Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Consigli M1 "VIETNAM"

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    prov. TO - Piemonte
    Messaggi
    126

    Consigli M1 "VIETNAM"

    Ciao a tutti, mi piacerebbe comprare un elmetto del Vietnam originale periodo dal 1965 al 1972
    mi potete dare dei consigli su come riconoscerlo?

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    prov. TO - Piemonte
    Messaggi
    126

    Re: Consigli M1 "VIETNAM"

    Pensavo che almeno qualcuno mi avrebbe risposto dandomi due dritte....
    L'unico mio dubbio riguarda il guscio esterno, ha dei numeri marchiati all'interno (come per i Mc cord WWII), oppure stampati?

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Re: Consigli M1 "VIETNAM"

    Se intendi riferirti al solo guscio esterno purtroppo, che io sappia, non esiste un data base con i marchi dei fabbricanti che consenta di datare i gusci post-bellici. L'unico produttore ad avvere apposto una sigla riconoscibilie è stata la Ingersoll che ha marcato i gusci di propria produzione con una "I" maiuscola seguita da un codice numerico. Se non sbaglio la Ingersoll si è dedicata allo stampaggio dei gusci M1 per un periodo abbastanza limitato verso la metà degli anni '60: non riesco in questo momento ad essere più preciso perchè non ho sotto mano i sacri testi... I codici sono sempre punzonati all'interno della calotta, nella stessa posizione di quelli bellici, e mai stampati (quest'ultima è una caratteristica invece di molti "eurocloni" M1).

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    prov. TO - Piemonte
    Messaggi
    126

    Re: Consigli M1 "VIETNAM"

    Grazie Spooky della tua risposta, per il momento non sono riuscito a procurarmi dei libri su elmetti post-bellici e quindi cerco tramite internet delle info.
    Come hai giustamente detto, devono essere punzonati come per gli M1 WWII, però non c'è alcuna datazione dei numeri.. però trovo strano che la casa produttrice non segnasse i numeri seriali, almeno per sapere se in una partita di elmi prodotti potessero essere fallati....

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Re: Consigli M1 "VIETNAM"

    Probabilmente questi dati esistono ma o non sono stati conservati o non sono disponibili per la divulgazione: con ogni probabilità giacciono dimenticati in qualche archivio presso le rispettive aziende. Questi codici servivano appunto a identificare i diversi lotti, si trattava quindi d'informazioni interne finalizzate unicamente al controllo del processo produttivo: non si trattava certo d'informazioni destinate ad essere trasmesse alla posterità! Anche i dati relativi agli elmetti WWII vanno presi un po' con le molle, a fini più che altro statistici.
    In ogli caso ti confermo che la Ingersoll ha prodotto un certo quantitativo di gusci M1 tra il 1965 e il 1967.
    Il miglior libro disponibile sugli elmetti M1 post-bellici è quello di Mark Reynosa "Post-World War II M-1 Helmets - An illustrated study" publicato dall'editore americano Schiffer: puoi sicuramente reperirlo su Amazon oppure sul sito di Tuttostoria o della Libreria Militare di Milano.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato