Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Coleman Stove, Cooking, Gasoline, M1941, One-Burner

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    602

    Exclamation Coleman Stove, Cooking, Gasoline, M1941, One-Burner

    Recuperato da un mercatino con qualche banconota da 10 euro (poche), alla prima mi pareva troppo nuovo,pensavo ad un post bellico, poi ho visto la data sia sul fornello che sul contenitore, US 1943, che dite, ho fatto bene? chi riesce a colmare la mia ignoranza sull'uso e la storia di questo piccolo accessorio?
    Grazie a tutti
    Daniele
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Fornello americano????

    trattasi di fornello modello Coleman 520, adottato in servizio dal Quartermaster Corps come "Stove, Cooking, Gasoline, M1941, One-Burner" [fornello da cucina a benzina modello 1941 a bruciatore singolo], e come si vede anche dal tuo esemplare, prodotto su licenza per forniture militari anche da altre ditte.

    Il tuo mi sembra un ottimo acquisto, dalle condizioni mostrate in foto (che a volte ingannano, però). Previa alcuni essenziali e irrinunciabili controlli di efficienza potrà* (se lo desideri) essere utilizzato con tutta tranquillità* per cucinare o scaldarsi il caffè in buca.

    Il fornelllo, come si intuisce, fu utilizzato molto più spesso da carristi, truppe dei servizi etc. piuttosto che dai semplici fantaccini (che la casa se la trasportavano in spalla) i quali però quando potevano averlo con sé lo apprezzavano infinitamente.
    Kilroy

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Fornello americano????

    Sì, si tratta del fornello americano individuale M-1941. Inizialmente progettato per le truppe da montagna venne distribuito anche alle altre specialità* dello U.S. Army. Successivamente venne affiancato e poi rimpiazzato gradualmente dal più compatto M-1942 noto anche come Alladin. Per entrambi i tipi di fornello veniva utilizzata la benzina come combustibile.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    602

    Re: Fornello americano????

    Bene Kilroy, allora dopo le opportune prove e dopo avere effettuato "esperimentazione di culash su cavie umane nel 2010 al cioco possiamo usarlo come gulashkanone di preta pellica al cioco di quest'anno" Ja????
    Un pezzo salvato dall'oblio...... le condizioni non rendono in foto, pare praticamente nuovo, mai usato, solo l'esterno del contenitore ha il peso degli anni, l'interno luccica.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Fornello americano????

    Se vuoi, prima di metterci le mani sopra vediamoci, che ti spiego tutto il da farsi (non è complesso ma ci sono alcuni dettagli importanti, altrimenti si rischia di danneggiare l'oggetto).

    Intanto ti allego un pdf del manualetto Coleman del 1942.

    ciao
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Kilroy

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111

    Re: Fornello americano????

    Ne postai uno anche io,nel mio caso è stato verniciato di verde su iniziativa del soldato o del reparto,la fortuna vuole che a distanza di centinaia di chilometri (a marsiglia in Francia)ho trovato il fornelletto da solo e quindi ho potuto completarlo!

    viewtopic.php?f=38&t=14210&p=407361&hilit=+scaldar ancio#p407361

    Un saluto

    Stefano
    kappa

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Fornello americano????

    waffen, trovare il contenitore dipinto in OD è cosa abbastanza comune. In origine non era verniciato perché aveva duplice impiego di contenitore e pentolino di cottura. A volte infatti il contenitore sembra verniciato e invece è solo coperto da una stratificazione di fuliggine indurita che comunque adempie egregiamente allo scopo "mimetico".

    Nel topic che hai collegato invece non ho chiaro il vostro scambio di idee sul formato dei contenitori: io di contenitori "bassi" non ne ho mai visti, di solito il medesimo contenitore viene adattato al fornello (M1941 oppure M1942) semplicemente fermando il "tappo" in posizione più bassa, utilizzando la coppia più alta delle sue apposite scanalature. Non mi risulta infatti che il modello M1942 fosse fornito completo di un suo specifico contenitore, tant'è che nel manuale del QMC si istruiva, semmai, di trasportarlo all'interno del set di pentole da montagna (Mountain Cookset), opportunamente avvolto in cenci per evitarne il ciottolare.

    Però non posso escludere che tali contenitori bassi esistano davvero e si tratti solo di mia ignoranza.

    ciao
    Kilroy

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111

    Re: Fornello americano????

    Nel topic che ho unito, si nota che blaster twins posta foto di un libro dove si vede nettamente che esistono due varianti una alta e una bassa,in pratica penso che il coperchio sia uguale per tutti e due solo il corpo sotto differisce per altezza.
    Confermo che in quello postato da me è stata applicata una mano di "verdone" probabilemente d'epoca.
    Attendiamo altri pareri per fugare ogni dubbio sui contenitori.

    Un saluto

    Stefano
    kappa

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Fornello americano????

    waffen, il contenitore fotografato di cui parli non è "basso", è il medesimo della prima immagine chiuso però utilizzando la coppia più alta di scassi, come dicevo sopra, tutto qui.

    Per il resto ho controllato e confermo che il fornello M1942 NON aveva un proprio contenitore "basso". Infatti l'M1942 fu adottato solo in quanto il modello 1941 era considerato troppo pesante per l'uso da parte di truppe da montagna, e quindi, nell'ottica del risparmio di peso, come suo contenitore si utilizzò, come dicevo, il set di pentole appositamente sviluppato di pari passo dal QMC. Come avrai notato il contenitore del M1941 è piuttosto pesante e avrebbe vanificato gli sforzi del QMC per alleggerire il modello della Coleman adottando il modello 1942 prodotto dalla Alladin Industries.

    ciao
    Kilroy

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Fornello americano????

    Ecco anche alcune note storiche a degno commento del bell'esemplare di Alarico (fonti: comunicati stampa della ditta Coleman, manuali tecnici e studi ufficiali del QMC).

    Lo sviluppo del modello di fornelletto che poi divenne l'M1941 iniziò a primavera 1941, su sollecito del QMC, con lo scopo di equipaggiare le truppe da montagna e nel luglio 1941, dopo un lavoro durato circa due mesi, la Coleman (ditta con base in Kansas) presentò al QMC il suo modello, che fu accettato in servizio. Nell'ottobre seguente la Coleman consegnò al QMC una prima comessa di circa 1200 esemplari. Il QMC però non era soddisfatto del risultato raggiunto, accettato come soluzione temporanea, in quanto giudicava il fornelletto comunque troppo ingombrante e pesante per l'uso immaginato. Si decise quindi di continuare lo sviluppo dei fornelletti estendendo all'industria un nuovo bando di gara con specifiche più stringenti. A metà* 1942 la Alladin Industries (ditta della Virginia) presentò un proprio modello che fu accettato dal QMC e adottato a settembre come Modello 1942. Il nuovo fornello fu messo immediatamente in produzione con una prima commessa di 16.500 esemplari.
    Si noti che del M1942 esistono due versioni, la prima delle quali si distingue da quella più comune (che era denominata "Modified" ma manteneva il medesimo numero categorico) per la caratteristica rotella orizzontale al posto della usuale valvola laterale con rotella in bachelite.

    Anche se le specifiche iniziali per i fornelletti individuali erano pensate specificamente per le truppe da montagna, come detto, ci si era resi conto che essi sarebbero stati estremamente utili anche per la guerra nel deserto, per equipaggi di carri, e in generale per tutte le situazioni tattiche che potevano implicare una forte dispersione di truppe lontano dalle proprie cucine di reparto. Si decise pertanto, per questi scopi, di non abbandonare la produzione del M1941, pur più ingombrante e pesante, e a novembre 1942 la Coleman ne consegnò una seconda commessa di 5.000 esemplari che furono immediatamente inviati oltremare per l'operazione Torch in Nord Africa. Il modello M1942 restò naturalmente la prima scelta per le truppe da montagna, e con esso fu introdotto il già* menzionato set di due pentole, che serviva anche per trasportarlo nel sacco da montagna.

    La carriera del fornelletto sviluppato dalla Coleman, reso famoso anche da alcuni noti articoli del corrispondente di guerra Ernie Pyle, fu coronata dalla consegna ufficiale del milionesimo esemplare prodotto al generale Eisenhower il 2 maggio 1945.
    Kilroy

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato