Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 60 di 60

Discussione: Coltelli e coltellini tattici militari,database

  1. #51
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,175
    questa è una vecchia foto del mio set da tavola ... per far vedere anche la versione forchetta + cucchiaio di modello germanico, utilizzata anche dagli Austriaci (la versione a-u era dritta e senza la piega finale) ... trovato personalmente in zona Lavarone quando ... ahimè ... ero ancora un baldo giovine e la versione in metallo del coltello (sempre zona Monterovere-Lavarone) ...

    Collezione3.jpg
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  2. #52
    Utente registrato L'avatar di tonle
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,175
    per Gerhard ... ho provato a tagliare il salame con lo Sturmesser ... ma è scomodissimo!
    "se dan da bere al soldato, è per fregarlo o perchè è già spacciato ..." (Arturo Pérez Reverte, Il ponte degli assassini)

  3. #53
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    867
    Citazione Originariamente Scritto da tonle Visualizza Messaggio
    per Gerhard ... ho provato a tagliare il salame con lo Sturmesser ... ma è scomodissimo!
    Dopo aver tagliato lo Speck grasso --non pulire con acqua--protegge molto bene contro ruggine sulla lama.....

    P.S. Caro Paolo! Le tue foto---non da credere---veramente fanno molto gusto alla cena prossima...a presto andrò al frigorifero
    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  4. #54

  5. #55
    Utente registrato L'avatar di Wall
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Ponente ligure
    Messaggi
    38
    Introdotto il k55k mi sembra interessante richiamare l attenzione su altri due coltelli prodotti in momenti diversi paesi diversi ma una storia simile: l'higonokami prodotto in Giappone ed il Douk Douk prodotto in Francia, insieme al k55k hanno una struttura simile una lama al carbonio accolta da un manico costituito da una lamina d' acciaio ripiegata, estremamente sottili circa 5mm una lunghezza dei modelli standard di 20 cm aperti. Tutti e tre hanno avuto ampia diffusione ed in particolare alle truppe delle rispettive nazioni per le caratteristiche di estrema robustezza qualità e basso costo non sono "coltelli tattici " ma hanno ricoperto lo stesso ruolo
    A tutt'oggi questi 3 coltelli sono ancora prodotti nella loro forma esatta originale

    Higonokami
    Prodotto dal 1896 è caratterizzato da un disegno molto semplice. Il manico è una semplice lastrina tipicamente ripiegata e la lama non ha nessun sistema di bloccaggio. La lama è forgiata tradizionalmente di acciaio duro e l'esterno in acciaio "morbido". Molto economico, ha avuto una enorme diffusione quindi tra il popolo e le truppe
    Douk Duck
    ha lama al carbonio il manico è una lamina di acciaio rivoltata contenente la molla.
    Brevettato nel 1930 da Gaspard Cognet membro di una antica famiglia di coltellinai di Thiers.
    Questo è uno di quei coltelli che costano poco ma con una storia lunga e interessante.
    Fu prodotto per la Nuova Guinea per questo motivo sull'impugnatura fu inciso un danzatore-stregone Douk-Douk, appunto, figura tratta da una enciclopedia che l'ideatore aveva sottomano, tuttavia non ebbe fortuna in oriente, allora si pensò di venderlo in nord Africa ed in Francia. Ebbe un enorme successo. Troppo, soprattutto in nord Africa, era ideale per tagliare la gola facilissimo da nascondere per la sua forma piatta. Per cui fu proibito e distribuito alle truppe ed alla Legione.
    Mercator K55K
    Si è già detto di questo coltello, fu prodotto dalla Henry Kaufmann & Sons, a Solingen, Germania. La "K" sta per l'iniziale del cognome del produttore originale, "55" per il loro numero civico, e l'ultimo "K" è per il gatto Katze. Rispetto agli altri due da buon prodotto tedesco possiede anche una sicura. Anche questo come gli altri due ebbe una diffusione legata alla sua economicità robustezza praticità e strascichi burrascosi quando dopo la whermatch ad apprezzarlo furono le gang americane nel dopoguerra.
    Quelli che propongo non sono copie ma modelli originali in quanto prodotti ancora dalle stesse aziende che li hanno costruiti per anni con le stesse caratteristiche e gli stessi criteri produttivi

    image.jpegimage.jpegimage.jpeg

  6. #56
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    191
    IMG_20170502_162138.jpg

    Aggiungo il coltellino Camillus in dotazione al US Signal Corps nella Seconda Guerra

    IMG_20170502_162142.jpg

    e la sua custodia con la pinza

  7. #57
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    316
    ma l'ultimo della foto# 54 est vero autentico o pqaccottaglia? se vero est possibile avere foto di entrambi i lati? grazie

  8. #58
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,614
    Difficile stabilirlo. C'è il fatto che molti si facevano fare questi accessori e quindi e' difficile stabilire quanto tu supponi.PaoloM

  9. #59
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    316
    grazie paolo buona giornata.

  10. #60
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    18,614
    Giapponese:
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato