Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 44

Discussione: Breve vita di un "Corsaro"

  1. #31
    Utente registrato L'avatar di Giarabub
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    308

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    Appena superato il limite delle acque territoriali , Langsdorff fermo' le macchine ed innesco' le cariche esplosive per l'autodistruzione . Alle 20.44 del 17 dicembre 1939 , la Graf Spee , completamente deserta e dopo aver "smantellato" il telemetro , salto' in aria . Langsdorff , convinto a malincuore dai suoi uomini a non lasciarsi morire con la nave , si imbarco' su uno dei rimorchiatori e diresse verso Buenos Aires , ove riteneva che le autorita' argentine potessero considerare lui ed il suo equipaggio come normalissimi naufraghi ; invece vennero internati tutti in un quartiere dell'arsenale .


    altre foto del giorno, con i "rilievi" inglesi, funerali ed altre "inedite"..ne metterò a breve.

    saluti
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    " "Con simile gente si va in capo al mondo. Occorrerà frenarli, anziché sospingerli in battaglia"”

  2. #32
    Utente registrato L'avatar di Giarabub
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    308
    " "Con simile gente si va in capo al mondo. Occorrerà frenarli, anziché sospingerli in battaglia"”

  3. #33
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    Ottimo racconto e altrettante ottime foto e belli i video
    Avevo già* preparato una buona parte dell`integrazione pertanto scusate se resto un po` indietro e aggiungo qualcosa riguardo i prigionieri che si trovavano a bordo durante la battaglia.
    Un gruppo di circa 30 ufficiali della marina mercantile britannica si trovava prigioniero nel quadrato di poppa degli ufficiali inferiori a bordo della Graf Spee e per uno strano gioco della sorte, il gruppo si trovò ad essere testimone oculare del memorabile scontro.
    La posizione dei prigionieri, però fu indubbiamente singolare; se da un lato, infatti, non potevano augurarsi che la vittoria delle armi del proprio Paese, dall`altro sapevano perfettamente che ogni granata britannica giunta a segno poteva significare la fine per loro.
    Tra questi ufficiali, che fortunatamente furono sbarcati tutti sani e salvi, tranne un ferito leggero, a Montevideo, si trovava il Capitano Dove, catturato poco tempo prima, che pubblicò circa tre mesi dopo un libretto intitolato "Sono stato prigioniero della Graf Spee" nel quale narrava le sue vicissitudini e quelle dei suoi colleghi di prigionia.
    Solo qualche passo.
    Avanzavamo sempre zig-zagando a tutta velocità* e ci inclinavamo così tanto che in certi momenti pensai che ci saremmo capovolti.
    Potevamo vedere degli uomini che azionavano un sollevatore di munizioni e sembravano molto preoccupati.
    Più tardi il capitano Langsdorff ci disse che ci trovavamo nella parte più sicura della nave, dietro la blindatura, ma subito ci disilludemmo, si udì uno scoppio assordante sulla copertura d`acciaio direttamente sopra le nostre teste.
    Si spensero tutte le luci, schegge di acciaio contorto ed altri rottami ci piovvero intorno ed improvvisamente un raggio della luce del giorno si aprì un varco verso un angolo della nostra prigione.
    Vidi che tutti correvano verso gli angoli della stanza, alcuni raccolsero giubbetti salvagente, mettendoseli sopra la testa come protezione, uno di loro si avvolse la testa con una amaca, altri si rifugiarono sotto i tavoli.
    Il ragazzo ferito che non si poteva muovere ed era seduto sopra una pila di amache, fu trascinato sotto un tavolo su cui vennero ammucchiate molte amache a mo di rifugio antiaereo, ma era chiaro che tutto questo non riavrebbe assolutamente protetto.
    La polvere, le schegge e l`odore degli esplosivi ci soffocavano.
    Passò molto tempo prima che decidessimo di muoverci da questo asfissiate rifugio.
    Da dove mi trovavo acquattato potevo vedere il danno causato dalla granata. C`era una fenditura dove iniziava la copertura, però fortunatamente la granata aveva colpito la sbarra d`angolo, di 6 pollici di spessore, della piastra di mezzo pollice di spessore sopra di noi, se fosse caduta sulla lamiera tra le sbarre, non avremmo avuto la possibilità* di salvarci, la granata sarebbe penetrata e scoppiata in mezzo a noi.
    La granata aveva squarciato la copertura, ma solo enormi schegge erano arrivate sino a dove eravamo noi.
    Malgrado tutto e per una nefasta coincidenza, l`unica persona colpita fu il ragazzo che già* era ferito, una delle schegge lo aveva colpito ad un braccio.
    Sopra le nostre teste riprese la lotta, però la situazione era per noi cambiata.
    La lamiera di acciaio del soffitto era volata via ed il vetro era andato in frantumi.
    Attraverso la fenditura potevamo scorgere l`azzurro del cielo e, se salivamo sugli stipetti, anche il mare.
    Era azzurro e tranquillo e ci balenò l`idea che, nel peggiore dei casi avremmo avuto almeno la possibilità* di metterci in salvo a nuoto.
    Potevamo dedurre dalla posizione del sole che la Graf Spee navigava in direzione ovest e per le enormi ondate di prua e per il vibrare delle macchine, che la nave andava a tutta velocità*.
    Tutti i cannoni che riuscivamo a vedere erano puntati verso poppa.
    Da tutti questi indizi si poteva trarre una sola conclusione: la Graf Spee era in fuga e la stavano inseguendo.

    Restando a Montevideo
    [attachment=7:1j3e6ser]danni fianco.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    [attachment=6:1j3e6ser]torre danni.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    [attachment=5:1j3e6ser]funerali 1.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    [attachment=0:1j3e6ser]funerali 2.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    L' affondamento, successivamente riporterò quel che comunicò l'inviato speciale della BBC a Montevideo.
    [attachment=4:1j3e6ser]distruzione 4.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    [attachment=3:1j3e6ser]distruzione 1.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    [attachment=2:1j3e6ser]distruzione 2.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    [attachment=1:1j3e6ser]distruzione 3.jpg[/attachment:1j3e6ser]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    luciano

  4. #34
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    Montevideo 17 dicembre 1939.
    Alle ore 19.30 di quel giorno l`inviato speciale della BBC trasmise il seguente servizio che poi fu ripreso da tutte le reti radiofoniche occidentali.
    Qui Mike Fowler che vi parla da Montevideo.
    Davanti a me al centro del porto c`è la corazzata tascabile Graf Spee la nave corsara che tutto il mondo parla.
    Essa si è rifugiata da 4 giorni nel porto neutrale uruguaiano dopo un duro scontro con tre unità* britanniche che ora l`attendono oltre il limite delle acque territoriali.
    Fra poco la Graf Spee dovrà* lasciare il porto infatti mancano pochi minuti allo scadere del tempo concesso dal governo uruguaiano per riparare i danni subiti.
    Se fra poco questa nave non salperà* sarà* sequestrata e l`equipaggio internato.
    Cosa faranno i tedeschi? Affronteranno le navi inglesi o lasceranno che la loro bella nave venga requisita?
    Ci sono circa 300.000 persone ammassate sui moli, sulle terrazze e sui tetti della città*, tutti vogliono vedere con i propri occhi ciò che sta per accadere.
    Sanno di essere testimoni di un avvenimento che passerà* alla storia.
    Ma che succede?....scorgo del movimento sui ponti della Graf Spee........ma si ....la nave sta per salpare.....si sentono le macchine pulsare.......le ancore vengono alzate....sì, signore e signori la corazzata si muove.
    Si dirige verso il largo, verso il nemico......i tedeschi hanno preso la loro decisione.....ora l`inevitabile sta per accadere......
    Ma il cronista si sbagliò, infatti la nave non si diresse verso il nemico.
    La nave si fermò all`imboccatura del porto, gli uomini dell`equipaggio si precipitarono nelle scialuppe dirigendosi verso alcuni battelli.
    Pochi istanti dopo, un`alta colonna di fumo si levò al centro della corazzata.
    Ma ecco ancora il racconto di Mike Fowler: ...che sta succedendo? Mio Dio i tedeschi hanno dato fuoco alla santabarbara!.
    Ci giungono delle esplosioni terribili, tutti i vetri di Montevideostanno andando in frantumi.......la Graf Speer sta affondando....i tedeschi l`hanno fatta saltare....ma perché hanno fatto questo? Perché? Perché?.....
    luciano

  5. #35
    Utente registrato L'avatar di Giarabub
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    308

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    o"grande Cocis !!

    Il 19 dicembre , Langsdorff scrisse all'ambasciatore tedesco in Argentina assumendosi la piena responsabilita' di quanto accaduto e preannunciando di aver preso la decisione di togliersi la vita, questo il testo :
    «Dopo aver a lungo riflettuto, ho preso la grave decisione di affondare la corazzata tascabile Admiral Graf Spee per evitare che cadesse in mano al nemico. Condotta la mia nave a Montevideo, mi sono trovato in una trappola, in condizioni che non mi lasciavano altre alternative e ne sono tuttora convinto: il tentativo di aprirmi il varco fino in alto mare era destinato a fallire per insufficienza di munizioni...
    Il responsabile dell'affondamento della corazzata tascabile Admiral Graf Spee sono soltanto io e se, ciò facendo, ho gettato l'ombra del biasimo sulla nostra bandiera, sono lieto di pagare con la vita. Vado incontro al mio destino con ferma fede nella causa e nell'avvenire della patria e del Führer. Scrivo questa lettera nella quiete della sera, serenamente, perché Vostra Eccellenza possa informare i miei superiori e soffocare le dicerie».

    Dopo aver salutato con un " auf wiedersehen " i suoi uomini , Hans Langsdorff , rimasto solo , si uccise con la sua pistola d'ordinanza . Di Lui si ricordano doti umane eccezionali nei confronti dei suoi uomini e dei suoi stessi nemici , grandi qualita' di combattente ed uno spiccato senso dell'onore .
    I suoi uomini scoprirono il suo corpo quando mancò di comparire a cena e poi anche a colazione, decisero quindi di cercarlo ma venne rinvenuto ormai cadavere. Fatto sta che i destini della Graf Spee e del suo comandante Hans Langdorff sono rimasti uniti e non si sono macchiati di alcun crimine di guerra durante i pochi mesi di regno incontrastato lungo l'Oceano Atlantico del Sud periodo nel quale la nave tedesca e soprattutto il suo comandante, pur nelle avverse condizioni di una guerra che sarebbe stata la peggiore mai scoppiata si distinsero per spirito cavalleresco, compassione e aderenza fedele alle convenzioni militari dell'Aja
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    " "Con simile gente si va in capo al mondo. Occorrerà frenarli, anziché sospingerli in battaglia"”

  6. #36
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    Immagini a dir poco stupende e sconosciute, grande Giarabub
    Con riferimento a quanto hai scritto "Fatto sta che i destini della Graf Spee e del suo comandante Hans Langdorff sono rimasti uniti e non si sono macchiati di alcun crimine di guerra durante i pochi mesi di regno incontrastato lungo l'Oceano Atlantico del Sud periodo nel quale la nave tedesca e soprattutto il suo comandante, pur nelle avverse condizioni di una guerra che sarebbe stata la peggiore mai scoppiata si distinsero per spirito cavalleresco, compassione e aderenza fedele alle convenzioni militari dell'Aja" infatti, risulta che nessun marinaio delle navi abbordate ed affondate ha perso la vita e che tutti sono stati tratti in salvo o si è fatto modo che venissero soccorsi.
    luciano

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    Super topic..
    molte foto bellissime e dettagliate..

    non posso fare a meno di "continuare" a complimentarmi con Voi..
    come molti amo anche io queste Regine dei Mari e la Marina in genere..
    Ciao
    digjo

  8. #38
    Utente registrato L'avatar di Giarabub
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    308

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    in conclusione,
    La macchina della propaganda tedesca riportò che la Graf Spee aveva affondato un incrociatore pesante e danneggiato pesantemente i due incrociatori leggeri, riportando solo danni leggeri â?? il suo auto-affondamento fu quindi difficile da spiegare. L'accaduto contribuì alla scarsa opinione di Hitler nei confronti della flotta di superficie tedesca. La battaglia fu invece una grossa vittoria propagandistica per i britannici durante la finta guerra, e l'opinione sul Primo Lord del Mare Winston Churchill ne uscì migliorata.

    La Exeter, gravemente danneggiata, venne portata prima alle Isole Falkland e poi a Devonport per essere riparata. Si è detto che venne danneggiata al punto da non rendere economicamente conveniente ripararla, ma Churchill decise di farla aggiustare lo stesso per non doverla dare per distrutta.

    I prigionieri catturati dalla Graf Spee alle navi mercantili affondate, che erano stati trasferiti sulla sua nave rifornimento Altmark, vennero liberati dagli uomini della cacciatorpediniere britannica HMS Cossack, con un arrembaggio passato alla storia come l'Incidente della Altmark (16 febbraio 1940) â?? mentre la nave tedesca si trovava nello Jà¸ssingfjord, nella acque neutrali della Norvegia. I prigionieri che non erano stati trasferiti sulla Altmark ed erano rimasti sulla Admiral Graf Spee durante la battaglia, vennero rilasciati all'arrivo a Montevideo.

    Il 22 dicembre 1939 oltre 1.000 marinai della Admiral Graf Spee vennero portati a Buenos Aires ed internati. Esistono molte storie, ma poche informazioni affidabili, sulle loro attività* successive nel periodo bellico, comprese fughe, ritorni illegali nelle forze armate tedesche, spionaggio, e approdi clandestini di sottomarini tedeschi in Argentina. Dopo la guerra molti marinai tedeschi si stabilirono permanentemente in diverse parti dell'Argentina e dell'Uruguay, alcuni vi ritornarono dopo essere stati rimpatriati in Germania.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    " "Con simile gente si va in capo al mondo. Occorrerà frenarli, anziché sospingerli in battaglia"”

  9. #39
    Utente registrato L'avatar di Giarabub
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Roma
    Messaggi
    308

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    immagini recenti di commemorazione in Argentina e recuperi



    fonte: vari articoli nel tempo assemblati
    vecchie collezioni: "i grandi fatti"
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    " "Con simile gente si va in capo al mondo. Occorrerà frenarli, anziché sospingerli in battaglia"”

  10. #40
    Collaboratore
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Cicagna-Genova
    Messaggi
    871

    Re: Breve vita di un "Corsaro"

    eccellente, veramente eccellente, bravissimi a tutti e due !!!!
    socio del Coordinamento Ligure Studi Militari ( C.L.S.M. )

    della folgore l'impeto !

    imparate a rispettare le donne Guerrieri, nelle mani di una donna nasciamo e nelle mani di una donna moriamo !!!!!

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato