Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15

Discussione: Custodia per MP40

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di soldatidiplastica
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Bologna
    Messaggi
    853
    Ecco l'immagine di cui parla MarcoPennisi tratta dal link segnalato da gotica68

    Allegato 223757
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #12
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,801
    Copertura da lancio di questi FJ per l'MP40. Saranno lanciati su Creta. Non si capisce comunque perché questi avevano la copetura e
    la maggioranza non l'aveva.PaoloM

    recto0003.jpg

  3. #13
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,090
    Ho sempre letto e sentito raccontare che a Creta i paracadutisti ebbero notevoli perdite perchè furono lanciati senza armi, che giunsero a parte con appositi contenitori non sempre prontamente recuperabili.
    Questa foto smentirebbe quella vulgata.
    Siamo sicuri della didascalia?
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  4. #14
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,801
    E' vero, i FJ ebbero notevoli perdite a Creta proprio per la faccenda dei contenitori o finiti in mare oppure smarriti tra le vegetazioni di ulivi sulle colline. I primi combattimenti a terra si svolsero o all'arma bianca o con bombe a mano o al massimo con pistole.Ho altre foto che ilustrano i rari contenitori da petto per MP40 che si riferiscono al lancio su Creta e ne fanno riferimento del loro sporadico uso anche autori come Angolia , Schlict,LittleJohn, ecc ma fu un uso molto relativo perché l'armamento base del FJ all'epoca era il Mauser K.98 quindi io presumo che furono realizzati e distribuiti in modo molto limitato. D'altra parte, pur essendo previsto l'uso del Mauser che si smontava in due parti,su esempio dell'Arisaka giapponese,questa versione non pare fu mai utilizzata in questo contesto. Chi voleva lanciarsi col Mauser, poi doveva fare i conti con l'atterraggio, per cui quei pochi che se lo portarono uscendo dalla carlinga degli Ju52, a circa 10mt da terra dovevano lasciarlo andare (come abbiamo gia' illustrato in altri topic sul FJ).Ma cio' e' facile a dirsi e difficile da farsi perché se i lanci di guerra erano molto bassi (si parla di 70-80-90mt da terra a Creta), i FJ rischiavano di fratturarsi le gambe o il bacino. La tecnica italiana della giravolta in avanti o in dietro facendo fulcro sul mitra,non era stata adottata e si che il paracadute tedesco RZ16 o RZ20 che fosse era pressoché uguale all'IF41SP
    italiano, per cui questa tecnica era adeguata e senz'altro avrebbe risparmiato molte vite e molti disagi di combattimento. PaoloM

  5. #15
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,801
    FJ in Africa.Notare i mitra avvolti in cio' che sembra nylon o qualcosa di simile con funzione anti-sabbia.
    Il
    nylon fu prodotto per la prima volta da Paul Schlack nei laboratori della IG Farben nel 1938, a partire dal caprolattame come reagente. Il processo di sintesi del nylon fu brevettato nel 1941 e quindi commercializzato sotto il nome di "Perlon".PaoloM
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato