Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 48

Discussione: Cipolle inglesi

  1. #21
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Si Blaster mi piace anche questo
    Klaus sicuramente può essere che io abbia capito male in quanto l'amico è un buon collezionista ed è molto documentato.
    Molte cose me le dice e io qualcosa la dimentico, pertanto è interessante quello che racconti.
    Tra l'altro mi aveva accennato come dici tu che vi era anche quello senza anello.
    Avendolo ora sul mio tavolo ho controllato e mi sembra che sia proprio vetro.
    Quando gli riporterò questo e sperando che mi presti quello che gli ho chiesto gli chiederò qualcosa in più su quel segno del "tornio" se ha qualche supposizione in merito.
    [ciao2]
    luciano

  2. #22
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Cocis, non c'è problema!
    Stai scherzando?
    Quello che ho detto non mi pare così incompatibile con quello che scrivi tu. Ho solo precisato quelli che già* sapevi! Peraltro è settore collezionistico talmente ristretto e specifico, che è ben difficile trovare informazioni....
    Spesso si tratta di teorie, ricostruzioni, scoperte e... riscoperte! E, come mi insegnate, ogni opinione è valida, confutabile e... spesso ha vita breve...
    Mi viene da ridere: hai 4550 interventi autorevoli e mi dici così!?!?
    Ripeto, non è il mio settore, ma alla fine, dopo anni di chacchiere come queste...
    Mi interesso di orologi militari dal maggio 1998, momento in cui ho acquistato quello che ritengo essere ancora il miglior libro sugli orologi militari inglesi: quello del buon Wesolowski, buon amico, un gran signore, estrememente competente, corretto e serio... è, però, molto datato e poi... se gli parli di persona, lo integra volentieri....
    Va sottolineato che è un libro enciclopedico e generico, ma se si considera che è stato scritto nel 1997, quando nel mondo c'era solo lui... è un'opera degna della migliore stima! Scritta grazie al fatto che il padre, orologiaio e soldato anglo-polacco (ha combattuto a Cassino), gli ha tramandato la sua passione.
    Io collezionavo, per forza di cose ( e di portafoglio!), "solo" orologi tedeschi, ma, è ovvio, se capita il pezzo inglese, americano, russo etc etc e il prezzo è buono, che fai...?... Lo lasci?
    No: chiami il Wesolowski e chiedi se si fa bene a prenderlo...
    Uno oggi, uno domani... ti fai una cultura senza volerlo...
    Uno di questi, quello cui mi riferivo, primo modello, l'ho pagato meno di uno swatch... e neppure è stato modificato con l'anellino, se ben ricordo... (da quando ho smantellato la vetrina e mi sono trasferito, non lo vedo da un pezzo...)
    Ah, dimenticavo: di quello con quadrante nero esiste una versione "luminous", per la caccia notturna. Più raro e ricercato è, però, secondo me, da tenere a debita distanza: contiene tanto radio da far impallidire...

  3. #23
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ho detto più di una volta all'amico di iscriversi al forum perchè cosi avrebbe meglio esposto le cose, ma al momento non ci sente.
    Il settore come dici è specifico e anche interessante (mi piacciono gli orologi).
    Dici bene quando dici " ti fai una cultura senza volerlo..." infatti in questi giorni tra lui e te ho appreso particolari che non sapevo e questo ovviamente mi ha fatto molto piacere come anche tutte le altre cose che si discutono sul forum infatti li leggo anche se spesso non partecipo (sono curioso non si finisce mai di imparare).
    [ciao2]
    luciano

  4. #24
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Questo è il modello "B"
    Cito quanto è scritto in un libro sugli orologi militari.
    Questo modello fu designato dall'esercito tipo "B" e fu sovente distribuito insieme a un cronometro per il quale serviva di riferimento. La lettera B fungeva quindi da prefisso per il numero di matricola apposto sul fondello.
    Aggiungo che riporta lo stesso numero anche su un fianco della cassa.

    Immagine:

    62,29*KB

    Immagine:

    58,28*KB
    luciano

  5. #25
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Stai citando il libro di Wesolowski...
    In realtà* il concetto, che mi ha ripetuto più volte, è che, mentre altre nazioni fornivano, per certi operatori, un orologio con cronografo, il Regno Unito preferiva o era costretto a fornire un orologio "solo tempo" E un cronografo elementare, INSIEME... ciò costava meno e consentiva di riciclare orologi di entrambi i tipi...
    Questo, sul libro, non è chiaro... secondo me il traduttore ci ha messo lo zampino...
    Gli chiedo come la pensa e ti faccio sapere...
    I marchi sgli orologi Inglesi e americani sono alquanto vari...
    Solo ora ho acquistato un Omega G.S.T.P., mi hai fatto venire voglia..!

  6. #26
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Klaus si è proprio quello di Wesolowski.
    Sarà* sicuramente interessante sapere cosa ne pensa.
    Come sai non sono uno esperto ma sono oggetti che mi piacciono.
    Se ne hai voglia posta quel Omega così possiamo ammirarlo.
    [ciao2]
    luciano

  7. #27
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Sarà* fatto, Luciano: è in arrivo da Londra...

  8. #28
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Dentro ci dovrebbe essere una meccanica 38.5... 'na bellezza...

    Immagine:

    34,02*KB

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    1,230
    Klaus, GSTP sta per General Service, Time Piece, ed era riferito esclusivamente agli orologi da tasca. Gli orologi da polso inizialmente avevano la designazione ATP, Army Time Piece, poi verso la fine della guerra (ma molti con questa designazione sono postbellici) la designazione venne trasformata in WWW (non mi ricordo per che cosa stia la sigla, ma nel Wesolowski c'e'). La freccia (Broad Arrow) denota una proprieta' della corona britannica, non necessariamente militare (anche se in genere la si definisce War Department Broad Arrow), dal momento che adorna anche le divise e le scarpe - per esempio - degli inmates, gli "ospiti" - delle Her Majesty's ... Prisons!

  10. #30
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Molto bene lo attendiamo.
    Ciao loupie1961 sono andato a guardarmi il Wesolowski nella guida ai marchi e ai punzoni e quella sigla come dici si riferisce a "General Service Timepiece/Temporany Pattern" ordinanza per l'esercito 1939/1945 ma non dice che tipo di orologio sia.
    [ciao2]
    luciano

Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •