Pagina 29 di 36 PrimaPrima ... 192728293031 ... UltimaUltima
Risultati da 281 a 290 di 354

Discussione: CALZATURE TEDESCHE e accessori

  1. #281
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Fano (Pesaro)
    Messaggi
    633

    Scarponi Gebirgsjaeger

    Ciao ragazzi,
    vendo questo bel paio di scarponi da Gebirgsjaeger. Taglia intorno il 42/43.
    280 euro.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #282
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Fano (Pesaro)
    Messaggi
    633

    Schnürschuhe m. '37 - Scarponcino

    Paio di scarponcini a lacci detto di primo modello (m. '37). Evidente è la presenza di occhielli e ganci, quest'ultimi rigorosamente ricoperti di materiale resinoso sintetico nero. Le suole sono entrambe chiodate e dotate di piastra in acciaio salva punta e salva tacco per prevenirne l'usura. Questo è il tipico esemplare di ordinananza, riconoscibile per lo stile e le caratteristiche costruttive di cui è dotato. Nasce per essere indossato con i pantaloni lunghi, con la tenuta da fatica e da lavoro. Nel corso della guerra,in accordo ad un ordine datato 24 Luglio 1941 (HM 41, N° 772), andranno a sostituire gli stivali da marcia in combinata con le ghette nelle unità non montate, soluzione non molto apprezzata dai soldati, per dire la verità.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  3. #283
    Moderatore L'avatar di der graf
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    564

    Re: Schnürschuhe m. '37

    Argomento non facile quello delle calzature e criptico alla maggior parte dei collezionisti...nonchè poco trattato nei vari forum di discussione.

    Qui si è in presenza di un esemplare, primo modello, "text-book" in ottimo stato, poi sostituito successivamente dalle "Schnurschuhe mod.44" dotate solo di occhielli.
    E' importante controllare negli scarponcini la presenza di punzonature espresse nella misura tedesca ( 26-27-28 ecc), a volte seguite da un numero matricolare e occasionalmente da un codice Rb o da una serie di numeri, uno dei quali indicante l'annno di produzione. Ovviamente questi marchi non sono sempre presenti e può anche leggermente variare da esemplare ad esemplare la costruzione a seconda dei vari fabbricanti.
    Se si vuole andare sul sicuro è consigliabile scegliere calzature, se dotate di ganci, con i ganci di tipo piccolo-rettangolare e non a ferro nudo, come l'esempio postato da Alessandro, per quanto, pare si sia fatto uso di ganci anche del modello semitondeggiante.
    Di norma il "ferro di cavallo" presente nel tacco dovrebbe avere punzonatura recante "L" e "R" nei rispettivi ferri destro e sinistro e dovrebbe essere del tipo stretto e alto nel profilo e non del tipo piatto.
    La chiodatura in legno di solito appare più frequentemente in fila appaiata di tre chiodi e edislocata lungo il perimetro inferiore della calzatura.
    La chiodatura in ferro può contenere chiodi dalle 30 alle 40 unità circa, da notare che esistono vari modelli di chiodi con gambo a stilo ed anche a coda di rondine e con facce pentagonali ed anche rotonde.
    Nei primi esemplari ed in molti esempi appare una doppia suola non sempre presente nelle ultime produzioni.

    kdg
    "Unsere Mauern brachen aber unsere Herzen nicht"
    ----------------------------------------------------------------------
    "der graf" ist Carlo Cicconi-Massi

  4. #284
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    212

    Re: Schnürschuhe m. '37

    io ne hò un paio identici ma di dietro anno un passante in cuoio

  5. #285
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Fano (Pesaro)
    Messaggi
    633

    Re: Schnürschuhe m. '37

    Ottima l'integrazione postata da Carlo; posso condividere tutto ciò da lui asserito con qualche piccola riserva riguardo il discorso degli occhielli 'nudi' e di forma tondeggiante. Onestamente opterei per un paio di scraponcini senza questa caratteristica visto il kaos che regna sovrano in questo campo.
    Riguardo lo scarponcino di H. Mayer, vorrei prima vederlo per espormi al 100%, anche se già da subito potrei pensare che non si tratta proprio di un esemplare text book. Esiste comunque un ordine che sottoscrive la rimozione di questi passanti cuciti sul retro degli scarponcini anche se onestamente non ne ho mai visti fin d'ora presenti, se non in un paio per SS.

  6. #286
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    3

    Re: MARSCHSTIEFEL - STIVALI DA MARCIA

    sono bellissimi complimenti!
    Dove è il bene,là è la PATRIA

  7. #287
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: MARSCHSTIEFEL - STIVALI DA MARCIA

    Ti ringrazio per il commento!
    Andrea
    Infanterie Königin aller Waffen

  8. #288
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    212

    Re: MARSCHSTIEFEL - STIVALI DA MARCIA

    molto belli con chiodatura originale ,puntalini e salvatacco tutto ok faranno un figurone sul manichino ,mandami foto se ti va .
    tanti auguri andrea .
    herman

  9. #289
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: MARSCHSTIEFEL - STIVALI DA MARCIA

    Ciao Fabrizio, ringrazio anche te per l'apprezzamento ricambiando gli auguri!
    Delle due paia di stivali che ho presentato ho tunuto i primi postati solo per il fatto che sono chiodati, momentaneamente non posso postare foto del manichino poichè ho vestito un busto per ragioni di spazio..
    Infanterie Königin aller Waffen

  10. #290
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Fano (Pesaro)
    Messaggi
    633

    Marschstiefel

    Nel vasto ed intricato panorama inerente l’uniformologia dell’esercito, le calzature cosituiscono senz’altro un punto di riferimento per il collezionista essendo queste caratterizzate da numerose interessanti varianti e modelli.
    Nel contesto della Wehrmacht, rientrano in questa categoria gli stivali da marcia e gli scarponcini con lacci alle caviglie. Le loro regole di indosso sono diversificate, oltre che per la varietà delle varie tenute di uniforme, anche per i periodi che si susseguono, prebellico, inizio guerra e guerra inoltrata.



    Questo studio sarà limitato ai soli stivali (Marschstiefel).

    [center:17i1x4cw][attachment=12:17i1x4cw]scan0010A.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]


    Agli inizi degli anni ‘30, le calzature per tutti i ranghi erano per eccellenza gli stivali conosciuti dai soldati con lo pseudonimo “Knobelbecher”, bussolotto per dadi, per il rumore sordo che provocavano le loro chiodature nei selciati durante le marce. Di aspetto marziale simile a quelli dell’esercito prussiano, erano interamente realizzati in buon cuoio annerito con il gambale alto da 35 a 39 cm. Questi accompagnavano tutte le tenute eccetto quella da libera uscita, essendo questa caratterizzata da eleganti scarponcini con lacci di color nero lucido (Schnürschuhe) indossati esclusivamente con i pantaloni di tipo dritto.
    Nell’Aprile del 1933, in seguito all’introduzione di diversi nuovi effetti da uniforme fra cui il primo modello di Feldbluse, emerse nella Reichswehr un nuovo tipo di calzatura, gli scarponcini con gambale allacciato, usati con la tenuta da campagna e da rapporto fino all’avvento della Wehrmacht che, a causa della loro impopolarità, ne minò le sorti. Questi erano di fatto poco amati sia dal corpo ufficiali che dalla truppa poiché andavano a rompere la ottocentesca tradizione tramandata dall’esercito prussiano.

    [center:17i1x4cw][attachment=0:17i1x4cw]189Kavallerist.sized copia.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]


    Subito dopo l’inizio delle ostilità, per ordine HM 39, N° 814 del 9 Novembre 1939, lo stivale da marcia fu oggetto di una riduzione di altezza a 29-35 cm col fine di risparmiare il cuoio divenuto ormai prezioso come ogni altra materia prima. Successivamente, con l’inserimento di ulteriori e più severe misure di restrizione, per ordine HM 41, N° 772 del 24 Luglio 1941, venne riformato il sistema di utilizzo delle calzature in seno all’esercito attivo (Feldheer) e di rimpiazzo (Ersatzheer). Ad eccezione della fanteria, del genio e del personale montato (cavalleria, battaglioni motociclisti, unità ciclisti, ingegneri ferroviari, battaglioni pontieri), per tutte le armi fu introdotto l’utilizzo dello scarponcino con lacci alla caviglia (Schnürschuhe). La loro iniziale misera fama fu accomunata ad un nuovo effetto, le ghette in tela (Wickelgamaschen), di cui ripetutamente nel 1943 e nel 1944 ne vennero indicate le modalità di indosso col fine di risparmiare l’usura del pantalone.
    La produzione dello stivale si interruppe nel Settembre 1944, ma continuò comunque ad essere distribuito ai pochi reparti sopra menzionati fino ad ultimarne le scorte.


    [center:17i1x4cw]foto sotto: diversità di Marschstiefeln indossati dai soldati: mod. corto (secondo da sinistra e primo a destra) e mod. lungo.[/center:17i1x4cw]

    [center:17i1x4cw][attachment=11:17i1x4cw]315497.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]

    [center:17i1x4cw]foto sotto: due modelli prebellici ed uno bellico (destra)[/center:17i1x4cw]
    [center:17i1x4cw][attachment=8:17i1x4cw]1.jpg[/attachment:17i1x4cw][attachment=7:17i1x4cw]3.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]
    In linea generale possiamo dunque suddividere lo stivale da marcia della truppa in due modelli, il prebellico ed il bellico riconoscibili per la loro differente altezza. Il secondo è di gran lunga il modello meno comune essendo stato caratterizzato da una più limitata produzione.
    Descrivendone la caratteristica ed inequivocabile forma, possiamo paragonare la sua punta ad un becco di papera, di ampia larghezza con profilo molto basso.
    Il tacco è costruito unendo vari strati di cuoio, rinforzato superficialmente con un ferro a 'U' corrisposto alla taglia del tacco stesso. La pianta è generalmente trattenuta al resto dello stivale tramite una serie di chiodatura realizzata in legno, riconoscibile tramite una serie di quadratini paralleli bianchi.
    Alcune cuciture longitudinali posteriori trattengono una striscia di cuoio interna usata per irrobustire la giunzione delle estremità del gambale comunemente a tutti i modelli di stivali della Wehrmacht anche se alcuni esemplari, probabilmente di acquisto privato per scelta di pochi produttori, erano cuciti in entrambe i fianchi del gambale, rimanescenza caratterizzata dal modello usato durante la prima guerra mondiale. Internamente alla parte superiore vi sono cuciti due fettucce di robusta stoffa nera o bianca adatti per aiutare a calzare lo stivale.
    Come tutte le calzature tedesche dell’epoca, le taglie sono impresse a caldo nel cuoio, corrispondenti alla lunghezza in centimetri dalla punta al tacco e alla larghezza della pianta. Generalmente nella sequenza di numeri viene apposto anche l’anno di produzione ed il numero di lotto corrispondente. Nei modelli prebellici è impresso, anche se raramente, il nome del fabbricante, cosa che invece avverrà immancabilmente nel modello successivo con il codice RBnr.

    [center:17i1x4cw]foto sotto: dettagli dei vari tipi di marchiatura delle taglie, cucitura posteriore e chiodatura inferiore[/center:17i1x4cw]
    [center:17i1x4cw][attachment=6:17i1x4cw]4.jpg[/attachment:17i1x4cw][attachment=5:17i1x4cw]5.jpg[/attachment:17i1x4cw]
    [attachment=4:17i1x4cw]8.jpg[/attachment:17i1x4cw][attachment=3:17i1x4cw]7.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]


    Il modello diversificato per la cavalleria era generalmente molto simile al modello standard con l’eccezione del gambale fino ad una decina di centimetri più alto, a volte con il tipico orlo obliquo. Possedeva una piccola protuberanza posteriore posto subito sopra il tacco per il posizionamento dei necessari speroni.

    Gli ufficiali indossavano alti stivali di produzione privata con cuoio di qualità superiore a volte adornati di speroni anche se non facenti parte delle unità montate. La forma era leggermente più stretta ai lati del piede con un gambale alto e rigido perfettamente arrotondato per dare un maggiore tocco di colore ed essere meglio indossati con i tipici pantaloni a sbuffo. Essendo come detto di acquisto privato, erano caratterizzate da molte diversità, oltre al fatto di possedere o meno la chiodatura sottostante. Nel Giugno del 1943 (HV 43B, N° 533) l’uso dello scarponcino con lacci si allargò anche agli ufficiali dell’esercito di rimpiazzo togliendo definitivamente lo stivale dalla loro lista degli effetti, mentre a quelli dell’esercito attivo venne permesso di continuare ad indossare solo gli stivali di precedente acquisto in ragione di due paia.

    [center:17i1x4cw]foto sotto: notare il gambale semirigido dello stivale dell'ufficiale [/center:17i1x4cw]
    [center:17i1x4cw][attachment=10:17i1x4cw]25277_409979381802_240647936802_5146976_972885_n.j pg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]
    [center:17i1x4cw]foto sotto: stivali da ufficiale entrambe con il gambale rigido. Probabilmente quello di destra è appartenuto ad un ufficiale montato. [/center:17i1x4cw]
    [center:17i1x4cw][attachment=1:17i1x4cw]10.jpg[/attachment:17i1x4cw][attachment=2:17i1x4cw]9.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw]



    Ufficialmente, le Panzertruppen dovevano fare uso di calzature prive di chiodatura con lo scopo di limitare la pericolosità dovuta all’innesco di scintille all’interno del carro. Questa regola viene smentita dalle numerose fotografie che ritraggono i Panzermänner con calzature normalmente chiodate. I carristi sostituirono lo stivale in favore dello scarponcino qualche mese prima delle altre armi, come da ordine del 18 Gennaio 1941 (HM 41, N° 109).
    [center:17i1x4cw]
    foto sotto: notare la differenza degli stivali non chiodati del carrista ritratto dietro al soldato con l'uniforme feldgrau e quelli chiodati di quest'ultimo.
    [/center:17i1x4cw]
    [center:17i1x4cw][attachment=9:17i1x4cw]PzIVC-1ss.jpg[/attachment:17i1x4cw][/center:17i1x4cw][youtube:17i1x4cw][/youtube:17i1x4cw]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 29 di 36 PrimaPrima ... 192728293031 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato