Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 17 di 17

Discussione: Bulgaro short

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Che dirti,Piesse?Hai fatto un super lavoro!!!Io ho un M33 italiano che potrebbe riservare qualche sorpresa e prima o poi tenterò di togliere la vernice postbellica.I tuoi consigli mi torneranno sicuramente utili.Grazie!!!
    Ciao![ciao2]
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #12
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Beh, ragazzi, a volte resto un po' sorpreso; a me sembra un lavoretto non particolarmente impegnativo; inoltre da un certo punto di vista questi interventi sono inaccettabili in quanto in qualche modo si falsa la verità* storica; però, in questo caso avendo intravisto lo scudetto sotto il ricondizionamento postbellico, cosa non molto comune specialmente negli short visor, decisi di provarci, anche perchè questo elmetto conservava anche un interno bellico, e spesso, nei ricondizionati, non è così.
    Caso ha voluto che poco tempo dopo invece trovai un altro short in livrea bellica quasi impeccabile, e questo è andato un po' nel dimenticatoio.
    Mi è tornato in mente vedendo il lavoro di Zeptaja, che così a prima vista mi sembrava anche venuto meglio del mio (facciamo a scambiarci i complimenti) perché mi sembrava la vernice rimasta migliore anche come consistenza, pur avendo notato qualche rifinitura da fare, tipo i rivetti.

    Ah, Zeptaja, il container non ha ruote, è saldamente infisso al suolo, serve una grossa autogru per spostarlo, e in più si trova in un terreno recintato e circondato da fossato, infestato da feroci animali selvaggi da difesa, quali rospi, ricci, perfino un istrice e qualche volpe, ma soprattutto pericolose tartarughe azzannatrici (in particolare di insalata novella e fragole, per la gioia del mio vecchio babbo che le coltiva...[])

  3. #13
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Citazione Originariamente Scritto da piesse

    Beh, ragazzi, a volte resto un po' sorpreso; a me sembra un lavoretto non particolarmente impegnativo
    Sì,per chi è capace è chiaro che non è impegnativo,ma per me sarà* un'impresa titanica quando mi metterò a raschiare il mio M33!!![:81][:81][:81]
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Parma
    Messaggi
    75
    Grazie mille piesse,
    te l'ho chiesto, perchè ho un m33 dei Carabinieri Reali completo di interno e tutto bellico (almeno dovrebbe), che nel dopoguerra era stato ridipinto di verde. Dopo tanto grattare ora è quasi completamente ripulito, ma purtroppo ci sono ancora piccole parti di vernice durissime da togliere e ho il timore che insistendo troppo venga via anche parte della sua vernice nera sottostante (anche se sembra durissima), ma proverò con i tuo consigli!!
    Ancora grazie.
    Gunter
    Memento Audere Semper

  5. #15
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Bulgaro short

    untitled.png


    E' nota da svariati anni la presenza sul mercato internazionale di una versione accorciata dell'elmetto
    bulgaro Mod.1936/C. Non si sapeva se fosse mai stato adoperato in combattimento.
    Alla luce di un filmato, ora si puo' dire che e' stato adoperato contro i sovietici. PaoloM
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  6. #16
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Curiosa questa notizia.
    Secondo quanto sapevo io la Bulgaria, alleata "tiepida" dell'Asse, non risulta aver dichiarato guerra alla Unione Sovietica, con la quale aveva buoni rapporti; anzi, quando nel giugno del 41 la Germania attaccò l'URSS, i due Paesi continuarono ad avere normali rapporti diplomatici, anche se comunque ci furono alcuni scontri fra piccole unità navali nel Mar Nero.
    Quando poi le truppe Sovietiche, nell'agosto del 1944, nella loro avanzata giunsero ai confini bulgari, la Bulgaria decise di lasciare libero il passaggio all'Armata Rossa e di abbandonare l'alleanza con la Germania e schierarsi a fianco dei Sovietici.
    Infatti da quel momento alla fine della guerra l'esercito Bulgaro contribuì alla guerra di liberazione dell'area balcanica, risalendo la Bulgaria e la Jugoslavia, fino a giungere in Austria alla fine della guerra.
    Ho visto foto di soldati con elmetti short visor riconducibili a questo periodo.

  7. #17
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Dal 1944 venne fato un patto di non belligeranza con l'URSS, ma prima,reparti bulgari furono attestati
    con i tedeschi contro i sovietici.Non so se vi furono solamente scaramucce o dell'altro.PaoloM

    Da Wikipedia:
    La Bulgaria fu costretta ad unirsi alle potenze dell'Asse nel 1941, quando le truppe naziste, mandate ad invadere la Grecia dalla Romania, raggiunsero i confini bulgari settentrionali e chiesero il permesso di attraversare il territorio. Minacciato da un confronto militare diretto, lo zar Boris III non aveva altra scelta che unirsi al blocco nazifascista, cosa che avvenne ufficialmente il 1º marzo di quell'anno. Dato che la Russia Sovietica (di cui la Bulgaria è uno storico alleato) aveva firmato un patto di non aggressione con la Germania, ci fu poca opposizione popolare a questa decisione.Il 6 aprile 1941, nonostante si fosse ufficialmente unito alle forze dell'Asse, il governo bulgaro manteneva una situazione di passività militare durante le fasi iniziali dell'invasione della Jugoslavia e della Grecia: quando le truppe tedesche, italiane e ungheresi avanzarono nel Regno Balcanico e nella penisola ellenica, i bulgari rimasero al di là dei loro stessi confini. Il governo jugoslavo si arrese il 17 aprile mentre Atene resistette fino al 30 dello stesso mese. Il 20 aprile il periodo di passività della Bulgaria ebbe fine, in quanto l'esercito bulgaro entrò nella regione della Tracia occidentale. Lo scopo era quello di ottenere uno sbocco in Tracia sul Mar Egeo e di riprendersi la Macedonia.I bulgari occuparono il territorio tra il fiume Strimone ed una linea di demarcazione tra Alessandropoli e Svilengrad ad ovest del Marica. Incluse nell'area c'erano le città di Alessandropoli (Дедеагач, Dedeagač), Komotini (Гюмюрджина, Gjumjurdžina), Serres (Сяр, Sjar), Xanthi (Ксанти), Drama (Драма) e Kavala (Кавала), insieme alle isole di Thasos e Samotracia, così come quasi l'intera Repubblica di Macedonia odierna e una parte della Serbia orientale. Nella Macedonia greca e nella Tracia occidentale, i bulgari istituirono una politica di pulizia etnica e colonizzazione. Nella primavera del 1943 il governo bulgaro, dopo le proteste della chiesa ortodossa bulgara e del membro del parlamento Dimităr Pešev, riuscì a salvare tutti gli ebrei nel territorio nazionale dall'essere mandati nei campi di concentramento nazisti. Ad ogni modo le truppe bulgare rastrellarono tutti gli ebrei della Macedonia greca e della Macedonia settentrionale e li consegnarono ai nazisti, che li spedirono nel campo di concentramento di Auschwitz.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato