Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 96

Discussione: Bussole tedesche

  1. #51
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Aggiungo alla carellata delle vostre belle bussole questa che è identica a quella di Green e Panzer65 si differenzia per la scritta sul coperchio "BREITHAUPT - KASSEL 84291" e per le cifre colorate.
    [ciao2]

    Immagine:

    176,84*KB

    Immagine:

    82,83*KB

    Immagine:

    204*KB
    luciano

  2. #52
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,674
    Molto belle nella loro varietà*, quella di Enrico anche nella completezza. [:264]
    Diverse le varianti utilizzate dalla Wehrmacht compresi i modelli utilizzati nella Grande Guerra e tutto ti appare più figo se nella tua collezione, una bussola non ce l'hai!! [nero][]
    Infanterie Königin aller Waffen

  3. #53
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    16,136
    Vi posto tre bussole da polso:due sicuramente tedesche (2^GM) tipo
    AK39 ed un'altra piu' piccola, sovietica (2^GM) trovata tra il materiale di un pilota LW (tra l'altro il cinturino e' sicuramente tedesco)ma non mi dispiacerebbe se fosse postbellica.

    Immagine:

    112,2*KB

    Immagine:

    102,99*KB

    Quella al centro, reca questi marchi:
    Armbandkompass
    Bauart: Kadlec
    Baumuster: AK39
    Verk nr:8688
    Anforderz: Fl 23235
    Hersteller:jLr

    Quella a destra, sul retro:
    AK-39
    ...3235-1

    La russa, piu' piccola, ha dei caratteri cirillici che indicano i
    punti cardinali sotto il bagno d'olio che attualmente si e' un po'
    intorpidito.
    La ditta Kadlec, in regione ceka, e' stata assorbita immediatamente
    al Reich dopo l'annessione, e dal 1939 ha cominciato a produrre queste attrezzature (altamente sofisticate per l'epoca, assieme ad
    altre cose), con nomenclatura tedesca. Tutto cio' fino al 1944. Dal
    1948 circa, ha ripreso la produzione per la repubblica socialista
    cecoslovacca, adoperando la propria nomenclatura.Le bussole da polso
    di tipo AK39, sono state prodotte per l'aviazione di tutti i paesi
    del Patto di Varsavia fino agli anni '60.
    Reputo fantasiosa l'attribuzione ai para' tedeschi di materiale comunemente in uso a tutto il personale volante della LW..Per vendere
    si fa' questo ed altro.
    [ciao2]PaoloM

  4. #54
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    16,136
    Per un'aberrazione cromatica dovuta allo scanner, pare vi sia scritto AK30.In realtà* come si vede è invece AK39...
    [8D]PaoloM

    Immagine:

    23,44*KB

  5. #55
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,258
    Oh... bei cinturini originali, ora ci siamo...
    Cosa intendi per oggetti "altamente sofisticati"?
    Puoi precisare?
    Mi spiego:
    Da quelle che ho, di certo ben fatte, specie se paragonate alle simili produzioni alleate, non mi pare siano, tecnologicamente, lontanamente paragonabili alle similari produzioni da cruscotto o da bordo, come le mutterkompass: sono semplici, robustissime, precise, ottime bussole, ma rimangono bussole.
    Ovvero oggetti di una semplicità* produttiva disarmante...
    D'altra parte, però, ne ho un esemplare, di quella che raffiguri come prima da destra, DI SCAVO, rimasta per sessant'anni sotto l'acqua e il fango di un idroscalo tedesco, che, pur essendo ormai poco leggibile, e piana di acqua sporca è... PERFETTAMENTE FUNZIONANTE... Pertanto doveva essere una tecnologia comunque molto raffinata, in termini qualitativi.
    Non mi è mai capitato di vedere una bussola americana o inglese, di scavo, in condizioni paragonabili...

    Dici che non ti dispiacerebbe se la bussola russa fosse post-bellica, come mai? non sarebbe meglio il contrario?

    Mi è capitato, altre volte, di rinvenire (e quindi acquistare) materiali di preda bellica, tra le cose di combattenti dello schieramento opposto...
    Tra gli esempi:
    1) carta di volo RAF appartenuta ed utilizzata da pilota tedesco abbattuto in Umbria, sepolto in cimitero militare tedesco in centro Italia;
    2) Orologio di bordo provenente da aereo Piaggo requisito da forze armate tedesche
    3) Orologio russo di bordo catturato e riutilizzato su aereo da ricognizione non meglio identificato, tedesco, in base polacca.
    Sarebbe carino dedicare un topic a simili oggetti... che ne dite?
    Rispolvero il tutto? Può interessare?

  6. #56
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    16,136
    Citazione Originariamente Scritto da Klaus

    ...
    Cosa intendi per oggetti "altamente sofisticati"?
    Puoi precisare?
    Mi spiego:
    Da quelle che ho, di certo ben fatte, specie se paragonate alle simili produzioni alleate, non mi pare siano, tecnologicamente, lontanamente paragonabili alle similari produzioni da cruscotto o da bordo, come le mutterkompass: sono semplici, robustissime, precise, ottime bussole, ma rimangono bussole.
    Ovvero oggetti di una semplicità* produttiva disarmante...
    D'altra parte, però, ne ho un esemplare, di quella che raffiguri come prima da destra, DI SCAVO, rimasta per sessant'anni sotto l'acqua e il fango di un idroscalo tedesco, che, pur essendo ormai poco leggibile, e piana di acqua sporca è... PERFETTAMENTE FUNZIONANTE... Pertanto doveva essere una tecnologia comunque molto raffinata, in termini qualitativi.
    Non mi è mai capitato di vedere una bussola americana o inglese, di scavo, in condizioni paragonabili...

    Dici che non ti dispiacerebbe se la bussola russa fosse post-bellica, come mai? non sarebbe meglio il contrario?

    ..
    Sarebbe carino dedicare un topic a simili oggetti... che ne dite?
    Rispolvero il tutto? Può interessare?
    In pratica la prima risposta te la sei data da solo, infatti il materiale tedesco, di tutti i tipi, dai bulloni ai particolari piu'
    insignificanti di un oggetto tecnologico, sono piu' moderni di almeno
    una ventina d'anni, rispetto ai coevi alleati.Ogni oggetto ha sempre
    avuto una cura tale che a distanza di anni, funziona egregiamente e
    senza intoppi.Io colleziono binocoli militari della 2^GM e li ho
    praticamente tutti, ma quelli tedeschi sono senz'altro tecnologicamente superiori agli altri. Solo quelli giapponesi possono
    competere, ma unicamente come risolvenza delle lenti, non come meccanica. Le bussole, tornando al nostro argomento, fa' i conti di
    chi le aveva da polso, tra i belligeranti piu' importanti: tedeschi
    (7 o 8 tipi), americani (un paio di tipi, tra cui l'onnipresente modello Taylor) e inglesi (mi pare un paio di modelli, che non ho mai
    visto dal vero, ma che non sono illustrati tra il materiale indispensabile). I russi credo ne avessero un paio di modelli, tra cui quello da me illustrato, che tuttavia fu prodotto anche dopo la
    guerra ed assegnato ai piloti di Mig 15 e 17.Mi farebbe piacere la mia bussoletta russa fosse di un pilota di MIG 15 o 17 perché non e' facile trovare materiale di questo tipo in occidente, se si pensa che le hanno adoperate i piloti russi, coreani, cinesi e in parte i nord vietnamiti contro gli americani in Corea prima e in Vietnam poi, a seconda dell'aereo impiegato !Insomma, qualitativamente, tutti i materiali tedeschi tecnologicamente avanzati (le bussole da polso lo sono,perché per l'appunto debbono essere portate al polso e non necessitano di un piano fermo e stabile per funzionare)non sono neanche comparabili con quelli alleati, sicuramente funzionali e molto piu' economici. Non entro nel merito delle strumentazioni di bordo degli aerei: qui stranamente pero' vi
    trova posto anche l'Italia,che montava spesso degli strumenti realmente all'avanguardia, mi riferisco ai collimatori per il puntamento della serie 5, alle bussole a bagno d'olio (ho quella dell'S.79 nella sua scatola di legno originale che e' un vero gioiellino a cui manca solo la parola), il vibro-sbandometro del Piaggio 108, ecc. Dopo l'8 Settembre 1943, tale strumentazione, semplice, ma al tempo stesso complessa per l'epoca e ben realizzata, passo' quasi interamente alla LW e pare che molto materiale fu montato sugli aerei tedeschi.
    Per concludere, io colleziono cloches di aerei della 2^GM e dei primi
    aerei a getto postbellici:ebbene i russi montarono spesso sui primi MIG delle cloche tedesche dei FW190 e dei ME109, addirittura copiandone poi il design per i MIG 21 e per i Shukoi, con tutto quello che c'era dentro, assolutamente non comparabile neanche a quelli alleati, che videro tuttavia una svolta positiva solo sul jet Sabre della Guerra di Corea.Da li' in poi, tutto cambio' e la ricca tecnologia americana, supero' tutto.Ma questa e' storia praticamente attuale.
    Si, certamente si puo' aprire un topic su queste tecnologie diverse dal solito ed ignote ai piu'. Se interessa, posso contribuire.
    [ciao2]PaoloM

  7. #57
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Interessanti le bussole che hai postato.
    Molto interessanti anche i vostri racconti.
    Chiedete se può interessare??? per me sicuramente anche se molto a digiuno di queste cose mi piace vedere ed apprendere []
    [ciao2]
    luciano

  8. #58
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,258
    Ho capito...
    Non avevo pensato al fatto che, essendo bussole mobili, devono garantire performances di livello, anche se non in piano e sottoposte ad accellerazioni non assiali...

    Certo che... anche tu ti sei ricavato una nicchia molto specifica, eh?
    E non priva di fascino, caspita!!

    Concordo in pieno per quanto riguarda la tecnologia italiana di epoca 2 guerra: ho visto giroscopi o realizzazioni ottiche e/o micromeccaniche di gran livello...
    A proposito di Piaggio 108: quell'aereo aveva un orologio da cruscotto che... altro che Junghans tedeschi o Jaeger inglesi, russi o americani!!
    Guarda caso l'orologio del Piaggio che citavo prima viene proprio da un 108, del famoso stormo di Pisa...
    Lo specialista di bordo tedesco, il cui erede me lo ha venduto, appena dopo l'atterraggio di emergenza che ha danneggiato irrimediabilmente il mezzo... si è preoccupato di portarlo via e lo ha conservato gelosamente fino al suo trapasso...
    A sessant'anni di distanza è ancora una bomba: silenzioso, preciso, stabile...
    Peccato che era roba quantitativamente poco disponibile, ovviamente, direi...
    Avrebbero gli USA avuto la stessa ricchezza di mezzi se la qualità* di essi fosse stata superiore?

  9. #59
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    16,136
    Caro Klaus, rimarremmo sorpresi e letteralmente a bocca aperta se
    riuscissimo a parlare della tecnologia italiana, specie quella degli
    anni '30 ! Mi ricordo che io,poco piu' che ragazzino, rimasi a bocca aperta quando il padre di Lucas anche lui grosso appassionato di storia militare e di militaria, mi mostro' un manuale con documentazione
    inerente il 'radar italiano', studiato ed ideato, ma malauguratamente mai
    prodotto dalla tecnologia italiana tra il 1933 ed il 1935! Quindi molto di là* da venire la tecnologia radar degli alleati, con cui poi vinsero la
    guerra ! Ne concludemmo con la frase che 'chi ha i denti non ha il pane, e
    vice versa'![ciao2]PaoloM

  10. #60
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Quindi in teoria avevamo il radar molto prima di tanti altri Paesi che combatterono nella WWII?Come mai non venne prodotto?Il solito problema dei costi,oppure ci furono altre motivazioni?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

Pagina 6 di 10 PrimaPrima ... 45678 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato