Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15

Discussione: dalla cronaca locale di lucca : domenica 30 giugno !!..

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    791

    Re: dalla cronaca locale di lucca : domenica 30 giugno !!..

    in effetti con una semplice telefonata avrebbe potuto benissimo richiedere un intervento e lasciar stabilire a chi di dovere il da farsi , cosi facendo ha agito in buona fede ma ha messo a rischio l'incolumita ' di tante persone a prescindere se fossero inerti o pericolosi , indubbiamente poi che fa' cronaca cerca il titolo ad effetto senza scendere poi troppo nel particolare .
    una strana vicenda se vogliamo ma sintomatica dei tempi ..

  2. #12
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    953

    Re: dalla cronaca locale di lucca : domenica 30 giugno !!..

    Citazione Originariamente Scritto da WINTERGEWITTER
    Non vorrei essere nei panni del vecchio proprietario della casa, spero che gli artificieri si siano sincerati delle effettive condizioni degli ordigni, cioè se erano inerti o meno..... perché dal punto di vista penale farebbe molta differenza; infatti se i residuati fossero stati inerti e gli artificieri si fossero limitati a farli brillare ( per non correre ulteriori rischi )..... Il vecchio proprietario sarebbe (penso ) comunque condannato per detenzione di materiale esplosivo.
    Prima del brillamento in caso di materiale carico o presumibilmente carico se nn si ha la certezza si esegue un micro brillamento per vedere lo stato del materiale se attivo o meno.
    In pratica se il materiale non risulta ispezionabile si posiziona sul reperto una piccola carica cava che taglia in due l'oggetto se questo si spacca e risulta vuoto viene considerato inerte, in caso il pezzo si tagli e il contenuto prende parte all esplosione si sentirà una maggior deflagrazione e una diversa frattura dei pezzi dell oggetto, ovviamente questo metodo distrugge il residuato per questo motivo devono essere sempre perfettamente ispezionabile in tutte le loro parti.
    avanti forza paris

    art.52 della Costituzione Italiana
    La difesa della Patria e' sacro dovere del cittadino. Il servizio militare e' obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, ne' l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.

  3. #13

    Re: dalla cronaca locale di lucca : domenica 30 giugno !!..

    Citazione Originariamente Scritto da frasche
    Citazione Originariamente Scritto da WINTERGEWITTER
    Non vorrei essere nei panni del vecchio proprietario della casa, spero che gli artificieri si siano sincerati delle effettive condizioni degli ordigni, cioè se erano inerti o meno..... perché dal punto di vista penale farebbe molta differenza; infatti se i residuati fossero stati inerti e gli artificieri si fossero limitati a farli brillare ( per non correre ulteriori rischi )..... Il vecchio proprietario sarebbe (penso ) comunque condannato per detenzione di materiale esplosivo.
    Prima del brillamento in caso di materiale carico o presumibilmente carico se nn si ha la certezza si esegue un micro brillamento per vedere lo stato del materiale se attivo o meno.
    In pratica se il materiale non risulta ispezionabile si posiziona sul reperto una piccola carica cava che taglia in due l'oggetto se questo si spacca e risulta vuoto viene considerato inerte, in caso il pezzo si tagli e il contenuto prende parte all esplosione si sentirà una maggior deflagrazione e una diversa frattura dei pezzi dell oggetto, ovviamente questo metodo distrugge il residuato per questo motivo devono essere sempre perfettamente ispezionabile in tutte le loro parti.

    Frasche grazie della tua precisazione, non ero a conoscenza delle tecniche di indagine che gli artificieri mettono in atto in questi casi.

  4. #14
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    953

    Re: dalla cronaca locale di lucca : domenica 30 giugno !!..

    Citazione Originariamente Scritto da WINTERGEWITTER

    Frasche grazie della tua precisazione, non ero a conoscenza delle tecniche di indagine che gli artificieri mettono in atto in questi casi.
    A disposizione
    avanti forza paris

    art.52 della Costituzione Italiana
    La difesa della Patria e' sacro dovere del cittadino. Il servizio militare e' obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge. Il suo adempimento non pregiudica la posizione di lavoro del cittadino, ne' l'esercizio dei diritti politici. L'ordinamento delle Forze Armate si informa allo spirito democratico della Repubblica.

  5. #15
    Utente registrato L'avatar di wyngo
    Data Registrazione
    Aug 2009
    Località
    ITALIA
    Messaggi
    497

    Re: dalla cronaca locale di lucca : domenica 30 giugno !!..

    Citazione Originariamente Scritto da WINTERGEWITTER
    Non vorrei essere nei panni del vecchio proprietario della casa, spero che gli artificieri si siano sincerati delle effettive condizioni degli ordigni, cioè se erano inerti o meno..... perché dal punto di vista penale farebbe molta differenza; infatti se i residuati fossero stati inerti e gli artificieri si fossero limitati a farli brillare ( per non correre ulteriori rischi )..... Il vecchio proprietario sarebbe (penso ) comunque condannato per detenzione di materiale esplosivo.
    Ciao Winter...vorrei rassicurarti sulle competenze degli artificieri, se mai ce ne fosse bisogno.
    Gli artificieri, si devono preoccupare solo di quanto viene ritrovato... le responsabilita' penali o civili in quel campo, sono assolutamente secondarie.
    ...la prima operazione da fare su del munizionamento rinvenuto è il RICONOSCIMENTO certo, ovvero sapere di cosa si tratta...con ogni tecnica disponibile, fino alla radiografia del materiale, tecnica disponibile anche sul campo.
    Di certo, non si va per tentativi...
    Sul perforante, gli Artificieri, quelli veri, non effettuerebbero alcuna tecnica, in quanto non vi è presenza di alcun materiale attivo.
    Sulla granata fumogena, correttamente riconosciuta e citata da Teller, basterebbe controllare se il fondello alla base della granata fosse presente e integro, per determinare se la munizione abbia espulso gli elementi fumogeni e che quindi risulterebbe inerte, in caso contrario si dovrebbe distruggere tutta la munizione perche', in questo caso, ancorchè sparata, non ha funzionato correttamente.
    Poi se si vogliono conoscere le tecniche, quelle vere basta chiedere ad un Artificiere...uno vero...ce ne sono diversi nel Forum.
    Basta chiedere e sicuramente ti verra' data la risposta corretta ed esaustiva.
    Per finire, a livello penale, una munizione militare carica di tipo fumogeno o di altro tipo, sono esattamente uguali per la legge...ovvero saresti colpevole della detenzione, del trasporto di una munizione da guerra...un 37mm come un 155mm.
    Ciao Francesco
    Chi nega la ragion delle cose, pubblica la sua ignoranza

    Leonardo da Vinci

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato