Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 25

Discussione: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lagorai
    Messaggi
    344

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    Confesso di non avere molti elementi per intervenire con sicurezza sull'argomento però un paio di esempi li vorrei portere anche io: innanzitutto i francesi non mi sembra abbiano dimostrato tutta questa attenzione alle risorse umane, se è vero che le decimazioni da loro furono tutt'altro che sporadiche (il bellissimo "Orizzonti di gloria" anche se è un film non si allontana tanto dalla realtà).
    In secondo luogo da parte austriaca porto un esempio di un singolo capitano austriaco che ha comandato la sua Streifkompagnie di Kaiserjager sulle montagne di fronte a casa mia. Nell'inverno del 15 ha avuto la brillante idea di far svernare a 2300 mt in tenda la sua compagnia (lui aveva una bellissima Hutte di cui ho visto le foto), privazioni e disciplina che definere ferrea è riduttivo, finchè un bel giorno 2 suoi soldati scendono a valle con l'intento di andare al comando per protestare.... risultato li fa fermare, riportare in linea e fucilare dai loro compagni. Vi sono testimonianze di Standschutzen dell'Auer che consideravano un pazzo questo ufficiale, che poi dev'essere pure stato promosso a maggiore se ben ricordo.
    Con questo NON voglio generalizzare affermando che l'ufficiale medio francese o austriaco non teneva in nessun conto la vita dei suoi sottoposti, ma credo sia ingiusto ritenere che l'ottusità (o la mentalità dettata dai tempi di allora) fosse un marchio di fabbrica italiano.

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Lagorai
    Messaggi
    344

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    Per quanto riguarda la circolare faccio i miei complimenti a Coloniale, un documento sicuramente crudo e spietato ma meritevole di essere conservato con cura!

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    L'ottusità fu una costante di tutti i comandi supremi durante la grande guerra, come la scarsa considerazione della vita dei soldati.
    Solamente in Italia però si scrisse testualmente cosa sarebbe successo ai vili e ai pavidi.
    Unico e terribile poi il trattamento riservato ai militari che cadevano prigionieri.

    Con la stipula della convenzione dell’Aia, all’inizio del secolo scorso, a tutela dei prigionieri venne riconosciuta una serie di diritti, veniva assicurato loro il nutrimento e le cure mediche e era vietato il loro impiego forzato in lavori di interesse militare. Gli ufficiali avevano diritto all’attendente e doveva essere loro corrisposta una indennità in denaro, corrispondente alla paga che ricevevano dal loro governo. Durante la prima guerra mondiale, però, questi accordi in pratica vennero spesso disattesi, anche se non furono mai toccati i limiti estremi raggiunti durante la seconda guerra mondiale. Il prigioniero non era più nessuno, non aveva più diritti, poteva essere derubato e maltrattato senza motivo, non era più un uomo ma solo una merce da esporre alle macchine fotografiche della propaganda, era spesso alla mercé completa del vincitore, una forza lavoro da impiegare senza risparmio.

    All’inizio del 1915 i governi di Austria-Ungheria e Germania furono costretti a informare le potenze dell’Intesa, tramite la Svizzera neutrale, che il blocco economico imposto loro dagli avversari provocava già grandi difficoltà nell’assicurare i rifornimenti alimentari ai propri soldati e alla popolazione civile, e che presto sarebbe stato impossibile nutrire le centinaia di migliaia di prigionieri di guerra francesi, britannici e russi. Sempre tramite la Svizzera venne raggiunto quindi un accordo per garantire un rifornimento continuo di viveri e generi di conforto riservato esclusivamente ai prigionieri, sotto il controllo della Croce Rossa Internazionale.
    I prigionieri di guerra italiani andarono incontro invece a un destino particolarmente tragico. Il governo italiano e le autorità militari consideravano i prigionieri alla stregua di traditori e quindi non aderirono agli accordi internazionali per i rifornimenti alimentari. Il ministro degli esteri Sidney Sonnino fu il più feroce oppositore a ogni forma di aiuto destinato ai prigionieri. ostacolando in ogni modo anche l’invio di viveri e di generi di conforto raccolti privatamente dalle associazioni dei familiari e dalla Croce Rossa Italiana.

    Per questo motivo 100.000 prigionieri italiani su 600.000 morirono letteralmente di fame nei campi di prigionia in Austria-Ungheria e Germania, e molti sopravvissero solamente grazie all’aiuto dei prigionieri delle altre nazionalità. che dividevano fraternamente le loro risorse, anche con gli stessi soldati avversari che dovevano sorvegliarli. La propaganda italiana all’epoca e durante il regime fascista incolpò i crudeli carcerieri e aguzzini austro-ungarici della morte per fame e fatica dei poveri prigionieri italiani, e ancora oggi molti libri riportano come vero questo clamoroso falso storico.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  4. #14
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    ...l'altra faccia della medaglia - o almeno una conseguenza di quanto sopra - erano le pallottole "magiche" del nemico che durante gli assalti, ma anche nell'osservazione dalla trincea, colpirono taluni ufficiali alla schiena....

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    E i carabinieri sorpresi da soli... aeroplano abbattuto, dicevano i fanti...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  6. #16
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    Tanta severità e spietatezza deriva dalla forma mentis che veniva plasmata negli ufficiali, fin dai tempi dell'Armata Sarda Piemontese, probabile retaggio della Restaurazione.
    Un tempo dove i nobili, tornati al potere dopo la parentesi napoleonica, potevano davvero dire e dimostrare coi fatti al popolo che, come il Marchese del Grillo di Alberto Sordi: "Io so io...e voi nun siete un c...o!!!"

    Leggete le punizioni previste in questo Editto di Carlo Felice del 1822 e considerate che la punizione delle "bretelles" (colpi inferti alla schiena a cinghiate) non potevano essere inferiori ai cento (!!!) e non eccedere le mille (!!!), mentre per le vergate il numero minimo era trecento e non più di ottocento...

    "Trattamenti" che oggi non sarebbe pensabile riservare neanche al più abbietto dei criminali...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  7. #17
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    atroce
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    "Trattamenti" che oggi non sarebbe pensabile riservare neanche al più abbietto dei criminali...
    Anche si...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  9. #19
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal
    "Trattamenti" che oggi non sarebbe pensabile riservare neanche al più abbietto dei criminali...
    Anche si...
    .....Kleiner Pal, il Re dei garantisti!!!

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: CIRCOLARE DISCIPLINA DI GUERRA-FUCILAZIONI X CODARDIA

    Garantito che non ci riprovano...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato