Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Da waffenrock a giacca di servizio

  1. #1
    Moderatore L'avatar di der graf
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    564

    Da waffenrock a giacca di servizio

    Sebbene il popolo dei collezionisti di militaria tedesca sia attratto principalmente dalle tenute “combat” e dalle “semplici” uniformi della truppa atte a conservare una testimonianza più diretta del campo di battaglia e a tramandarne le "emozioni", anche le uniformi da ufficiale mantengono il loro indiscutibile fascino e rappresentano una evoluzione storica a sé stante rispetto le Feldbluse della truppa, con accessori peculiari di grande interesse.

    Nella mia ottica ovviamente apprezzo (e colleziono) le une quanto le altre ritenendole complermentari e di pari interesse storico-collezionistico.
    A parte le solite tipologie che più o meno conosciamo tutti e che mi è già capitato sovente di presentarne esemplari in queste pagine, concedetemi di mostrarvi oggi una produzione particolare di giacca di servizio in auge dal ‘41 in poi fino a tutta la durata della guerra.

    E’ un modello alquanto particolare che si discosta dalla filiazione diretta delle “Bluse” da ufficiale di produzione: non particolarmente facile da reperire sul mercato, ma che tuttavia non può mancare nel “parco giacche” del collezionista e che può essere scambiata a prima vista con quelle giacche di tipologia “Rock”denominate “vecchio tipo” il cui porto fu permesso non oltre il ’42.


    Tale giacca, oggetto di questo thread, nasce da una ordinanza ministeriale e viene a rispecchiare quelle strategie di tipo economico, cui via via la guerra obbligava le nazioni belligeranti per gli ovvi motivi che possiamo immaginare…. e con le ovvie restrizioni sui materiali in genere.

    L’ordinanza N.427 del 21 maggio 1940, segna l’inizio dell’abbandono della prestigiosa giacca d’armi Waffenrock, della quale si era da poco arrestata la produzione e consentiva, ai membri dell’esercito attivo Feldheer, una serie di modifiche strutturali sulle loro Waffenrock ( abolizione dei paramani, profilature, finte tasche posteriori; sostituzione degli attributi, collo e bottoni ) al fine di trasformarle per convertirle al servizio attivo.


    Progressivamente la Waffenrock scomparirà definitivamente dal corredo del soldato tedesco mediante il susseguirsi, nel’41, di ulteriori ordinamenti che arriveranno anche a prevedere la possibilità di accorciare di 5/6cm. le stesse Waffenrock, onde poterne utilizzare la “medesima”stoffa per la loro “conversione” e permettere cosi’ anche la realizzazione delle tasche esterne, fino a prima non contemplata.

    Infatti, il problema che si pose fu quello di avere maggior uniformità possibile di stoffa e colore “dello stesso tipo” nelle W.Rock soggette a questo re-styling. Malgrado ciò, nella maggior parte delle giacche modificate giunte a noi si possono notare comunque ( questa compreso ) inevitabili impieghi di stoffa di natura e colore diversi da quella dell’intero corpo della giacca che tuttavia non dissonano.
    Tale modifica, comunque discrezionale, fu estesa anche agli effetti truppa sebbene con assai minor diffusione.


    La giacca oggetto dell’argomento qui presentato è una (ex)Waffenrock modificata d’epoca in Giacca di sevizio (Dienstrock), osservante le modifiche post'41. Ha fatto parte del 17° R.gto di artiglieria e ci è arrivata a noi con il grado e gli attributi da sottotenente (Leutnant). Solo la bottoniera ad 8 bottoni e il “taglio orizzontale” che si diparte frontalmente in basso ci ricorda essere stata una Waffenrock.


    Questi i dettagli e la consueta “ricostruzione” con altri componenti uniformologici d’insieme.

    Sul davanti spicca la bottoniera ad otto bottoni sostituiti con analoghi in feldgrau.

    Posteriormente è mantenuto il tipico taglio a “quarti”
    pf 024.jpg

    pf 025.jpg



    I risvolti delle maniche sono qui realizzati in una stoffa diversa per quanto dello stesso tono di feldgrau
    pf 027.jpg



    Le tasche pettorali sono del tipo regolamentare con cannello centrale, munite di patta. In questo caso il cannello centrale è formato in due pezzi “aggiuntati”, segno evidente che le tasche sono state manifatturate con la pezza che ne è derivata accorciando la falda. Le tasche inferiori sono presenti e materializzate solo dalla patta di chiusura esterna
    pf 028.jpg

    pf 030.jpg



    L’interno è di tipologia classica e non presenta note particolari. E’ presente l’asola per il porto daga-sciabola
    pf 026.jpg



    Gli attributi ed il collo verde blu-scuro sono regolamentari e consentiti nelle normali giacche di servizio. Le litzen da ufficiale con il farbe rosso dell’artiglieria, di gradevole e leggermente sottodimensionata tipologia, sono cucite sartorialmente a mano con un punto invisibile sul retro
    pf 029.jpg

    pf 011.jpg



    Ed ecco la giacca “contestualizzata”con i consueti e peculiari attributi uniformologici
    pf 008.jpg
    pf 010.jpg
    pf 013.jpg
    pf 014.jpg

    Qui con copricapo di nuovo tipo “Offizierfeldmutze mod.38”
    pf 009.jpg

    pf 012.jpg



    ...oppure con Schirmmutze, a seconda delle tenute prescritte
    pf 023.jpg

    pf 017.jpg

    pf 018.jpg

    pf 020.jpg

    pf 021.jpg
    pf 019.jpg


    …e con qualche accessorio proprio dell’ufficiale di artiglieria, considerato il periodo ancora relativamente precoce, il nostro ufficiale indossa ancora cinturone ed effetti di cuoio marrone tendente all’arancione la cui bandoliera “a tracolla” è stata dismessa qualche anno prima, la pistola è una Walther PPK militare
    pf 015.jpg
    pf 016.jpg
    pf 022.jpg

    Un cordiale saluto e per ogni ulteriore approfondimento e/o critica….sono qua. ...e non altrove.
    Kdg
    pf 031.jpg
    "Unsere Mauern brachen aber unsere Herzen nicht"
    ----------------------------------------------------------------------
    "der graf" ist Carlo Cicconi-Massi

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    1,391
    Ciao der graf,
    la waffenrock la considero l'uniforme più bella del Reich(de gustibus, s'intende), ma qui ci hai mostrato qualcosa di fantasticamente trasformato......davvero complimenti!!!
    Sono anche su Facebook: German militaria collezionismo

  3. #3
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,561
    Semplicemente splendida!!!!!
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Armata Sarda
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,615
    Complimenti davvero sia per il materiale che per l'interessantissimo topic!!
    Le imbecillità in Italia fanno sempre rumore. (Indro Montanelli)

  5. #5
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,393
    Grazier per l'ulteriore "lezione" sull'uniformologia tedesca e per la condivisione di pezzi di codesto spessore.
    sven hassel
    duri a morire

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Klaudio
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Califfato di Bologna
    Messaggi
    567
    Giacca davvero particolare, grazie per avercela mostrata ed esaustivamente commentata come tua abitudine. Un caro saluto, Claudio.
    Dio usa le guerre per insegnare la geografia alla gente. - A. Bierce -

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    121
    Stupenda,nelle condizioni e nell'estetica

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato