,presenta delle caratteristiche di produzione più povere,nonostante sia antecedente di un anno,come il lamierino che tiene i manici,che non è stato rifinito,infatti presenta ancora il segno della troncatrice ed il bordo del bicchiere ripiegato male.Noto che i due colori di consistenza sono totalmente diversi,il verde è la classica vernice mentre il blu interno è uno smalto come quello della borraccia di Mulon.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Ciao,Alan.

  4. #4604
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Ciao Alessandro, grazie del commento.
    Per "classiche continentali" intendi quella come questa ma da litro e senza rinforzo?
    Ci sarai a Bologna? Se si me la porto dietro e ti renderai conto di persona che questo bicchiere sta su questa borraccia da sempre...purtroppo per quanto mi ci sono applicato le foto non rendono al meglio i dettagli che speravo facessero capire quanto appena detto. Vero quanto dici, l'anno di produzione non coincide, ma il produttore si però e per quanto detto appena sopra sono sicuro che questo insieme sia così da sempre.

    Il tipo di bicchierino presente sulla tua, appartiene al modello di borraccia che solitamente si usa citare come Gebirgsjaeger

    Questo è quello che penso io....

  5. #4605
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,674

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    Ciao Alan, a me sembra che questo bicchiere sia identico al mio se non per le condizioni, le anse leggermente più tondeggianti ed il fatto che sia stato prodotto un anno prima. Anzi più che contraddirmi direi che confermi la mia tesi dimostrando con un altro esemplare midwar in ferro smaltato che la finitura feldgrau veniva applicata sullo smalto come da prodotto finito.
    Infanterie Königin aller Waffen

  6. #4606
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    a dire il vero stavo pensando la stessa cosa. Entrambi gli esemplari testimoniano un prodotto finito, verniciato e marcato. Guarda caso, hanno la stessa smaltatura di quello del thread.
    A me sembra così evidente e lapalissiano che a questo punto e di fronte a questa ennesima conferma, il bicchierino azzurro potrebbe (uso il condizionale perchè nessuno di noi ha la certezza..e il saggio sa di non sapere) essere un fondo di magazzino rimasto lì e non completato. Sul produttore abbiamo già* appurato che sino a prova inconfutabile è difficile stabilire con certezza di chi si tratti, o che sia solamente uno. Ho invitato - per essere super partes - un amico inglese ad aprire un thread visto che anche lui è molto scettico sul discorso produzioni Schindler. Vedremo cosa ne viene fuori. Finora ho letto solo di un polacco che ha sostenuto e portato avanti questa teoria (magari vera,perchè no).
    Nel frattempo di fronte al bicchierino smaltato azzurro e dipinto verde...ritengo personalmente l'argomento catechizzato. [attachment=0:1atd1jge]Chierico.gif[/attachment:1atd1jge]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  7. #4607
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    Citazione Originariamente Scritto da der graf
    anche il semplice smalto per unghie.

    Lacca: va esclusa in quanto trattasi essenzialmente di vernice trasparente e priva di proprietà* antiuruggine.

    .
    Mi sto facendo una notevole cultura e anche divertendo. Devo fare due piccole precisazioni a quanto da te detto.
    In relazione allo smalto per unghie c'è sempre stata una certa confusione nell'uso dei temini tecnici translati da un settore all'altro con ovvie incomprensioni all'atto pratico. I francesi più pratici definiscono lo smalto per unghie "vernice per unghie" tagliando la testa al toro. Poi certe tonalità* di colore vengono definite "lacche" e non chiedetemi perchè, saranno francesismi.

    In quanto all'affermazione che una lacca non abbia proprietà* antiossidanti discordo totalmente.
    Un antiossidante è qualsiasi prodotto che impedisca l'ossidazione preservando un metallo, come nei casi trattati, dal contatto con l'ossigeno atmosferico o da altri fattori che la favoriscano.
    La zaponatura ne è il classico esempio fatto su pezzi non ossidati. Gli olii svolgono la stessa funzione e per assurdo anche l'acqua sebbene in misura minore.
    Ho visto pezzi in ferro trattati barbaramente con olio di lino essicativo preservati dalla ruggine in modo perfetto.
    Il sottovuoto è un altro esempio di sistema antiossidante ottenuto togliendo l'ossigeno o riducendolo in percentuali bassissime.
    Comunque se anche vernicio un pezzo già* ossidato esercito un'azione antiruggine in quanto quando l'ossigeno rimasto intrappolato sotto la vernice si sarà* legato con il ferro l'ossidazione si fermerà*.
    Spero di non essere stato importuno, se si, venitemi a rompere le scatole sulle cartucce.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  8. #4608
    Utente registrato L'avatar di leon1949
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Lombardia milano
    Messaggi
    3,668

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    ripeto discussione bellissima ma dubito si arrivera ad un finale , non credo che di smalterie in germania ci fosse solo
    quella citata quindi in ogni caso resterebbe il dubbio in assenza di un marchio identificativo , sempre opinione personale
    comunque ci stiamo facendo tutti una cultura chimico industriale ciao

  9. #4609
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Re: Direttamente dalla fabbrica di Oskar Schindler...

    E bon, dopo un po' di silenzio per ricerca/documentazione, riporto quanto "scoperto",tra l'altro casualmente oggi pomeriggio.
    Chiaramente ho passato ore davanti ad internet ricercando non so nemmeno cosa, quindi oggi mi son fatto un bel giro per i vari negozi di smalti/vernici etc....bene, non se ne veniva fuori....e poi ecco l'imprevisto.
    Sono che parlo con un ragazzo addetto alla vendite, sto già* riponendo i vari bicchieri nella carta (non volevo si urtassero) e mi si avvicina una sprintosissimo anziano che molto educatamente e scusandosi per l'intromissione mi fa:"quel rosso è minio",antiruggine dell'epoca....vi lascio immaginare il mio stupore ovviamente.
    Chiedo conferme/spiegazioni e mi dice che quel rosso lo ricorda bene e che è proprio quel prodotto li.
    Chiaramente mi sono attaccato ad internet ed ho scoperto questo:

    Etimologia minio: dal latino minum che si ritiene vocabolo proveniente dalla Spagna. Nome volgare dell'ossido di piombo, che è rosso e serve per dipingere. Nome di un colore a olio fatto col minio che serve a dare un primo strato di vernice al ferro per preservarlo dalla ruggine.

    Chiaramente sta roba è ancora tutta da verificare e cercherò di farlo, ma ha una sua logica che, sempre secondo me, spiega le palesi ed evidenti differenze di aspetto/finitura tra i bicchieri che io reputo solo verniciati e quelli smaltati.

    Allo stato attuale non ho ancora una spiegazione per i bicchieri con l'interno blu, ossia quelli postati da Alan e heer x che però, guarda caso, sono prodotti entrambi da AEM.A, produttore che già* in passato abbiamo scoperto avesse questa particolarità*, ossia quella di usare appunto una colorazione differente dal rosso.

    Tengo a precisare ancora una cosa, all'inizio del topic io per primo metto in dubbio la certificazione del bicchiere come prodotto dalla fabbrica di Oskar Schindler dicendo che si presume fosse stato prodotto li, ma le successive integrazioni in cui mi si dice che appunto li si producessero pentole et similia mi fa propendere sempre più per il si.

    Proprieta fische del minio:

    Densità*- 8,2 g/cm³
    Durezza- (Mohs) 2-3
    Sfaldatura- perfetta secondo {100}
    Frattura- terrosa
    Colore da rosso chiaro a bruno rossastro
    Lucentezza- privo di lucentezza, grassa
    Opacità*- non trasparente
    Striscio- giallo arancio
    Diffusione- assai raro

    Utilizzazioni
    Noto fin dai tempi degli antichi romani, il minio si forma per alterazione della galena. Da molto tempo viene prodotto industrialmente ossidando il piombo fuso per mezzo di una corrente d'aria.

    Molto pesante e tossico, era utilizzato nella fabbricazione delle vernici antiruggine, mescolato con olio di lino cotto, prima che se ne appurasse la cancerogenità*.[senza fonte]

    Utilizzato anche per colorare il fondo di un'incisione.

  10. #4610
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro
    Citazione Originariamente Scritto da Mulòn
    Oggi integro il topic con un altro interessante arrivo.
    La borraccia la reputo interessante perchè come tipologia/assmblaggio non ce l'ho, ed anche perchè per alcuni piccoli dettagli la reputo assolutamente intoccata.
    Non è un pezzo "nuovo" ma anzi mostra tutti i segni del tempo e, forse, di un suo impiego effettivo......in ogni caso la trovo molto bella ed affascinante.
    La borraccia è monomatricola di produttore ma non di anno, cosa non strana e già* vista su altri pezzi.
    Il corpo ed il feltro sono marcati LSS43, il Bicchiere (bellissimo) LSS42.
    E' del tipo con rinforzo, quindi presumo destinata a qualche reparto GBJ.
    Ecco le foto:
    Ciao Giancarlo,
    possiedo due borracce esattamente uguali a quella tropicale che hai postato (...che poi, oltre a quelle del normalissimo tipo continentale, parrebbe essere il solo e unico modello di borraccia usata veramente in Afrika!) e sono arcisicuro che venissero distribuite solo ed unicamente con il classico bicchierino in bakelite. Il tipo di bicchierino presente sulla tua, appartiene al modello di borraccia che solitamente si usa citare come Gebirgsjaeger o Sanità* (quelle con la cinghia a tracolla, tanto per intenderci...), tanto è vero che anche l'anno di produzione non coincide...
    Ciao Alessandro, sperando in un ulteriore tuo intervento in risposta a quanto ti ho detto poco sopra, ma anche di altri dato che l'altra borraccia l'hanno snobbata qusi tutti (han proprio stufato eh? ), vado ora a postare ancora una borraccia analoga a quella precedentemente postata ed assolutamente intoccata, in quanto anche im questo caso i segni "parlano chiaro" e solo la visione dal vivo può "convincere" del tutto....però questa è monomatricola, sia come anno che come produttore......che mi dici/dite di questa? Sudfront/DAK/Coloniale? O "semplicemente" una borraccia di metà*/fine guerra in uso a qualche reparto GBJ? Boh, dura a dirsi......ma una certezza ce l'ho, questa e l'altra postate sono assolutamente intoccate:

    [attachment=9:3k3e05t4]VAL43 001.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=8:3k3e05t4]VAL43 002.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=7:3k3e05t4]VAL43 003.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=6:3k3e05t4]VAL43 004.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=5:3k3e05t4]VAL43 005.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=4:3k3e05t4]VAL43 006.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=3:3k3e05t4]VAL43 007.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=2:3k3e05t4]VAL43 008.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=1:3k3e05t4]VAL43 009.jpg[/attachment:3k3e05t4]

    [attachment=0:3k3e05t4]VAL43 010.jpg[/attachment:3k3e05t4]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 461 di 639 PrimaPrima ... 361411451459460461462463471511561 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato