Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: CELEBRAZIONI 2 GIUGNO

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    467

    CELEBRAZIONI 2 GIUGNO

    propongo di postare documenti,foto,impressioni,idee,....per e sulle celebrazioni che si terranno il 2 Giugno.
    Spero mi aiuterete.


    Immagine:

    59,62*KB
    VALCHIRIA76
    ad excelsa tendo
    ne' con speranza ne' con paura

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    467
    qualcuno partecipa alle parate?

    Ciao.
    Val
    VALCHIRIA76
    ad excelsa tendo
    ne' con speranza ne' con paura

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    E'una festa repubblicana in memoria della Vittoria al referendum del 2 Giugno 1946.

    E' un po' come il 25 aprile..

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    467
    Dal sito dello Stato Maggiore della Difesa.......


    La "Festa Nazionale", uno dei simboli del nuovo Stato è, dal 1948, un appuntamento solennizzato con la sfilata di reparti delle Forze Armate.


    Le vicende principali:

    Nel giugno 1948, via dei Fori Imperiali a Roma, ospitò la prima parata militare della Repubblica.
    Nel 1949 con l'ingresso dell'Italia nella NATO, se ne svolsero 10 contemporaneamente in altrettante città*, tra cui Pordenone, Latina e L'Aquila.
    Nel 1950, per la prima volta la parata fu inserita fra le celebrazioni per la Festa della Repubblica e, nel 1961, centenario dell'Unità*, si svolse anche a Torino e Firenze, prime capitali dell'Italia unita.

    La morte di Papa Giovanni XXIII fece slittare l'edizione del 1963 al 4 novembre.

    Nel 1965, per celebrare il Cinquantenario dell'entrata dell'Italia nella Prima Guerra Mondiale, sfilò anche un Gruppo Bandiere composto dai vessilli delle Unità* disciolte che avevano preso parte alla Grande Guerra. Tali Bandiere, custodite nel Sacrario del Vittoriano, vennero poste al Comando del Colonnello Alberto Li Gobbi, Medaglia d'Oro al Valor Militare della Seconda Guerra Mondiale.

    La contestazione dei primi anni Settanta non turbò il regolare svolgimento della parata che fu sospesa soltanto nel 1976 per il terremoto del Friuli e sostituita da una deposizione di corona al Milite Ignoto.

    L'edizione dell'anno precedente intanto, tenuta nel trentennale della fine della Seconda Guerra Mondiale, aveva visto l'introduzione nella struttura della parata dei gruppi bandiera delle formazioni, regolari e non, che avevano partecipato alla Guerra di Liberazione, insieme ai Gonfaloni delle città* decorate di Medaglia d'Oro al Valor Militare.
    Questi ultimi furono poi stabilmente inseriti nelle ultime sfilate del 1983-89.



    Nel 1977, la parata fu sostituita da una cerimonia in Piazza Venezia, con una Brigata costituita da 43 compagnie in rappresentanza di tutte le Forze ed i Corpi armati e non dello Stato.

    Una parata di dimensioni ridotte si svolse, invece, il 19 giugno a Milano, in occasione del Raduno Nazionale dei Carristi.

    Negli successivi, motivi di opportunità* legati alla necessità* di ridurre i consumi (ricordiamo il cosiddetto periodo dell'Austerity) suggerirono la sospensione della manifestazione.
    La sfilata fu ripristinata, nel 1983, sull'itinerario Aventino-Porta S. Paolo.
    Nel 1984 la parata si svolse di nuovo in via dei Fori Imperiali, ma nel 1985 fu di nuovo spostata e tenuta tra via dei Cerchi e le Terme di Caracalla. Nello stesso periodo la data della Festa Nazionale della Repubblica veniva spostata dal 2 giugno alla prima domenica di giugno.

    Nel 1989 la parata fu sostituita da una Mostra Storico Rievocativa in Piazza di Siena e nel 1990 e 91 tornò in Piazza Venezia.
    Sospesa, dal 4 giugno 2001, la parata è nuovamente di consuetudine su via dei Fori Imperiali

    e costituisce inequivocabile simbolo di aggregazione Nazionale.
    VALCHIRIA76
    ad excelsa tendo
    ne' con speranza ne' con paura

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    227
    Dipende da che punto di vista si vede la cosa..




    Citazione Originariamente Scritto da VALCHIRIA76


    e costituisce inequivocabile simbolo di aggregazione Nazionale.


  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    467
    Cari amici,
    (perche' tali io vi penso),

    questa volta, e contrariamente alle mie abitudini ,sento impellente,
    e perdonatemi se potete questo mio fuori topic....
    provare a dire,fors'anche solo a ricordare a me stessa,
    cosa vuol dire per me la festa nazionale dello stato italiano,il 2 Giugno.

    Non e' mia intenzione promuovere una sterile discussione: PRENDO ATTO che e' normale se non auspicabile che altri possano pensare diversamente da me,


    percio' vi prego se leggete in queste mie righe anche solo un accenno di giudizio o di arroganza o di saccenza,
    sappiate che non era cio' che intendevo ,
    considerate che non sono brava a parlare di cio' che sento e che le parole per chi non e' poeta,per chi e' persona concreta come me,sono strumenti poveri e fallaci.........


    In tutti i documenti e le ricerche fatte e le persone sentite ,che hanno vissuto nel secolo scorso,mi sono convinta che quando
    Il 2 giungo del 1946, con un libero voto gli italiani scelsero,peraltro con misero scarto la Repubblica anziche' la Monarchia,non scelsero semplicemente l'ordinamento da dare al nuovo stato ,ma sulla scia del Risorgimento,scelsero L'UNITA' della Patria.
    In realta' anche chi voto' Monarchia,sentiva l'esigenza unitaria di ricostruire il paese dopo l'esperienza della guerra,di rinsaldare quello che la guerra civile aveva spezzato.
    Fu' questo penso, il sentimento maggiormente sentito.

    La storia di questi ultimi decenni ha visto come questo sia stato difficile;anzi come sia ancora difficile ;
    se non diamo la possibilita' "all'altro " di esprimersi,se non riusciamo a cogliere che nonostante il nostro bisogno di schematizzare o etichettare la realta', gli esseri umani non sono riducibili a un modello.

    Abbiamo la possibilita' di sbagliare,di cambiare idea mille volte senza che nessuno debba giudicarci per questo,di crescere o di essere persone diverse,da quello che siamo oggi.
    E' la nostra possibilita' di creare il mondo nel quale viviamo e se possibile di migliorarlo a beneficio nostro e degli altri.



    Credo fermamente,che se non consolidiamo prima di tutto la nostra IDENTITA`,la consapevolezza di essere italiani,quale valore condiviso,

    per rafforzare il sentimento nazionale di appartenenza a un Paese che e' unico al mondo,
    per la sua storia,
    per le sue bellezze,
    per il suo patrimonio di civiltà*,

    non potremo nulla ,soli, contro il declino MORALE e civile di una societa' ,che nella fretta dimentica troppo spesso il proprio passato.
    Piu' volte vi ho letto ed ho letto in voi questa comune preoccupazione!



    IO HO GIURATO ,
    come sapete ,
    "di fronte alla repubblica italiana,...di osservare lealmente le sue leggi ......e di adempiere .....con coscienza......"
    ed ho sentito come intimamente vera,ed ho abbracciato ogni parola pronunciata ,come un debito di sangue,

    di fronte a coloro,
    che hanno dato la propria vita per proteggere la legalità* delle istituzioni nelle quali hanno creduto,e dal cui coraggio dobbiamo prendere tutti esempio, per poter essere sul serio orgogliosi di essere Italiani.

    Se non lo dobbiamo al sangue che fu versato,non inutilmente,da tutti coloro, siano essi uomini politici, artisti, forze dell' ordine, uomini di legge o semplici ragazzi che hanno creduto in un ideale,quale che fosse,
    se non lo dobbiamo al futuro che vorremmo,...........

    Per questo,

    LASCIATEMI DICHIARARE IL MIO AMORE PER LA MIA PATRIA.

    IL 2 giugno,ogni giorno e sempre.
    VALCHIRIA76
    ad excelsa tendo
    ne' con speranza ne' con paura

  7. #7
    Banned
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    vP006496
    Messaggi
    1,253
    una volta a genova , per il 2 giugno , facevano anche una sfilata militare .
    ora al piu' sfilerebbero i vigili ,; in pratica , militari a genova ce ne saranno una cinquantina , se va bene .
    a genova sara' possibile visitare i palazzi del potere ( ovvero comune , provincia , regione e prefettura ) e ci sara' una apertura straordinaria dei musei cittadini .


    Allegato: [img]immagini/icon_paperclip.gif[/img] resources.pdf
    144,47*KB

    per quanto riguarda i punti di vista , sono giusto punti di vista .
    l' italia , ora , e' una rebubblica ; cio' che era e' , ormai e per fortuna , solo storia .

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821
    Beh...non ne parla nessuno.

    Comunque anche per quest'anno, la parata non me la sono persa. Logicamente guardata alla televisione.



    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    4,053
    Mah!!!
    Se devo dire la mia sulla parata devo dire che nel corso degli si è perso molto: con scuse sempre più o meno creibili si è cominciato a togliere dalla parata i mezzi corazzati, i mezzi blindati, le artiglierie, ecc., cosa che ritengo un impoverimento di una delle più importanti parate militari del nostro paese.
    In "compenso" siamo forse l'unico paese che nella parata militare della propria festa nazionale ospita reparti di altri paesi, (anche se il wachtbattallion della BW merita sempre[innocent]), non mi è mai parso di vedere nelle sfilate del 4 luglio in America o del 14 luglio in Francia o in altri paesi rappresentanze militari di altre nazioni, poi posso sempre sbagliarmi...
    Poi, altra nota, l'aggiunta di rappresentanze di corpi non militari, che si avranno anche un importante ruolo nel nostro paese in caso di pericolo ma che comunque non sono militari.
    Mi fà* poi "sorridere" la presenza di alcune cariche del governo "ombra" sul palco delle autorità*, credo che questa cosa si commenti da sola...
    Per il resto mi sono gustato ogni singolo attimo della Parata sul primo canale della rete Nazionale.

    Saluti
    Die Nadel
    Komm mein Schatz, denn wir fahren nach Croce D’Aune

    Canale youtube: http://www.youtube.com/user/Feldgragruppe?feature=mhee

    Sito web: http://www.feldgrau.eu/

    Pagina facebook: http://www.facebook.com/Feldgraugruppe

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    922
    La fedeltà*, giurata da parte mia, alla Repubblica non si discute.
    Poi può piacere o meno.
    Condivido appieno le evidenze segnalate da Valchiria 76.
    Mi perdoni Die Nadel ma, le sue evidenze mi sembrano un po' banali e frutto di una nostalgia figlia di altri tempi (anzi altre Ere geologiche).

    A me, da tecnico (ho fatto, all'epoca, alcuni cambi della guardia al Quirinale), ha fatto un po' male vedere i militari che, troppo spesso, non erano al passo (minchia......dopo giorni di prove un po' di impegno!!), quasi fosse una scocciatura, anzichè un onore, sfilare.

    Resta comunque commovente, da lacrime agli occhi, sentire suonare la canzone del Piave, Trentatrè, la fanfara dei Bersaglieri, sentire gridare "Folgore!" e ascoltare "Dimonios".

    ciao
    marcuzzo
    Il mio avatar è la foto di Arthur Kueger, Feldwebel ferito a Stalingrado, mancato nel gennaio 2009

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato