Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 48

Discussione: Cipolle inglesi

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Bellissimi entrambi,ma devo dire che il Rolex ha davvero una marcia in più.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022
    Molto belli, complimenti [ciao2]

  3. #13
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Trovato, il topic, cocis!!
    Più semplice di quanto non credessi!
    Allora: non è il mio campo: non mi piacciono i tasca, nè gli inglesi in genere, ma questi sono celeberrimi, conosciuti e non rarissimi.
    Buren della Bravintons: bella la conservazione. Comune.
    La Buren faceva orologi sia per gli inglesi che per i tedeschi. Cosa che facevano anche altri: Longines, IWC, Doxa, Omega etc etc etc... almeno fino a quando non si è capito su quale carro salire...
    La meccanica di questi era mooolto buona.
    Migliore di quella che trovi nel Rolex ( e che, tra l'altro, non era costruita dalla Rolex...) Eh eh eh... che vuol dire comprare un nome?
    G.S.T.P. significa Feneral Service Temporary Service.
    Pare che fossero distribuiti per emergenza, in attesa degli orologi da polso WWW.
    Rolex... non ho molto da dire. Di solito la gente ci spende sopra cifre superiori al valore reale per il nome. La meccanica è buona, è la stessa che trovi nei Panerai di epoca seconda guerra, ma non li faceva la Rolex. Li marcava soltanto...
    Cosa che capita ancora oggi per mooolte marche: i produttori sono pochi, poi vendono le macchine a chi ci piazza sopra un bel marchio...
    Pensateci prima di spendere tremila euro per un orologio: spesso (non sempre, è ovvio) dentro trovate la stessa identica macchina che trovate in uno da trecento...
    Paghereste una Mercedes 40.000 euro, se il motore fosse quella di una Bravo da 15.000?
    Meditate gente, meditate...

  4. #14
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Klaus bene la spiegazione.
    Si mi aveva accennato che G.S.T.P era come un orologio di scorta nel caso si guastasse l'orologio "principale".
    Per quanto riguarda il Rolex come ho detto non è che mi piaccia molto.
    [ciao2]
    luciano

  5. #15
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Lo so, e hai ragione, secondo me.
    Per correttezza, occorre dire che la Rolex dei suoi primi anni di vita non è quella che si è venuta formando successivamente e nel dopoguerra...
    Da un pezzo, oggi, la Rolex produce in proprio tutte le meccaniche e i componenti dei propri orologi. Una volta non era così... non per nulla la produzione dei primi anni, sul mercato collezionistico, non raggiunge mai i livelli di quotazione degli orologi più recenti e maturi.
    Via via crescendo per qualità* e per marketing, la Rolex ha, tra l'altro, capito che avrebbe finito per nobilitare le marche che la avessero rifornita di meccaniche... e ha scelto di produrre tutto da sè...
    Nota di colore: la Rolex inviava a tutti i piloti militari internati nei capi di prigionia tedeschi che l'avessero richiesto degli orologi di ottima qualità*, con tanto di lettera firmata dal fondatore e titolare della Rolex, Wilsdorf, gratuitamente, in sostituzione di quelli confiscati dai nemici. Nella lettera il genio del marketing, ringraziando per lo sforso bellico, dichiarava che il destinatario avrebbe potuto pagare appena avesse potuto...
    Inutile dire che uno di questi orologi, completo di garanzia e lettera, non ha prezzo... e magari non è stato ancora pagato alla Rolex...

    General Service Temporary Piece (da me scritto prima male, per fame e stanchezza, credo...) non significa che è in sostituzione di un orologio principale, guasto.
    Significa, piuttosto, che le forze armate inglesi erano impreparate ad affrontare la guerra. (ricordate la storia dei mitra? Dissero che erano armi da gangster e criticarono gli usa che si erano equipaggiati con i thompson, poi però si sbrigarono a fare la "delizia del tubista", il Bren...
    Acquistarono quindi questi orologi di emergenza, anche sul mercato civile, in attesa di capitolati militari. Non potendo sempre garantire requisiti di qualità* e durata li marcarono così, per sostiituirli in seguito. Questa la teoria più accreditata. Supportata dal fatto che spesso si tratta di orologi civili, da tasca, ormai superati, di enorme varietà* e tutt'altro che standard. e che gli inglesi non evevano certo modo di rifornire di orologi e di... rimpiazzi...
    In effetti, anche per l'epoca, gli orologi da tasca erano ormai insoliti e obsoleti. Anche se più precisi, attenzione: la massa oscillante del bilancere è, infatti, maggiore e assicura maggiore costanza di marcia.

    Si tratta sempre, però, di orologi senza dispositivi antiurto... questa inadeguata caratteristica, però, si ritrova anche negli WWW, successivi...
    In realtà*, i migliori orologi militari della 2a G.M. sono gli olandesi e i tedeschi. Parlo di orologi standard solo tempo.... USA (anch'essi senza dispositivi antiurto) e UK stavano un pezzo indietro... con la particolarità* che gli americani cominciavano ad avvicinarsi, a grandi passi, al concetto dell'orologio "usa e getta", che poi trionfò in Vietnam: l'orologio veniva riparato, se occorre, con pezzi di ricambio standard, o semplicemente sostituito... mai revisionato...
    Risultato: ogni tanto capitano begli stock di vecchi orologi americani dismessi dall'esercito americano, ma riparabilissimi...

  6. #16
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Dimenticavo: blasonato o non blasonato...
    Negli anni trenta e quaranta c'erano molte marche di orologi che oggi non ci sono più, ma che erano molto quotate, molto buone e che sarebbero state considerate pari o superiori a ciò che era, allora, la Rolex....
    Un ufficiale, quindi, avrebbe potuto scegliere il primo piuttosto che il secondo...
    Sic transit gloria mundi...

  7. #17
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Klaus hai perfettamente ragione la sigla G.S.T.P non vuol dire che era in sostituzione, infatti mi ha detto che ne ha uno con inciso B = backup che era quello in sostituzione/ripristino.
    Sperando di non annoiare posto questo che è perfettamente funzionante.
    Questo orologio è del 1918 ed era dato agli aviatori inglesi.
    All`occorrenza poteva venire applicato ad un supporto della plancia di pilotaggio
    Non è luminoso ed era visibile con la luce di bordo era preferito a quelli luminescenti in quanto con le vibrazioni potevano staccarsi le polveri che lo rendevano tale e danneggiare il meccanismo.
    La carica ha una durata di 8 giorni.
    L`amico mi ha raccontato della particolarità* del nome inciso posteriormente che è di un probabile pilota americano: nella prima Guerra Mondiale gli inglesi disponevano di pochi piloti e ne chiesero all`America, pertanto questo orologio deve essere rimasto in mano di un americano il quale ha inciso il suo nome sfruttando la "A" di Aviation e la "arrow " sulla quale ha inciso la N.

    Immagine:

    64,95*KB

    Immagine:

    55,15*KB

    Immagine:

    61,53*KB
    luciano

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    1,596
    hai capito quante notizie..!!
    bravi..ho letto di un fiato..

    ciao
    digjo
    Ciao
    digjo

  9. #19
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Bello, davvero bello...
    Ne ho uno così e un'altro, del modello precedente, più raro, proveniente da un abbattimento avvenuto in Germania...
    Allora, qualche chiarimento... NON veniva messo sul cruscotto "all'occorrenza" ma è nato per essere messo sul cruscotto in modo semi fisso.
    Ed era SENZA l'anellino di sospensione... come vedi il tubetto porta corona è un po' lungo...
    C'era, infatti, una sorta di staffa nel quale inserirlo, sul cockpit.
    all'epoca capitava sovente di essere abbattuti o di essere costretti ad atterraggi di fortuna in piena campagna. In queste occasioni era frequentissimo venire circondati da curiosi e intrusi che, altrettanto frequentemente, "prelevavano" un souvenir... E spessissimo il souvenir era l'orologio di bordo...
    Gli orologi erano beni di lusso per la popolazione e questi avevano una meccanica di tutto rispetto.
    Pertanto i piloti avevano l'OBBLIGO di rimuovere l'orologio se abbattuti, immediatamente. Pena... punizioni e, pere, rimborso...
    Dopo la grande guerra questi stessi orologi sono stati riadattati dall'esercito UK per gli scopi di cui dicevo (far fronte all'emergenza della seconda g.m.) e ci aggiunsero l'anello di sospensione... Spesso il lavoro si vede che è posticcio (anelli asimmetrici e/o stortini)...
    Il vetro, se originale, a differenza che nel caso degli altri due, deve essere... di vetro e non materiale plastico...
    Si vede traccia delle vecchie scritte. Strana e insolita la traccia del tornio sul fondello... mah...
    Purtroppo spesso gli orologi militari provengono da... "illecite appropriazioni", pertanto accade sovente di vederne con scritte trasformate, cancellate e simili... La cosa è mooolto ingenua e del tutto inutile: è solo prova del dolo ci chi lo ha preso...

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090
    Molto bello anche questo,Cocis!!!
    Ciao![ciao2]
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •