Pagina 572 di 639 PrimaPrima ... 72472522562570571572573574582622 ... UltimaUltima
Risultati da 5,711 a 5,720 di 6385

Discussione: Borracce,gavette,posateria tedesca

  1. #5711
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    2,936

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Citazione Originariamente Scritto da herr x
    Ho seguito con interesse questo dibattito e mi sentirei di aggiungere qualche personale considerazione anche alla luce degli interessanti esperimenti di Roberto.
    Abbiamo avuto modo di appurare come l`industria bellica tedesca si sia distinta nello sviluppo e perfezionamento degli equipaggiamenti anche cercando di sopperire all`economia di guerra sempre più pressante e limitante nelle produzioni. Con l`inizio della guerra dobbiamo considerare che alcuni importanti elementi che equipaggiavano i soldati risalivano ai primi anni trenta, come la borraccia standard ad esempio e l`esperienza maturata attraverso le pesanti manovre militari antecedenti al conflitto portarono ad un logico obbiettivo di sviluppo e funzionalità* in tal senso.

    Fatta la pallosa premessa mi appare evidente che la "noce di cocco" sia il risultato di un`evoluzione mirata alla modernizzazione e non credo che la struttura che la componeva risultasse meno dispendiosa e complessa della borraccia standard. Il corpo era comunque in alluminio e al posto del feltro elemento piuttosto deperibile, era applicata la mistura di legno e resina fenolica che ne dava un aspetto rigido e compatto forse anche più robusto dell`M31; se vogliamo pure la struttura di cinghie che integra la particolare chiusura a rullo dimostra complessità* nella realizzazione rispetto al borraccia standard. Anche se considerata dai più modello coloniale il suo impiego non sembra mirato esclusivamente alle zone tropicali e lo dimostrano le numerose foto d`epoca che ritraggono i soldati del DAK con equipaggiamenti prevalentemente standard, tuttalpiù possiamo notare borracce a capienza maggiorata anche doppie, mentre la suddetta risulta impiegata su numerosi fronti anche all`est. Secondo alcuni studiosi la funzione "termica" che doveva avere il corpo di questa borraccia lascia il posto alla tesi che tale rivestimento fosse stato studiato per evitare il congelamento dell`acqua contenuta.

    Riassumendo mi sentirei di considerare la cocco quale evoluzione complessa dell`M31 che come in altri casi relativi agli equipaggiamenti e pur godendo di una certa popolarità* non sostituì il modello precedente prodotto fino alla fine della guerra.


    La penso come te Andrea e l'ho scritto anche sopra.

  2. #5712
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Gavetta incredibile.....o incredibile falso?

    Ok, eccomi qua.
    Come promesso nel topic a tema, vorrei che analizziamo tutti assieme questa gavetta che, se buona come penso/spero, ha davvero dell'incredibile......
    Ecco subito spiegato il perchè della mia eccitazione:

    [attachment=10:2emipmc6]ITALIA 004.jpg[/attachment:2emipmc6]

    Il disegno è inequivocabile, c'è il nostro Belpaese disegnato sulla parte superiore di questa gavetta SV44, con tanto di Stella Alpina.

    Appena l'ho vista ho avuto avuto dubbi sull'originalità* di questo pezzo, dubbi abbondantemente espressi nel topic database sulle gavette, ma ho fatto l'asta decidendo di rischiare, ed ho vinto aggiudicandomi il pezzo, che proviene dalla Germania.

    Ecco qualche altra foto mia:

    [attachment=9:2emipmc6]ITALIA 001.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=8:2emipmc6]ITALIA 002.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=7:2emipmc6]ITALIA 003.jpg[/attachment:2emipmc6]

    E qui di seguito posto tutte le foto del venditore:

    [attachment=6:2emipmc6]7IHDeKwnAb2U1281543869S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=5:2emipmc6]abtlS3IFeKdj1281543917S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=4:2emipmc6]AN4o5jbZQpfq1281544069S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=3:2emipmc6]c0Ab6HjKUT421281543922S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=2:2emipmc6]I83dQ97tpkEG1281543862S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=1:2emipmc6]uFxHnS5CDI0y1281543857S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    [attachment=0:2emipmc6]XanIMF0LZeRK1281543927S.jpg[/attachment:2emipmc6]

    La prima cosa che ho pensato è stata ad una verniciatura fresca fresca, ma secondo me non è così.....
    Appena arrivato il pacco della Germania, ho avuto la gradita sorpresa, ossia non si trattava di vernice fresca ma di una quantita industriale di un qualche materiale preservante che io ho ipotizzato essere grasso, di che natura non so, magari anche grasso per armi come mi è stato successivamente detto.
    Prendo la gavetta in mano ed ho sta schifosissima sensazione di appiccicoso misto a scivoloso, con tanto di impronte digitali che restano impresse nelle zone più "sporche" di questo prodotto
    Quindi bon dei, forza e coraggio e comincio la pulizia.
    Prima cosa prendo della carta grossa e comincio a frizionare con forza sul grasso, con il risultato che la carta si deteriora subito ed i risultati sono minimi.
    Prendo quindi la cosa che più mi fa paura, il diluente per smalto d'unghie di mia moglie e, imbevuta per bene una porzione di carta, vado a frizionare nuovamente e con forza una zona che avevo parzialmente ripulito. Perchè sto diluente mi fa paura? Perchè pur non essendo potente fino ad ora mi ha sempre dato una mano a smascherare i pacchi che mi son preso in questi anni, togliendo con estrema facilità* tutta la vernice che si dimostrava essere così recente...ma "surprise", la vernice non viene via ma il grasso si, anche se con parecchia fatica e sporcando di un leggero alone verde il pezzo di carta.
    Visto il poco verde sulla carta, insisto ma non succede niente, la carta resta solo un pò sporca, al contrario di esperienze passata dove già* al primo deciso intervento il colre veniva via come se nulla fosse....buon segno mi son detto.
    Data la difficoltà* a tgliere il grasso, opto quindi per un lavaggio con acqua calda previo utilizzo di uno sgrassante misto a sapone neutro, frizionando con una "scartaza"......ragazzi, c'ho messo tre ore di lvoro intenso, ma il risultato sempre aver premiato i miei sfrorzi, e non appena ci sarà* un po' di sole posterò il risultato finale

    Intanto mi farebbe piacere sentire le vostre opinioni su quanto appena visto/letto
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  3. #5713
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Concordo pure io, lo scritto di cui sopra da conferma del mio dubbio espresso non meno di qualche mintuo prima

    Ora sarebbe davvero bello trovare una documentazione d'epoca che certifichi queste nostre ipotesi che, secondo me, oramai sono più che fondate.

  4. #5714
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Gavetta incredibile.....o incredibile falso?

    Quando hai parlato di acetone per unghie la mia reazione è stata
    Meglio l'acqua e l'olio di gomito. Per i grassi comunque un buon solvente è l'olio di vaselina o il petrolio che non sono troppo aggrassivi.
    Per l'Italia se vuoi sapere se è d'epoca usa una lente, le righine devono essere opache perchè l'alluminio vecchio ha la patina. Ma questo il re delle borracce lo sa sicuramente.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  5. #5715
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Re: Gavetta incredibile.....o incredibile falso?

    Grande Andrea, hai toccato un puno che avrei voltuo approfondire dopo, ma già* che ci siamo confermo, l'Italia ha patina, al contarrio di altri picoli punti che non la hanno, e che inspiegabilmente son rimasto a nudo, proprio a lievllo della Sicilia, ma doumenterò tutto con dovizia di foto e particolrai

  6. #5716
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    264

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Si tratta di una foto postata non proprio tanto tempo fa da Roberto a pag 135:
    cosi',ad occhio, sembrerebbe che sia fatta interamente in fibra e legno senza anima di alluminio.
    Alla luce di quanto esperimentato quindi non si puo che concordare con quanto esposto da Herr X:
    -variante o evoluzione della 1931 senza alcun miglioramento di sorta
    -non creata espressamente per il DAK o climi torridi (il nomignolo coconuts evoca da solo scenari tropicali)
    -forse l'esatto contrario antigelo e quindi Ostfront!
    L'idea che la copertura in resina fosse a scopo antiurto ed ammaccature mi era passata così ma non ha nessun riscontro.

  7. #5717
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,674

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Citazione Originariamente Scritto da Rheinmetall
    -variante o evoluzione della 1931 senza alcun miglioramento di sorta
    Dipende dai punti di vista, analizzandola strutturalmente la cocco si presenta robusta, più pratica anche per merito della nuova chiusura a rullo e se vogliamo anche più igenica considerando l`assenza del panno di rivestimento che tendeva ad insozzarsi pesantemente..
    Infanterie Königin aller Waffen

  8. #5718
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    ROMA
    Messaggi
    1,482

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Ciao a tutti,
    il corpo della cocco non era interamente in alluminio, come si può vedere dalla foto che ho postato e che riposto, parte della struttura è in pasta di legno intrisa di legante e impearmibilizzante in resina, quindi un risparmio di alluminio è evidente, rispetto alla tradizionale feldflasche.
    [attachment=0:1we45f2q]Immagine%20646.jpg[/attachment:1we45f2q]
    L'uso del cinghiaggio in canapa, per quanto apparentemente più complesso, risulta più economico rispetto al cuoio, e oltremodo la canapa risulta maggiormente robusta e meno deteriorabile rispetto al cuoio.
    Teniamo sempre presente che nel 1943 (sulla esattezza e conferma della data chiedo lumi a Giancarlo, ma comunque mi serve per far capire i vari passaggi) si opta per la borraccia in ferro, ad esclusione totale o parziale di quelle in alluminio, mentre la cocco rimase comunque in produzione fino alla fine, e c'è la questione che la produzione delle cocco, ripeto per quella che è la mia conoscenza, è in mano a due fabbricanti (HRE e Ritter).
    Mi interessava solo puntualizzare questi miei personalissimi punti di vista, per il resto concordo con il pensiero di Andrea (HeerX), tutto sommato si dicono le stesse cose, parlando a volte lingue diverse, ma questo è il bello del forum.
    Facendo un riassunto dei risultati delle prove:
    Round 1 : Cocco vs Alluminio con feltro bagnato - vince Alluminio come freschezza dell'acqua contenuta.
    Round 2 : Cocco vs Alluminio con feltro asciutto - ex equo.
    per le prove con il gelo sono in attesa di .......borracce da macello.
    Ciao
    Roberto
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  9. #5719
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,659

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Citazione Originariamente Scritto da robertochiac
    Ciao a tutti,
    il corpo della cocco non era interamente in alluminio, come si può vedere dalla foto che ho postato e che riposto, parte della struttura è in pasta di legno intrisa di legante e impearmibilizzante in resina, quindi un risparmio di alluminio è evidente, rispetto alla tradizionale feldflasche.
    Ma sei sicuro? Chiaramente mi hai messo il dubbio e domani verifico, ma io penso che la struttura in cocco abbia una base d'alluminio sotto ma, ripeto, domani verifico meglio.


    Citazione Originariamente Scritto da robertochiac
    Teniamo sempre presente che nel 1943 (sulla esattezza e conferma della data chiedo lumi a Giancarlo, ma comunque mi serve per far capire i vari passaggi) si opta per la borraccia in ferro,
    Questo è quello che si è da sempre sostenuto, anche sul bellissimo articolo di U&A di qualche tempo fa, tuttavia io ho in collezione un corpo in ferro datato 42


    Citazione Originariamente Scritto da robertochiac
    Round 1 : Cocco vs Alluminio con feltro bagnato - vince Alluminio come freschezza dell'acqua contenuta.
    Round 2 : Cocco vs Alluminio con feltro asciutto - ex equo.
    per le prove con il gelo sono in attesa di .......borracce da macello.
    Ciao
    Roberto
    E su questo mi trovi pefettamente d'accordo, come sono anche sicuro che questo invenro ti si ghhiacerà* prima la cocco piuttosto che quella in feltro

  10. #5720
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,674

    Re: FELDFLASCHE - LA BORRACCIA DELLA WEHRMACHT

    Citazione Originariamente Scritto da robertochiac
    Ciao a tutti,
    il corpo della cocco non era interamente in alluminio, come si può vedere dalla foto che ho postato e che riposto, parte della struttura è in pasta di legno intrisa di legante e impearmibilizzante in resina, quindi un risparmio di alluminio è evidente, rispetto alla tradizionale feldflasche.
    L'uso del cinghiaggio in canapa, per quanto apparentemente più complesso, risulta più economico rispetto al cuoio, e oltremodo la canapa risulta maggiormente robusta e meno deteriorabile rispetto al cuoio.
    Ciao Roberto, non capisco bene cosa intendi per "non era interamente in alluminio".
    Considerando le descrizioni riportate dai più autorevoli articoli e pubblicazioni ma soprattutto osservando esemplari originali compreso il mio di collezione, ho potuto constatare che il corpo della borraccia in oggetto era di base realizzato in alluminio quindi rivestito in maniera definitiva con una copertura rigida di legno misto fibre sintetiche (basta guardare dentro la borraccia per notare che internamente è tutta in alu). Per quanto riguarda il cinghiaggio sono propenso a credere che ci sia stato un orientamento per una soluzione come dici tu maggiormente robusta ecco perchè anche sul fronte dell'est non è raro vedere spallacci in canapa al posto dei tradizionali in cuoio.
    Personalmente considerando che abbiamo testimoniato una produzione di questo modello risalente al 1940, ritengo che all'epoca non ci fosse un esigenza di risparmio economico così allarmante sulla produzione di questa particolare borraccia che a colpo d'occhio non appare così economica..
    Infanterie Königin aller Waffen

Pagina 572 di 639 PrimaPrima ... 72472522562570571572573574582622 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato