Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Calzature austro-ungariche

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705

    Calzature austro-ungariche

    austria6(1918)_svg.png

    ciao a tutti []
    Insonne, dato il lieve tepore effuso da questa cittadina industriosa, ravanando nel piccì ho trovato queste due immagini di scarponi austriaci.
    Penso che lo scarpone sia il punto dolente di tutte le collezioni, se li trovi al mercatino o in giro come fai a dire se sono loro? Ovvio a meno che non siano sputati a quelli dell'adjustierung o siano timbrati (buoni [:X]). Troppe volte mi è capitato di vedere materiale ceco o di chissà* che paese spacciato per au. Io ne ho un paio ma non assomigliano nè all'uno nè all'altro, vero che se ne trovano anche in montagna di vari modelli, ma non è un buon motivo per avallare tutto.
    Questi non saranno eccezionali ma come specimen direi che possono andare.
    Il primo è in uno spettacolare cuoio verde, tanto che per anni ho pensato fossero italiani (li trovò mia mamma nel '75) e sono senza occhielli.
    Gli altri scamosciati non hanno particolarità* di rilievo, tranne quella dei ganci superiori e degli occhielli metallici, ma almeno sono buoni!

    P.s. le stringhe son mie []





  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    102
    Ciao,si gli scarponi che hai postato sono quelli da regolamento,il primo e' quello classico di fanteria e non gli mancano gli occhielli son fatti cosi',hanno solamente i fori nel cuoio e allinterno hanno un altro pezzo cucito per rinforzo.I secondi sono quasi simili,tranne i gancetti superiori e sono rinforzati,se guardi vedi la doppia suola,avevo letto da qualche parte che questo modello era in dotazione alla landwher,poi non so se corrisponde al vero.Mancano all'appello quelli per truppe da montagna che hanno tre occhielli e cinque ganci,sia ottone e pure in ferro,ne ho avuti qualcuno,al momento ne sono sprovvisto altrimenti li posterei.Diffidate da ogni altro tipo,in montagna e sui ghiacciai si trovano solo questi tipi,come mai??Dopo faccio un paio di foto di quelli italiani sempre rigorosamente trovati in ghiaccio.ciao lucignolo

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    102
    Ciao ecco il mio contributo a questo topic.Gli scarponi sono come i primi postati da Mauro,tipo da fanteria con otto fori per i lacci e rinforzo sotto al tacco a mo' di ferro di cavallo.Provengono da ritrovamento su ghiacciaio.ciao Lucignolo

    Immagine:

    150,2*KB

    Immagine:

    155,23*KB

    Immagine:

    167,76*KB

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    Belli! E come i primi, per fanteria, che tra parentesi sono stati trovati sul Cauriol in Val di Fiemme.
    Non hanno naturalmente mai avuto occhielli. Anche gli altri vengono sempre da Fiemme, curiosa ed interessante la cosa che citi sulla doppia suola per la Landwehr In effetti attutirebbe il colpo sulla pianta del piede dato dal camminare tra i sassi oltre a rendere, secondo i dettami dell'epoca, il tutto più rigido.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Mauro.........
    hai dunque fatto una bella razzia in Val di Fiemme ([}][}][}][V][V][V]) ecco perchè non ne trovo più !!
    Scherzi a parte..........come dicevo nell'analogo topic sulle calzature italiane, post veramente interessante.
    Salutoni []
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    E questi sono i miei!!!
    Azzz.. quelli in cuoio grigioverde di Mauro mi mandano fuori di testa! sono veramente combat!!
    Si il modello della Landwehr erano occhillati e con suola più grossa, anche per i modelli da fanteria esistono vercioni con chiodatura rinforzata per le truppe operanti in zone montuose, il modello per truppe da montagna presentavano invece un basso tacco e una chiodatura ancora più robusta erano realizzati per i 5 reggimenti di truppe alpine ma in realtà* come spesso succede negli approvvigionamenti dove ce n'era necessità* venivano distribuiti anche alla Fanteria o alla Landwehr!

    Immagine:

    70,74*KB

    Immagine:

    76,74*KB

    Sono sempre del modello da fanteria senza occhielli di rinforzo, al pari di quelli di Mauro la parte in vista è liscia mentre lo scamosciato è all' interno, a differenza di quelli di Mauro sono in pelle nocciola, non provengono da ghiacciaio ma da bosco per cui la suola ha sofferto un po ma non troppo per fortuna! Restaurati e puliti non sfigurano.
    Anche per gli scarponi au valgono le stesse considerazioni di quelli italiani, sempre pochi e sempre mal messi, direi poi che non è che ne abbiano buttati in abbondanza anzi.... la cronica mancanza di rifornimenti dell'Imperial Regio Esercito si nota anche dall'abbondanza o meno del materiale esausto lasciato sul campo!!! [}][}][}]
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    Alla faccia Lafi ma da che bosco saltano fuori?? Da quello di Alice?
    Bellissimi e con il colore per nulla virato!
    Senbrano nuovi!! [:0]
    Voltala o girala guarda caso i modelli "regolari" sono sempre quelli, diffidare quindi degli altri []
    Anche se, ci saranno stati sicuramente dei modelli adoperati differenti da quelli qui sopra, però.....
    []

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Eheheheh Mauro!! questa è un' eccezione e purtroppo non la regola! diciamo che di loro erano già* ben messi poi puliti e restaurati, grazie all'aiuto del Lucignolo, sono tornati allo stato che vedi! Direi che ognuno di noi ha delle specifiche competenze sul restauro!!
    C'è da dire che a volte anche il cuoio tra le sassaie è ottimo per il restauro, spesso meglio di quello da ghiacciaio, l'ultima dragoncina per 91 trovata in bosco un paio di settimane fa insieme ai famosi fregi da bersagliere dopo avela pulita e ricucita conserva ancora l'odore del cuoio, un po come entrare in una calzoleria!!
    Si hai ragione i modelli erano quelli e non si sbaglia, oltre ovviamente esistevano calzature civili o da produzione privata ma nel complesso erano molto poche!!!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    23

    Calzature austro-ungariche

    Scarpe da truppa da regolamento,
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    Puoi fare delle foto migliori? Grazie.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato