Pagina 1 di 14 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 136

Discussione: Borracce italiane WW1 database

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    36

    Borracce italiane WW1 database

    Trademark-Symbol.jpgitalrest.gif

    Salve a tutti, nella mia collezione (ancora piccolina perche' iniziata solo un anno e mezzo fa)ho diverse borraccie della prima guerra mondiale, ma nulla di italiano.
    Mi rivolgo a voi per saper delle famose guglielminetti, come riconoscerle e se girano anche per queste dei maledetti falsoni;
    chiedo inoltre notizie su altre borraccie italiane della prima.
    Grazie a tutti
    AT-TENTI

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,079
    Ciao GENE. Il settore borracce mi pare il più immune dalle taroccature dato l'esiguo valore materiale degli oggetti anche se a mio giudizio militarmente affascinanti. Di contraffatto mi è capitato di vedere solo terminali di Guglielminetti che è forse quella che raggiunge quotazioni più elevate anche se cronologicamente è stata la più longeva. Ora devo scappare ma ti posterò al più presto notizie sulla Guglielminetti. [}][}]
    Cerco tutto ciò che riguarda il 157^LIGURIA

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    ciao, ti confermo quello detto da marco, le borracce (soprattutto le guglielminetti) sono molto difficili da riprodurre, a causa del loro metodo costruttivo alquanto particolare. le uniche false che ho visto erano vendute come tali per rievocazioni storiche ed erano a listelli al posto che in pezzo unico.
    ciao
    davide987
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di btgak47
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    683
    Ciao Gene anch'io al più presto di posterò una foto di questa borraccia, originale al 100%.
    Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,079
    Ciao btgak47. Scusa se sono sempre di fretta.....Quello che posso anticiparti sulla Guglielminetti è un'osservazione personale. Quelle risorgimentali hanno in vimini intrecciato le fascette che a fine secolo saranno in zinco stagnato e in ferro e stoffa nella ww1 per la cavalleria. Prima del 48 si usavano le zucche!! [}][}]
    Cerco tutto ciò che riguarda il 157^LIGURIA

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di btgak47
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    683
    Ciao Marco
    bisogna riconoscere che i nostri avi erano un passo avanti rispetto a noi nel sfruttare ogni risorsa e soprattutto nell'usare materiali riciclabili e biodegradabili (legno, stoffa, ...zucche, etc.)
    Io sono riuscito a trovare due minuti per scattare alcune foto a questa borraccia e spero che sia di interesse per GENE.


    Immagine:

    68,92*KB



    Immagine:

    83,42*KB



    Immagine:

    75,45*KB



    Immagine:

    71,05*KB

    Ciao
    Gianfranco

    P.S.: Non badate alla qualità* delle foto, ripeto, le ho scattate molto di fretta!![^][][]
    Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di btgak47
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    683
    Ecco un po' di storia come contorno a questo interessante topic:
    Nella Torino del Risorgimento, Pietro Guglielminetti, oriundo di Sambughetto, inventa un modello di borraccia in legno adottata nel 1853 dall'Esercito Sardo e ininterrottamente fino al 1912 da quello Italiano (14). I figli e i nipoti, per cinquant'anni forniscono di borracce gli eserciti europei. I fondi e gli zipoli delle borracce fabbricate a Torino, sono scavati per molti anni in valle Strona, dagli artigiani di Sambughetto.

    Infine volevo aggiungere, casomai ti interessasse GENE, ho effettuato una breve ma fruttuosa ricerca su ebay e ho selezonato una asta sulla borraccia in questione: per l'esattezza l'inserzione (che ovviamente si trova in collezionismo-militaria) si intitola GUGLIELMINETTI 1WW (oggetto nr.6245059185) e scade il 24/01 alle 19.04.
    Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848
    Ciao a tutti,
    la borraccia postata è la modello 1876, adottata con atto n. 160 il 16.12.1876. Il corpo, unico, era di salice o pioppo ed era alto tra 158 e 163 mm., le pareti erano spesse tra i 5 e i 7 mm. I due fondi, la cannella e lo zipolo erano in acacia, ciliegio, carpino, gelso e simili.
    La c.d. Guglielminetti era quella risorgimentale a doghe inventata e costruita a Torino dopo il '49 (credo '51). L'atto del '76 riporta che il campione "...è stato spedito a tutti i corpi dell'Esercito da parte dell'opificio arredi militari". Pertanto può essere che anche altre ditte italiane hanno costruito lotti di dette borracce. E' interessante notare che la modello '76 fu adottata perchè quella precedente "perdeva" acqua e bagnava il soldato... Successivamente furono adottate quelle metalliche perchè l'acqua nel legno non si conservava bene e procurava disturbi intestinali ai soldati...



    Borraccia Guglielminetti a doghe (dal volume dello SME 1843-1861)

    La borraccia postata da btgak47 era per le truppe a piedi mentre per quelle a cavallo era prevista la cinghia a tracolla.

    Ciao [][][]

    Fante71
    E' la somma che fa il totale.

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    31
    Mi è giunta notizia di falsi provenienti dalla Slovenia.
    Da quanto sentito: ferri ovviamente originali, ma legno più spesso e di conseguenza peso maggiore.
    Leggenda o verità*?

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    234
    Vi posto alcune foto della mia Guglielminetti, completa di imbracatura di cuoio per il trasporto a tracolla. L'ho recuperata in una cantina di Pavia, dove ha riposato per diversi decenni, e non appena l'ho toccata il cuoio si è spezzato[V]



    Immagine:

    97,98*KB

    Immagine:

    103,1*KB

    Immagine:

    88,35*KB

    Immagine:

    129,77*KB
    Contrairement a beaucoup, entre la graisse d’armes et la vaseline, je préfère la graisse d’armes

Pagina 1 di 14 12311 ... UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato