Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: comunicazione disperso e la speranza di una madre

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    98

    comunicazione disperso e la speranza di una madre

    Salve durante la Grande guerra come nell’ultima molti soldati non si sono ricongiunti alle loro famiglie, le cause furono, che il milite era dichiarato deceduto ,disperso , prigioniero o come alcuni soldati dell A.R.M.I.R. scelsero di vivere in Russia . Il Ministero della Guerra con scrittura distaccata comunicava alle famiglie “DECEDUTO” “DISPERSO” “PRIGIONIERO”. Le madri di questi poveri militi nutrivano la speranza di poter un giorno riabbracciare i propri figlii….non č il caso del militare Pasquini nel monumento ai caduti č inciso :PASQUINI EMILIO " DISPERSO."
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Localitā
    Prov. TO
    Messaggi
    6,566
    Tristi, ma reali storie.
    Grazie per la condivisione.
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  3. #3
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Localitā
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,395
    Risulta tuttora disperso in combattimento sul monte Ortigara il 19 6 1917
    sven hassel
    duri a morire

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Localitā
    Mantova
    Messaggi
    3,886
    Quante di queste storie, penso che sapere di un proprio figlio come disperso sia forse quasi peggio di saperlo morto. Grazie per la condivisione

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Localitā
    Monfalcone
    Messaggi
    5,089
    Per i parenti era una vera tragedia , un incubo continuo soprattutto per le madri, un dramma che durava per decine e decine di anni, se č disperso, non č morto e allora ritornerā, deve ritornare.

    Per l'esercito, per gli eserciti di tutto il mondo, un trattino sul cognome sul ruolino del reparto e via.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •