Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23

Discussione: campi di prigionia per italiani in India

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    365

    campi di prigionia per italiani in India

    Buongiorno a tutto il forum, il padre di un'amica (capitano primo ) è stato prigioniero degli inglesi in India liberato nel 1946 (era stato fatto prigioniero in Africa orientale). Lei vorrebbe sapere in quale località era situato tale campo.
    Di sicuro sa che dal campo si vedeva il tramonto sull'Himalaya e che era costituito da quattro
    sub-campi, tre per coloro che avevano accettato l'armistizio e uno per chi si era dichiarato fedele al regime.
    Ringrazio anticipatamente quanti sapranno dare notizie.

    Saluti cordialità e buon anno a tutti.
    Per non dimenticare

  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,698

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Non so se può esserti utile, ma il padre di un caro amico (ormai deceduto da anni), dopo la cattura in Africa Settentrionale, fu rinchiuso a Bhopal. Raccontava delle durissime condizioni di vita, di loro prigionieri ma anche della popolazione indiana, messa peggio di loro , tanto che spesso elemosinavano qualcosa da mangiare agli italiani.
    Mi raccontava inoltre che tanto era la desolazione e l'arretratezza del posto che moltissimi indiani nn sapevano neanche ci fosse la guerra!!
    Bhopal diventerà tristemente famosa a metà degli anni 80, ma questa è un'altra storia....
    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    54

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Girovagando su internet ho trovato questo campo inglese situato a Yol, ai piedi della catena dell'Himalaya. Ti lascio i links:
    - http://it.wikipedia.org/wiki/Yol_(India)
    - http://www.loccidentale.it/node/85440


    Saluti

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    365

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Citazione Originariamente Scritto da lutetia11
    Girovagando su internet ho trovato questo campo inglese situato a Yol, ai piedi della catena dell'Himalaya. Ti lascio i links:
    -http://it.wikipedia.org/wiki/Yol_(India)
    -http://www.loccidentale.it/node/85440


    Saluti
    Sembra proprio questo, non so come ringraziarti...
    Per non dimenticare

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Rimini
    Messaggi
    2,572

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Citazione Originariamente Scritto da lutetia11
    Girovagando su internet ho trovato questo campo inglese situato a Yol, ai piedi della catena dell'Himalaya. Ti lascio i links:
    -http://it.wikipedia.org/wiki/Yol_(India)
    -http://www.loccidentale.it/node/85440


    Saluti

    il secondo è il sito assolutamente perfetto e risolutivo per questa ricerca!!!

    l'avevo usato per quest'altro ufficiale di sicuro compagno di prigionia del padre dell'amica di Alpino67.....


    BORZINI Gilberto (nato a Mondovì il 17 agosto 1900. Maggiore di Cavalleria, MBVM. Inviato in Africa il 9 giugno 1940 quale aiutante di campo del Generale Claudio Trezzani, all’atto del collocamento a riposo di quest’ultimo, divenne uno degli aiutanti di campo del Duca Amedeo d’Aosta. Trasferito all’Amba Alagi, fu catturato dagli Inglesi il 19 maggio 1941 e successivamente deportato in India nel Campo n° 6 a Bangalore fino al 24 aprile 1942 e successivamente al Campo n° 27 baracca 11 a Yol. Fu liberato dalla prigionia il 18 aprile 1943, quale invalido di guerra, a seguito delle ferite riportate durante i combattimenti all'Amba Alagi, tra cui la frattura di due vertebre lombari. Dopo la guerra proseguì la carriera militare, ricoprendo numerosi incarichi di comando tra cui quello del 3° Reggimento Savoia Cavalleria. Congedatosi nel 1958 con il grado di Generale di Divisione, è venuto a Mancare a Catania il 18 novembre del 1980
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    cerco e scambio wehrpass linea Gotica adriatica

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    365

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Citazione Originariamente Scritto da Hetzer
    Non so se può esserti utile, ma il padre di un caro amico (ormai deceduto da anni), dopo la cattura in Africa Settentrionale, fu rinchiuso a Bhopal. Raccontava delle durissime condizioni di vita, di loro prigionieri ma anche della popolazione indiana, messa peggio di loro , tanto che spesso elemosinavano qualcosa da mangiare agli italiani.
    Mi raccontava inoltre che tanto era la desolazione e l'arretratezza del posto che moltissimi indiani nn sapevano neanche ci fosse la guerra!!
    Bhopal diventerà tristemente famosa a metà degli anni 80, ma questa è un'altra storia....
    TI ringrazio per la tua testimonianza, Infatti nei ricordi dei famigliari il nome Bhopal non è nuovo, significa che ci è passato,
    poi evidentemente (essendo ufficiale) fu trasferiro a Yol.

    Porgo inoltre un sentito ringraziamento a mufasa, e credo di poter affermare che erano sicuramente compagni di prigionia:
    Tutto corrisponde.
    cordiaità a tutti
    Per non dimenticare

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    54

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Le storie di famiglia hanno sempre un fascino particolare! Complimenti a Mufasa...

    Saluti

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    77

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Buongiorno a tutti e grazie a chi ha aperto l'argomento ... mi ha ricordato mio nonno, tenente del Genio in Africa Settentrionale Italiana, prigioniero degli inglesi dopo quaranta giorni di assedio a Bardia, che fu ad Yol.
    Appena posso aggiungerò a questa breve nota alcune fotografie riguardanti quel periodo.

    Non si parla molto dei nostri soldati ed ufficiali P.O.W. (prigionieri di guerra, secondo la dizione inglese), tanto più mi fa piacere che si apra questo post.


    Mio nonno, di classe 1914, era ufficiale di complemento. Prigioniero nel succitato fatto d'arme (ricercherò le date, per intanto scrivo a memoria), di Yol ricordava, oltre alla dura condizione di prigioniero, anche le molte e varie attività che i nostri improvvisavano per sfuggire alla noia ed alla depressione. Credo che il periodo più felice sia stato quando lui ed alcuni compagni ebbero il permesso, sotto condizione che non sarebbero fuggiti, di percorrere le montagne circostanti. Descriveva il vivo piacere di queste escursioni, soprattutto perché gli ricordavano le care montagne di casa ed il mondo degli affetti..

  9. #9
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    io tra le cose dei P.O.W. che ho in collezione ho una bustina color cachi di un prigioniero italiano dei granatieri (un maggiore) all'interno riporta "ramgarh india" era un campo di prigionia abbastanza grande ad ovest di Calcutta
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    365

    Re: campi di prigionia per italiani in India

    Citazione Originariamente Scritto da novantaun
    Buongiorno a tutti e grazie a chi ha aperto l'argomento ... mi ha ricordato mio nonno, tenente del Genio in Africa Settentrionale Italiana, prigioniero degli inglesi dopo quaranta giorni di assedio a Bardia, che fu ad Yol.
    Appena posso aggiungerò a questa breve nota alcune fotografie riguardanti quel periodo.

    Non si parla molto dei nostri soldati ed ufficiali P.O.W. (prigionieri di guerra, secondo la dizione inglese), tanto più mi fa piacere che si apra questo post.


    Mio nonno, di classe 1914, era ufficiale di complemento. Prigioniero nel succitato fatto d'arme (ricercherò le date, per intanto scrivo a memoria), di Yol ricordava, oltre alla dura condizione di prigioniero, anche le molte e varie attività che i nostri improvvisavano per sfuggire alla noia ed alla depressione. Credo che il periodo più felice sia stato quando lui ed alcuni compagni ebbero il permesso, sotto condizione che non sarebbero fuggiti, di percorrere le montagne circostanti. Descriveva il vivo piacere di queste escursioni, soprattutto perché gli ricordavano le care montagne di casa ed il mondo degli affetti..
    Il padre della mia amica, ufficiale di complemento,classe 1906, ricordava, oltre ai tramonti, il fatto che insieme ad alcuni compagni, coltivavano un piccolo orto in cui producevano verdure per molti pow, nonchè una piccola vigna da cui ricavavano vino e poi distillavano acquavite. ricordava anche di un suo amico che divertiva il gruppo dando fuoco al metano emesso dall suo .....Se qualcuno ricorda qualche altro anedotto, ci farebbe molto piacere leggerlo. Saluti a tutti
    Per non dimenticare

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato