Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 48 di 48

Discussione: Cipolle inglesi

  1. #41
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Le lancette hanno subito, molti anni fa, un trattamento di nuova luminescenza. una volta si faceva: gli orologiai avevano una bottiglina di radio e lo rinnovavano quando riparavano o revisionavano gli orologi..
    In origine, quelle Cortebert hanno la meteria luminescente solo nel quattro solchi centrali delle lancette...
    La sostituzione delle cassa si comprende e si vede solo... se si sa chi l'ha fatta e perchè... altrimenti si direbbe un orologio civile o, come qualcuno dice, militare "sterile"...
    Nel mio modo di intendere, molto rigido, non è più, comunque, un orologio militare, collezionabile...
    Nulla lo distingue più dai corrispondenti civili d'epoca... quindi non andrebbe mai sostituita la cassa, anche se è distrutta...
    Qualcuno direbbe: "no, si distingue perchè è di tipica tipologia militare: quadrante nero, epoca bellica, lancette e numeri luminosi..."
    Purtroppo, però, moltissima produzione civile dell'epoca aveva le medesime caratteristiche e poi... come si risalirebbe al periodo e alla nazionalità* di assegnazione?...
    Mai visto, prima, un Cortebert "davvero" militare, (con marchi di assegnazione, intendo) marcato "extra" anche questo fa propendere per una sostituzione o per produzione civile, ma ha poco senso, discuterne, se non si c'è più e non si può vedere la cassa originale...
    Di fatto sono oggetti così comuni che andrebbero acquistati solo se 100% marcati e in condizioni originali, oppure se pressochè scontatissimi, altrimenti sono solo una fonte di parti di ricambio per quelli militari.
    Peraltro... ottima meccanica.

  2. #42
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Zygmund Wesolowski, per gli amici Ziggy, ha risposto.
    Con le sue incomparabili competenza e cortesia...

    Allora: l'orolgio marcato B è orologio di Back up (di riserva). Ma non nel senso che avevamo inteso....
    Per praticità* inserisco stralci del suo messaggio e li traduco:
    "<font face="Book Antiqua">The B is found on watches (typically with white dials and no bow</font id="Book Antiqua">)."
    La B si trova su orologi, tipicamente con quadrante bianco e senza anellino di sospensione...
    "<font face="Book Antiqua">This allowed the watch to be secured to an instrument panel. Although they were used variously, the main function was in the radio room - when sending an R/T transmition the operator needed to time the outgoing message.</font id="Book Antiqua">"
    "Questo consentiva di assicurare l'orologio al pannello di una strumentazione. Anche se di uso vario, la funzione principale era nelle sale radio: quando si inviava un messaggio l'operatore aveva bisogno di indicare l'orario sul messaggio in uscita"
    Segue una descrizione dettagliata sulle modalità* in cui questo avveniva, secondo un codice alfabetico: in breve: ogni messaggio iniziava con l'indicazione dell'orario, indicando per ogni numero la lettera corrispondente dell'alfabeto.
    In caso di situazioni di intenso traffico e di furibondo uso delle dita sul tasto telegrafico, l'operatore doveva essere rapido e non aveva il tempo di guardare il suo orologio da polso: avrebbe potuto sbagliare il messaggio in uscita. In questi frangenti aveva questi B watch come "orologio di riserva".

    Insomma... nel campo degli orologi UK e Commonwealth Ziggy è il solito mostro...

  3. #43
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Riproviamo a postare il quadrante semiluminoso...
    Stavolta è meno di 70KB...

    Immagine:

    63,21*KB

    Approfitto per postare foto del nipotino del Buren Grand Prix da tasca GSTP, il Buren Grand Prix WWW.
    Prima vera fornitura decente di orologi da polso UK.
    Arriva, però, a fine guerra, negli ultimi mesi, e prosegue per qualche lustro, fino all'adozione della serie W10, negli anni '60... quando finalmente si adottarono orologi con un qualche sistema antiurto...
    è bello da vedersi, per una volta piace anche a mia moglie e l'ho preso anche per questo, ma le lancette sono state riverniciate e la cassa potrebbe essere non sua: la serie con prefisso A spetta, di norma, alla Record, infatti.
    Capitava così spesso che gli orologiai di caserma mischiassero le casse e i movimenti, che qualche anno fa si decise, a livello di appassionati e collezionisti, in un forum USA, di effettuare un servizio di "ricostruzione orologi" scambiandoci le casse... Come vedete... il servizio funzionò poco e io non aderii...
    Dopotutto... anche la sostituzione della cassa fa parte della storia dell'orologio, essendo stata effettuata in sede operativa, con tanto di marchiatura interna dell'intervento, nel 1964, prima della cessione del pezzo sul mercato civile...

    Immagine:

    94,33*KB

    Immagine:

    79,45*KB

    Immagine:

    92,48*KB

  4. #44
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    294
    Veramente belli, non sono del campo della orologeria...l'ultimo devo dire che mi piace molto sopratutto per l'Arrow presente sia nella cassa che sul quadrante[]
    "There was twa recruitin' sergeants came frae the Black Watch
    Tthrough markets and through fairs, some recruits for tae catch
    But a' that they 'listed was forty and twa
    So 'list my bonnie laddie and come awa"

  5. #45
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Dan come vedi non sono uno specialista ma sono oggetti che mi intrigano, purtroppo anch'io la penso come dice Klaus sulla sua persa identità*, peccato.
    Ciao Klaus ottime le spiegazioni sul "B" grazie altro tassello di nozioni aggiunto.
    Bello ma un pò anonimo quello da tasca tra l'altro non hai postato il retro come degli altri due però il quadrante.
    Bello e interessante il Buren anche se preferisco orologi con quadrante chiaro, così abbiamo postato sia da tasca che da polso, le lancette suppongo siano state di recente sistemate.
    Interessante anche la marcatura della parte interna oltre all'esterno del coperchio, mi sembra di vedere che manca della prima serie di numeri ma ci sarà* sicuramente una ragione.
    Per quanto riguarda lo scambio delle casse la penso esattamente come te e hai fatto bene a non aderire per me le cose devono in ogni caso essere lasciate d'epoca così come sono giunte sino a noi.
    Discussioni molto interessanti []
    [ciao2]
    luciano

  6. #46
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Già*... ma Dan ne conosce la storia... cosa non da poco... Capita molto di rado...
    Purtroppo le casse non erano di acciaio: ne esistevano con casse in nickel, che anche se consunti, restano belli (o almeno decenti: vedi quelli postati da me... fanno schifo, ma se fossero stati in "base metal" gli avrebbero cambiato la cassa da un pezzo...) o con casse cromate. Questi ultimi sono più robusti e durevoli, ma, se usati a lungo, perdono la cromatura, affiora la cassa in ottone o base metal e diventano brutti...

    Per curiosità*: Cortebert fornì orologi perfino alle ferrovie turche e un produttore russo ne imitò le meccaniche, dopo averne acquistato la licenza...

    Quanto alle mie foto postate... spiego meglio...
    Il quadrante è quello dell'orologio 18043F già* postato... ricordi che non riuscivo a postare l'immagine del quadrante? alla fine ce l'ho fatta...
    So che è anonimo, ma è del 1914...
    Se credi ri-posto tutte le foto relative a questo orologio, compresa la matricola sul lato e il movimento...
    Interessante è il fatto che la cassa è a vite, caratteristica importante per l'uso campale...
    C'è anche il numero di serie della cassa, identico per corpo cassa e fondello...
    Ma non vorrei essere invadente o andare fuori tema: è un orologio della Grande Guerra...

    Quadrante nero... quadrante chiaro... Vecchia diatriba...
    è questione di gusti, ma il 90% degli orologi militari hanno quadrante nero....
    Questo per questioni di visibilità* dei numeri e di mimetismo...
    I soli KM hanno quadrante chiaro, una sorta di argentee-champagne-dorato, ma sono l'eccezione che conferma la regola...
    E poi esistono esemplari di DH col quadrante bianco. Ma solo uno fu il produttore e ne fabbricò pochi. Forse per fronte russo o tropicali, a livello sperimentale, visto che hanno tutti numeri di matricola piuttosto bassi... C'è chi ipotizza siano falsi, quindi attenzione!

    Esiste poi una nota e controversa serie di orologi tedeschi, con marchi e caratteristiche particolari, fuori standard, della cui autenticità* si dubita, che hanno quadrante chiaro, secondi centrali e cassa non a vite, con marchio particolare...
    Anche questi... c'è chi ipotizza siano falsi... io, per esempio...
    Anche se ne ho un paio in collezione, ma solo perchè pagati poco e perchè facevano parte di uno stock emerso cinque anni fa dal magazzino di un produttore svizzero...
    Mai consegnati all'esercito tedesco, emersero i pezzi (casse e quadranti) che furono rimontati da un amico collezionista tedesco, con meccaniche d'epoca... Insomma... lasciate stare: valore storico pari a zero...
    Uno, tra l'altro, mi è stato rubato: il pacco non arrivò mai dalla Germania...

    Altri orologi militari con quadrante chiaro... questi inglesi, gli ATP e quelli da polso, per la fanteria USA...(per fanteria intendo tutte le truppe a piedi, compreso l'USMC...)

    Quanto ai WWW, sono tutti nerissimi, con indici luminosi a semisfera... Belle casse, robuste e solide, con una cromatura spessa. Il fondello, sempre in acciaio, reca i numeri di serie e la Broad Arrow sia dentro che fuori: hai ragione, bravo! Che occhio! Credo si tratti della serie imposta dal costruttore. L'altra, quella che si trova solo fuori, credo sia quella militare.

    Caratteristica quasi certa (io ed altri collezionisti abbiamo effettuato ricerche anche presso i produttori, anche se, in realtà*, ne sopravvivono pochi e non sempre ne sanno molto...) è che, normalmente, gli orologi venivano marcati direttamente dal produttore con i numeri militari progressivi. Pare che questa fosse la normalità* e che una numerazione effettuata in sede militare fosse l'eccezione...

  7. #47
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Klaus ti leggo sempre con molto piacere ed interesse hai sempre buone spiegazioni da aggiungere.
    Certo se Dan conosce la sua storia non è poco io comunque lo intendevo più che altro in generale
    Bene ora ho collegato le due immagini.
    Si sapevo qualcosa circa il nero dei quadranti che sono sostanzialmente da polso e per l'esercito.
    [ciao2]
    luciano

  8. #48
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Citazione Originariamente Scritto da cocis49

    Ciao Klaus ti leggo sempre con molto piacere ed interesse hai sempre buone spiegazioni da aggiungere.
    Certo se Dan conosce la sua storia non è poco io comunque lo intendevo più che altro in generale
    Bene ora ho collegato le due immagini.
    Si sapevo qualcosa circa il nero dei quadranti che sono sostanzialmente da polso e per l'esercito.
    [ciao2]
    Grazie.

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •