Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: Colori per restauro

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Colori per restauro

    Ho recuperato una serie di attrezzi da scavo di quelli in dotazione agli automezzi del nostro esercito.
    Siccome necessitano di un'energica pulizia vorrei anche riverniciarli nel colore originale di cui ci sono sparse tracce.
    Qualcuno conosce la sigla RAL o tintometrica del verde militare?
    Lo chiedo perchè le sfumature sono innumerevoli.
    Greaie e ciao a tutti.
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  2. #2
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Colori per restauro

    Se non erro le conosce Unorosso.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Colori per restauro

    Aspetto, se mai gli mando un MP.
    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Colori per restauro

    Ciao Andrea, come hai visto ho una certa conoscenza sia dei colori dei veicoli sia degli attrezzi ad essi connessi. Proprio per questo prima di risponderti ti chiedo a che periodo risalgono gli attrezzi, o, meglio ancora, se sai a quale veicolo erano in dotazione.
    Tieni presente che le tonalità* di base italiane, parlando di esercito, sono state almeno tre nel corso degli uiltimi sessanta anni. Senza contare che marina, polizia, guardia di finanza.... hanno adottato a loro volta tonalità* diverse a seconda del periodo. Ulteriore variabile da considerare è che non sempre i veicoli ancora in buone condizioni venivano adattati alla nuova tinta immediatamente creando così un effetto simil-arlecchino superato solo dall'adozione estesa di mimetizzazioni varie, almeno per i veicoli impegnati sui fronti di combattimento. E ricordiamoci poi il bianco delle varie missioni più o meno umanitarie.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Colori per restauro

    Citazione Originariamente Scritto da kanister
    Ciao Andrea, come hai visto ho una certa conoscenza sia dei colori dei veicoli sia degli attrezzi ad essi connessi. Proprio per questo prima di risponderti ti chiedo a che periodo risalgono gli attrezzi, o, meglio ancora, se sai a quale veicolo erano in dotazione.
    Tieni presente che le tonalità* di base italiane, parlando di esercito, sono state almeno tre nel corso degli uiltimi sessanta anni. Senza contare che marina, polizia, guardia di finanza.... hanno adottato a loro volta tonalità* diverse a seconda del periodo. Ulteriore variabile da considerare è che non sempre i veicoli ancora in buone condizioni venivano adattati alla nuova tinta immediatamente creando così un effetto simil-arlecchino superato solo dall'adozione estesa di mimetizzazioni varie, almeno per i veicoli impegnati sui fronti di combattimento. E ricordiamoci poi il bianco delle varie missioni più o meno umanitarie.
    Scusa se non ho pensato di chiedertelo dopo che ne avevamo parlato proprio da te a Savona.
    Su una delle pale c'è scritto HEAT TREATED USA mentre sugli altri attrezzi non ho ancora trovato marchi o scritte. Il piccone in particolare è strano, ha la parte metallica molto massiccia ed il manico che sembra originale molto corto.
    Chi me li ha dati ha detto che erano i gli attrezzi dei mezzi, ma di quali non si sa. Certamente erano presenti campagnole, camion ed M113.
    Presentano comunque tutti abbondanti resti di vernice verde. Quello che ho cercato e non trovato invece sono i segni di dove sarebbero dovuti essere attaccati ai mezzi
    visto che un poco di usura causa vibrazioni ci dovrebbe essere. In realtà* solo la pala col manico a t è chiaramente usata.
    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Colori per restauro

    Ciao Andrea, scusarti per che? E' una buona ocasione per parlare un poco di materiale che non sempre viene considerato. Vediamo alcune tipologie di attrezzi in uso sui veicoli, premettendo comunque che ogni aspetto ha le sue eccezioni.
    Sappiamo che le pale americane avevano normalmente quello che loro chiamano D-handle, l'impugnatura a D, con la parte dritta rivestita in legno, inglesi ed italiani usavano quasi sempre i manici con una impugnatura a T ed i tedeschi avevano invece i soliti pomoli. Questo per citare le principali differenze e senza contare l'uso sistematico di attrezzi da giardinaggio o da cantiere.
    Questo premesso se hai una pala con il manico a T lunga un metro o poco più è probabilmente italiana, di una Campagnola od Alfa Matta, in quanto sugli autocarri erano installate pale molto simili a quelle civili, senza impugnatura e lunghe almeno un metro e mezzo. Se gli attrezzi erano ben fisssati non dovrebbero esserci segni di usura nei punti di contatto, sfregamenti possibili solo se i vari sistemi di aggancio non venivano stretti.
    Se hai una pala marcata USA, evidentemente si tratta di materiale di importazione, stabilire però quando sia giunta in Italia è abbastanza difficile. Parli di M113 e sappiamo che alcuni vennero importati ma molti di più vennero prodotti da noi. Chissà* se quelli importati erano dotati di attrezzatura? E' anche possibile che certo materiale sia rimasto in quel deposito dopo la guerra, quando eravamo dotati di Jeep, Dodge,.....
    I picconi erano più o meno simili in tutti gli eserciti, tranne quello americano che ne usava uno massiccio, con una corta punta da una parte ed una specie di lama dall'altra. Un esemplare di questo lo abbiamo visto insieme, ed è abbondantemente marcato, tanto da non potersi confondere.
    Nei prossimi giorni farò qualche foto di quei pochi esemplari che mi sono rimasti per mostrare i vari tipi. Purtroppo mano a mano che ho venduto i mezzi ho dato via anche tutti gli attrezzi corrispondenti e quelli che ho sono solo i doppioni.
    Per tornare alla tua domanda iniziale ti consiglierei di pulire bene gli attrezzi che hai, sverniciandoli per togliere ogni traccia e di ricoprirli poi con un antiruggine per la parte metallica e con un poco di flatting per il legno. Non procederei ad una verniciatura completa con colori militari se non dopo aver ben definito il veicolo che ne era dotato ed anche l'epoca di tale dotazione in quanto la tinta può variare anche secondo il periodo.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Colori per restauro

    Ciao, ho avuto un paio di ore libere e mi sono ricordato della promessa di fotografare un poco di attrezzi militari. Non sono molti e neppure importanti in quanto i migliori li ho ceduti insieme alle auto a cui erano dedicati, praticamente sono i rimasugli di una collezione. La prima foto contiene tre pale di stile americano, parlo di stile in quanto credo che una sia inglese ed una francese, anche se non ho elementi per confermarlo, valuto le colorazioni ed i numeri impressi sul manico, proprio alla moda francese.
    La seconda foto contiene quattro pale due tedesche, anche se sulla lama di una ho dubbi, e due italiane. Mentre quella con il manico a T è della campagnola sull'altra ho dubbi, penso che l'impugnatura non sia la sua.
    Nella terza foto vedete 2 picconi e due asce. I due picconi sono simili a quelli civili, solo colorati, mentre delle due asce la più grande non è mai arrivata ad essere militarizzata, mentre la piccola viene evidentemente da un qualche mezzo dei vigili del fuoco di qualche nazione.
    Le ultime tre foto mostrano un piccone USA, alcuni manici, più o meno assortiti, un ingrandimento della lama del piccone per mostrare il punto in cui erano riportate le scritte, ed un ingrandimento del manico in cui si legge, con un poco di buona volontà*, EXCELSIOR, evidentemente la marca.
    Ritorno al punto iniziale ricordando che è meglio attendere di sapere a quale mezzo erano in dotazione prima di verniciarli, effettuando solo piccoli lavori di conservazione, a differenza di quel che ho fatto io.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Colori per restauro

    Ieri a Bologna ho visto la pala e l'ascia in mio possesso montate su una Mutt 151. Almeno queste due dovrebbero essere inquadrabili in un contesto e restaurabili con un colore giusto. Adesso è da stabilire quale sia però.
    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,218

    Re: Colori per restauro

    Ciao Andrea, una M 151 verde o mimetica? Solitamenti i proprietari di questo veicolo tendono a mimetizzarlo. Comunque nel caso sia verde penso vada bene il verde Nato, nella maggior parte dei casi. Tuttavia c'era anche un verde chiaro molto simile al verde pisello, con tendenza al giallo, abbastanza diffuso sulle Mutt. Mi spiace ma non sono in condizione di darti i riferimenti numerici dei colori.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Colori per restauro

    Citazione Originariamente Scritto da kanister
    Ciao Andrea, una M 151 verde o mimetica? Solitamenti i proprietari di questo veicolo tendono a mimetizzarlo. Comunque nel caso sia verde penso vada bene il verde Nato, nella maggior parte dei casi. Tuttavia c'era anche un verde chiaro molto simile al verde pisello, con tendenza al giallo, abbastanza diffuso sulle Mutt. Mi spiace ma non sono in condizione di darti i riferimenti numerici dei colori.
    No questa era molto sobria, non direi pisello giallo. Allora non rimane che il Nato.
    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato