Pagina 8 di 28 PrimaPrima ... 67891018 ... UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 279

Discussione: CAPPELLI ALPINI

  1. #71
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ciao Walzi, uhmmmm interessanti.... peccato per le foto dell' artiglieria alpina, così com'è non mi dispiace perchè secondo me ha il fregio copiato pari pari da quello di telino! di quale reggimento è?
    Il 4 alpini invece non è definibile, il fregio è realizzato molto bene e anche la vernice è a posto, è conservato benissimo e non ci sono troppi indizi per collocarlo nella giusta epoca, potrebbe essere benissimo I guerra, anche perchè nessuno senza prove oggettive potrebbe dirti che sia successivo.
    Direi che senza dubbio si possa tranquillamente metterlo in testa a un manichino alpino I guerra!!!!
    Gli elmi alpini I guerra sono facilmente confondibili con quelli anni venti in quanto la grafica non cambiò ne il tipo di vernici utilizzate.
    Alcuni alpini buoni si sono visti, ma tutti portavano fregi non conparabili in quanto parecchi diversi, da uno con aquila verde con le lumeggiature delle piume e numero bianco (esemplari policromi che più che fregi somigliano a delle piccole opere d'arte) a quelli con fregi grossolani molto stilizzati realizzati a vernice nera.
    Di certo vidi a suo tempo un adrian 4 alpini da ghiacciaio (con relative foto del rinvenimento) con fregio nero realizzato a mascherina, oltre esistono altresì anche fregi realizzati ad incisione e a matita copiativa, penso che più che la grafica aiuti l'istinto in questi casi, il pezzo deve dare una buona sensazione.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  2. #72
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Eccoci qui con una nuova puntata sui copricapi alpini, i post precedenti sono stati integrati con i modelli mancanti e/o con le varianti.

    8° Puntata: i Copricapi Coloniali:

    Immagine:

    50,91*KB

    Casco in sughero tipo Aden per ufficiali, non si tratta del modello prodotto in territorio nazionale ma di un modello prodotto privatamente in colonia.
    Durante la campagna 35-35 in AOI parecchi ufficiali si fornirono di caschi di produzione privata o locale, mentre la truppa usava normalmente i caschi forniti dall' intendenza, a volte, piuttosto raramente però anche gli ufficiali usarono i modelli da truppa.
    Ovviamente in colonia venivano utilizzati anche i normali cappelli alpini di cui però non venne mai fatto un modello in feltro di color tropicale.Quelli che tendono al cachi sono solo alterati da eventi atmosferici, era stato studiato un modello di cappello all'alpina da adottare in colonia e come particolarità* presentava, oltre al colore, degli aereatori a rete simili a quelli del comune casco in sughero da truppa, ma con tutta probabilità* non venne mai prodotto.

    Immagine:

    71,68*KB

    Particolare del fregio dell' 11° alpini div. Pusteria, un po conciato come la coccardina sottostante.
    L'aquila è di generose dimensioni.

    Immagine:

    44,24*KB

    Immagine:

    47,31*KB

    Bustina m.34 da ufficiale in tela coloniale color sabbia, è guarnita con un fregio piccolo su fondo nero con tondino rosso per i reparti costituiti in colonia, giustamente non porta numero o eventualmente dovrebbe portare la croce dei reparti fuori corpo, in questo caso evidentemente la crocetta di tipo piccolo per i fregi da bustina non era disponibile.


    Immagine:

    66,04*KB

    Bel cappello m.34 in tela coloniale color sabbia, il cappello mantiene la forma dei classici m.34 metropolitani ma ha i finimenti in cuoio marrone, tali copricapi sono molto facili da confondere con i cappelli a tesa post bellici, che cambiano solo nella forma della tesa, solitamente nei modelli del secondo dopoguerra di dimensioni più piccole.


    Immagine:

    75,77*KB

    Particolare del fregio da ufficiale.
    L'aquila del 7° alpini div. Pusteria è ricamata su panno color cachi, è di buona fattura. Anche in questo caso le aquile coloniali (che si possono trovare ricamate anche in argento su cachi in quanto furono utilizzate sui m.26 in Libia) possono essere facilmente confuse con quelle post belliche per via della similitudine di colore del supporto, fortunatamente la grafica più stilizzata, i tipi e materiali utilizzati per il ricamo aiutano a riconoscere i modelli del secondo dopoguerra.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  3. #73
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    771
    Ciao Lafi, l'elmetto artiglieria alpina credo essere un 5°. [:I]
    La prossima volta rifaccio la fotografie come si deve e la sostituisco.
    PS: Bellissimi copricapi coloniali, aricomplimenti. []
    Walzi []
    HANDE WEG VOM LAND TIROL

  4. #74
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ciao Walzi, il 33 è un' 3° artiglieria Alpina, uscì alcuni anni fa da Tolmino dove nei periodi prebellici (193 il 3° faceva le esercitazioni, Probabilmente l'elmo fu recuperato dopo l'8 settembre del 43 in qualche magazzino li dislocato (il 3° artiglieria aveva la sede del reggimento a Gorizia), peccato che per i miei gusti se ne trovino sempre troppo pochi!!!
    In preparazione ci sono altre 2 puntate le bustine e i copricapi speciali e i colonnelli comandanti e i generali, se più tardi riesco posto!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  5. #75
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Eccoci pronti a una nuova fatica, la penultima!

    9° Puntata : Bustine e Copricapi Speciali


    Immagine:

    46,46*KB

    Immagine:

    58,62*KB

    Bustina m.35 in cordellino da Capitano del Genio Alpino come si può vedere il fregio è stato posizionato senza essere rifilato, è ricamato in cannottiglia dorata e potrebbe essere datato agli anni precedenti il conflitto, il grado è fissato mediante 2 bottoncini a pressione sul lato della bustina, le stellette sono in metallo su fondo di panno grigioverde.

    Immagine:

    50,74*KB

    Immagine:

    54,78*KB

    Bustina m.42 con visiera in cordellino da Colonnello Comandante degli alpini.
    Il tipo di tessuto e il tipo di ricamo fannoi propendere per una datazione tarda della stessa, perdipiù all' interno la ragione sociale del fabbricante è stata volutamente abrasa. La bustina stranamente non ha mai portato il grado laterale, forse per motivi mimetici.


    Immagine:

    43,44*KB

    Immagine:

    63,14*KB

    Colbacco protettivo invernale in agnello per il fronte russo.
    Non ci è dato sapere se tale capo fu realizzato in loco o acquistato presso qualche intendenza straniera come successe per le ciacule rumene. Il colbacco ricalca in modo abbastanza simile il colbacco che doveva rifornire le nostre truppe di confezionamento nazionale (era realizzato in panno grigioverde all' esterno e foderato di pelliccia di agnello all' interno).
    Il copricapo raffigurato porta il fregio ricamato a macchina per la truppa m.40 e i paraorecchi sono fissati mediante 2 bottoni di tipo grande in legno grigioverdi per giacca m.40 da combattimento.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  6. #76
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Infine l'ultima sezione dello studio sui copricapi alpini in uso dal 34 a fine guerra, la sezione dedicata agli ufficiali superiori, anche questa meriterebbe delle integrazioni per quanto riguarda i fregi dei Colonnelli in IGS e per lo Stato Maggiore, appena possibile si colmeranne le lacune!!!
    Altresì dicasi per le armi di accompagnamento (Sussistenza, Commissariato, Veterinari, Cappellani ecc ecc..) i cui copricapi sono già* rari a vedersi nella documentazione fotografica. Le evidenze storiche raffigurano queste specialità* quasi sempre con i copricapi che normalmente erano in uso all' arma di provenienza o con normali cappelli da ufficiale alpino in quanto aggregati.


    10° Puntata: Colonnelli Comandanti e Generali.


    Immagine:

    73,09*KB

    Cappello m.34 da Colonnello Comandante del 9° reggimento alpini divisione Julia. Il cappello appartenne con tutta probabilità* al col. Tavoni comandante dell' unità*.
    Come si può notare non solo i gradi in questo caso non sono sottopannati di robbio (come da disposizione) ma addirittura sono intramezzati neri (sic!!) forse così voluti dallo stesso ufficiale!


    Immagine:

    81,26*KB

    Particolare del fregio.
    Come si può notare l'aquila è ricamata direttamente su supporto robbio, è molto ben rifinita nei particolari, appartiene alla serie di aquile del tipo con le tre penne remigali dell' ala desta visibili, di grafica simile a quelli dei cappelli alpini da ufficiale dei post precedenti (cap. artiglieria, s.ten. medico, cap. alpini ecc ecc..).

    Immagine:

    99,38*KB

    Della serie non si butta via niente!!!
    regio per colonnello comandante de 1° Artiglieria Alpina, si tratta di un normale fregio su supporto grigioverde trasformato mediante ricamo in filo di seta rosso, evidentemente costava meno la ricamatrice che il fregio nuovo!


    Immagine:


    59,76*KB

    Immagine:

    49,66*KB

    Cappello alpino con finimenti prebellici da Generale di Brigata il cappello porta il fregio tipico da generale ricamato in cannottiglia argentata su fondo rosso, anche il grado è in filato metallico. Il portanappina come da disposizione è argentata. La penna bianca era comune a tutti gli ufficiali superiori dal grado di Maggiore.

    Immagine:

    55,1*KB

    Particolare del fregio ricamato in filo metallico e pajettes.


    Immagine:

    53,26*KB

    Immagine:

    52,94*KB

    Cappello alpino da Generale di Brigata ricamato in filo nero da combattimento m.40.
    Il cappello è in feltro tipo truppa di tonalità* scura, privo di cuciture sulla visiera, di produzione sartoriale, il grado laterale a dispetto delle disposizioni è sempre in filato metallico con stelletta sottopannata rossa, avrebbe dovuto essere in filo di raion bianco con sottopanno rosso e stelletta in raion, con tutta probabilità* tale tipo di fregio era difficile reperirlo già* all' epoca e anche per motivi di praticità*, l'ufficiale superiore optò per il grado vecchio tipo.
    La nappina cone da prescrizione era quella bianca da truppa, porta spillato sulla fascia il distintivo del Fronte Russo.

    Immagine:

    64,44*KB

    Particolare del fregio in filo nero a bassa visibilità* m.40 su supporto grigioverde e profilato di rosso, segue fedelmente la disposizione ufficiale.

    I cappelli appartennero allo stesso ufficiale superiore di cui purtroppo non ci è dato conoscere il nome. Non è escluso che possa trattarsi anche di un colonnello promosso al grado di generale dopo il rientro in Italia dove poi si fece confezionare i due cappelli, da servizio e da combattimento.
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  7. #77
    Utente registrato L'avatar di mauro
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    705
    ciao!
    due piccoli contributi a questa bellissima carrellata di cappelli e berretti alpini.
    Colbacco in agnello e panno grigioverde ritornato dalla Russia (era del nonno di mia moglie), non era negli alpini, e ciò a conferma che non solo questi ultimi lo adoperarono.




    Cappello all'alpina coloniale, mai usato (ancora con il cartellino dello specimen) Da notare il colore, gli aereatori ed il soggolo, in cuoio.




  8. #78
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Ehhh ti pareva!! uno per tipo ne hanno fatti e li ha Mauro!!!! Grande!! Interessante il cappello alpino, se ne era sentito parlare ma mai visto!!!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

  9. #79
    Utente registrato L'avatar di H
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,157
    .................................................. .................................................. .................senza parole.......



    levate subito tutto! fate una pubblicazione sull'argomento!
    Neanche nei musei si vedono ste bellezze.

    worldwar editoriale...


    ps
    voglio l'esclusiva per la distribuzione.[8D]
    H/Haflinger

  10. #80
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Friuli-Venezia Giulia
    Messaggi
    769
    Grazie H! Eh forse, comunque il topic tratta solo i copricapo post 34, ci sono alcune mancanze però è abbastanza completo, oltre ci dovrebbe essere un capitolo dedicato alla I guerra, uno agli anni 20-30, e poi volendo divagare il periodo risorgimentale e quelo post bellico, insomma un bel casino!!
    Una pubblicazione in merito è uscita da poco, quella dello Stato Maggiore, interessante dal punto di vista delle disposizioni è sostanzialmente errata nell' iconografia e nei commenti della stessa!!!
    Cerco "avidamente" copricapi italiani, soprattutto Alpini, ed austro-tedeschi fino al 1945 nonchè foto italiane e austriache della Zona Carnia, Alto Isonzo e occupazione austro tedesca del Friuli I° guerra mondiale, foto Alpini divisione Julia e occupazione tedesca Friuli fino al 1945.

Pagina 8 di 28 PrimaPrima ... 67891018 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato