Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 45

Discussione: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991

    Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Inutile fare commenti:










    Dimonios

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Piombino, Toscana
    Messaggi
    761

    Re: Dai fondali, cimelio della R.N. Trieste

    Bellissimi..
    mio nonno era imbarcato proprio sul R.Incrociatore Trieste quando fu affondato nella rada di Mezzo Schifo, a Palau, ed il similare Gorizia fu gravemente danneggiato. Era il 10 aprile 1943 quando una formazione di quadrimotori americani attaccò la base della Maddalena e, fortunatamente, moltissimi marinai del Trieste e del Gorizia erano a terra per seguire una partita di calcio tra le rappresentative delle due navi per cui si salvarono..
    al contrario la nave non potette essere salvata, nonostante il tempo trascorso tra il bombardamento e il rovesciamento dell'unità*..

    Dimonios, sono rimasti molti detriti del relitto dopo il recupero del giugno del 1950?

    Posto sotto una bella foto del R.I. Gorizia, mimetizzato, in corsa..
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    cerco qualsiasi materiale, fotografico o documentale, precedente al 1945 relativo all'Isola d'Elba e dintorni.. anche in copia!

    Non amo la spada per la sua lama tagliente, né la freccia per la sua rapidità, né il guerriero per la sua gloria. Amo solo ciò che difendo..

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Ciao Bacchiola,
    grazie per l'apprezzamento! Vero che molti marinai delle due navi si trovavano, al momento del bombardamento, in franchigia ma circa 140 perirono nel bombardamento...
    Dopo essere stato colpito dalle bombe dei B17 dell'USAF, il Trieste si ribaltò e molte parti libere di esso si rovesciarono sul fondale fangoso. A distanza di oltre 60 anni sul fango esiste ancora una grossa impronta della nave con le pareti laterali alte 4-5 metri! Dispersi sul sito e pazialmente affondati nel fango si trovano ancora oggi (come testimoniano le mie foto) molti oggetti appartenuti all'unità*.
    Se interessa, posto qualche altra immagine...
    Visto il cristallo dell'oblò? Ha uno spessore di oltre 2 cm! Non oso immaginare la violenza del colpo che lo ha scardinato dal proprio seggio e scagliato sul fondo!
    Si trovano, tra le altre cose, sparse sotto un leggero strato di fango, molte mattonelle della Ginori del placcaggio di alcuni locali di bordo.
    A presto
    Dimonios

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Dimenticavo: bella l'immagine del Gorizia!

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Piombino, Toscana
    Messaggi
    761

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Citazione Originariamente Scritto da dimonios
    Se interessa, posto qualche altra immagine...
    Certo che interessa!
    Confermo, le perdite furono numerose, anche sul Gorizia.. la nave, a causa dei danni subiti, non rientrò più in servizio.
    Trasferita alla Spezia per le riparazioni fu abbandonata all'8 settembre.. catturata dai tedeschi venne parzialmente smantellata per recuperarne materiali pregiati: alla fine della guerra giaceva semiaffondata di fronte al lungomare della città* ligure, dove fu demolita poco dopo il 1945..

    Il trieste invece fu riportato a galla come si è detto nel 1950 con la chiglia al cielo e così trasferito a La Spezia: ho visto molto tempo fa una vecchia registrazione della settimana Incom in cui si vedeva il momento dell'arrivo.
    La nave fu riportata in assetto di navigazione e svuotata accuratamente da acqua e fango: all'interno, dopo 7 anni, poterono essere recuperate le salme di alcuni membri dell'equipaggio, rimasti intrappolati in quel lontano giorno d'aprile.
    Ad un esame tecnico, nonostante le bombe da 500 libbre che l'avevano centrata in pieno, il Trieste risultava ancora in buone condizioni strutturali tanto che il suo relitto interessò la marina spagnola che lo acquistò..
    Il progetto spagnolo prevedeva il ripristino o la sostituzione dell'apparato motore e la trasformazione dell'unità* in una portaerei.. il progetto, troppo ambizioso e costoso, naufragò ben presto..
    Il vecchio e glorioso R.I.Trieste fu smantellato presso l'arsenale del Ferrol qualche anno dopo, finendo in fonderia..
    Nel recupero a Palau credo che le sovrastrutture siano state "rasate" in modo molto, per così dire, invasivo.. furono rimosse le torri ed altre appendici, probabilmente in quel frangente dalla nave cadde di tutto!!

    Contento ti piaccia la foto del Gorizia, appena possibile posto qualche immagine del Trieste..

    A presto, un caro saluto :P
    cerco qualsiasi materiale, fotografico o documentale, precedente al 1945 relativo all'Isola d'Elba e dintorni.. anche in copia!

    Non amo la spada per la sua lama tagliente, né la freccia per la sua rapidità, né il guerriero per la sua gloria. Amo solo ciò che difendo..

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Vestigia silenziose di una triste storia...
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Altre "Vestigi silenziose" (come appropriatamente qualcuno le ha definite) che emergono dal passato:

    Accumulatore elettrico ricoperto da incrostazioni; visto l'interruttore centrale in bachelite poteva essere parte di una torcia portatile...



    Lo stesso dopo la pulizia dalle incrostazioni...



    Al suo interno le pile, su quella a sinistra è ancora leggibile la scritta "Regia Marina"...



    Elettropompa o qualcosa del genere, notare i danni causati dalle violente esplosioni...



    Il volantino in bronzo...



    Stupefacente, il marchio delle"Officine Galileo"...



    Oggetti in porcellana, sicuramente appartenuti alla mensa ufficiali...



    Visibile, sul piatto, la data 1940...



    Un cucchiaio in massiccio argento...



    Dopo la pulizia...



    Oggetti più modesti, della mensa equipaggio:



    Maticola del marinaio proprietario del piatto:



    Gammellone per la distribuzione del rancio...



    Resti ddella particolare cuffia in uso agli aerofonisti, notare come il tubo in rossa gomma si sia perfettamente conservato (è ancora morbido)...



    Ballistite in tubetti di circa 60 cm!!!



    Per concludere i miseri resti di uno scarpone...



    Preghiera per tutti: Rispetto per questi oggetti, non vorrei che a qualcuno che della militaria cura solo l'aspetto economico, possano apparire solo come inutile spazzatura.

    Saluti
    Dimonios

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Avete notato il cucchiaio che sul manico ha il nodo di casa Savoia in due punti?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Citazione Originariamente Scritto da dimonios
    Altre "Vestigia silenziose" (come appropriatamente qualcuno le ha definite) che emergono dal passato:



    Preghiera per tutti: Rispetto per questi oggetti, non vorrei che a qualcuno che della militaria cura solo l'aspetto economico, possano apparire solo come inutile spazzatura.

    Saluti
    Dimonios
    Vi Quoto
    Oggetti belli e tristi come lo sono la maggioranza dei ritrovamenti, dietro ad ognuno di essi vi è la storia di un uomo.

    .
    luciano

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Dai fondali, tristi cimeli dell'Incrociatore Trieste...

    Davvero molto interessante,speriamo che il fondale sia "magnanimo" e che torni altro materiale...

    Visto il cristallo dell'oblò? Ha uno spessore di oltre 2 cm! Non oso immaginare la violenza del colpo che lo ha scardinato dal proprio seggio e scagliato sul fondo

    Pazzesco,deve esser stato un botto veramente tremendo!!!!

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato